Comunicati stampa

Sei qui: Homepage Comunicati stampa

Incontro Movimento 5 Stelle

In seguito alla richiesta formulata dall'Union Valdôtaine e dalla Stella Alpina, si è tenuto questa mattina un incontro tra una delegazione della Stella Alpina e del Movimento 5 Stelle.

Le due delegazioni dopo aver svolto una panoramica sulla situazione politica, economica e sociale della Valle d'Aosta si sono confrontate e hanno scambiato opinioni su alcuni temi che saranno oggetto di dibattito nelle prossime sedute del Consiglio Regionale.

Assemblea Rappresentanti territoriali

L'Assemblea degli amministratori locali della Stella Alpina si è riunita venerdì 3 ottobre e ha eletto Ronny Borbey, assessore comunale a Charvensod, presidente di questo importante organismo deputato a rappresentare gli amministratori del territorio di Stella Alpina.

Primo tema affrontato da questa assemblea è stato la riforma della legge elettorale per i Comuni; dopo ampia discussione si è convenuto che è necessario formulare una legge di facile applicazione e semplice attuazione e sono stati definiti alcuni punti specifici da portare all'attenzione dei Consiglieri di Stella Alpina, della maggioranza e di tutte le forze politiche presenti in Consiglio Regionale.

I punti salienti proposti al confronto sono:

  1. Dividere i comuni in poche fasce di popolazione per disporre di un quadro normativo semplice e comprensibile agli elettori;
  2. Dare maggiori competenze ai Consigli comunali affinché i consiglieri tornino ad essere centrali per l'amministrazione del loro paese;
  3. Eleggere direttamente il sindaco e il vice sindaco in tutti i comuni della Valle d'Aosta, sistema in vigore attualmente che ha garantito governabilità e stabilità;
  4. Amministrare comporta doveri, responsabilità e dedizione alla propria comunità. È giusto quindi stabilire un principio generale di economicità condiviso che presenti un limite massimo di spesa per fasce omogenee di comuni. I Comuni, in piena autonomia, applicando al proprio bilancio dei parametri fissi stabiliti per legge (ad esempio territorio, popolazione residente, popolazione fluttuante, risorse finanziarie) definiscono le indennità di giunta e di consiglio. 

L'Assemblea si incontrerà per discutere ulteriori tematiche connesse all'attività degli Enti locali.

 

                                                                               Il Presidente dei Rappresentanti Territoriali

                                                                                      Ronny BORBEY

Comune di Saint-Vincent

Apprendiamo con sorpresa l'esternazione del signor sindaco, probabilmente da attribuirsi alla novità emozionale successiva alla non condivisione di un provvedimento da parte della maggioranza che lo sostiene.
Il senso di responsabilità ha imposto una linea di serietà volta a individuare innanzitutto le profonde ragioni che hanno determinato una proiezione finanziaria tanto lontana dal rispetto dei vincoli del patto di stabilità, prima di giungere all'individuazione delle soluzioni più eque.
È augurabile che non vi siano delle responsabilità e che tutto sia da attribuirsi al caso. Riteniamo quindi necessario, per correttezza verso i nostri concittadini, che si faccia chiarezza e che comunque non si faccia cassa improvvisando né nuove tasse comunali, né affrettate svendite di patrimonio pubblico, per altro irrealizzabili entro il 2014.
Certi quindi che non sia il caso di fare una tempesta in un bicchiere d'acqua, restiamo convinti che le azioni più opportune per il risanamento dei conti e il rilancio delle esigenze turistiche, economiche e sociali della comunità passino attraverso un sereno confronto.

I consiglieri Stella Alpina di Saint-Vincent
Castiglioni, Charriere, Rigazio, Trecate

Segreteria Regionale - 22 settembre 2014

La segreteria regionale della Stella Alpina riunitasi ieri lunedì 22 settembre, sentita la relazione del Presidente Maurizio Martin, all’unanimità,:

- conferma la propria fiducia

a) alla maggioranza regionale UV-SA
b) al Governo regionale ed al suo Presidente Augusto Rollandin
c) al Presidente del Consiglio regionale Marco Vierin

- stigmatizza il comportamento irresponsabile dei franchi tiratori;

- da mandato al proprio gruppo consigliare di impegnarsi, unitamente alla maggioranza regionale, ad attuare il programma di legislatura per fornire risposte concrete alla comunità valdostana in un momento particolarmente difficile;

- ritiene che la responsabilità di tutte le forze politiche debba in questo momento avere la prevalenza sugli interessi partitici e pertanto, sui grandi temi economico/sociali, ci si debba impegnare tutti per ricercare il massimo di condivisione;

- ribadisce la propria disponibilità al dialogo con tutte le forze politiche che vorranno seriamente impegnarsi per superare un momento politico, economico e sociale particolarmente difficile per la Valle d’Aosta.

Concentrarsi maggiormente sui veri problemi

La segreteria della Stella Alpina ha esaminato la situazione politica venutasi a creare a seguito dei numerosi passi falsi della maggioranza in consiglio regionale, culminati con l’approvazione di un ordine del giorno dell’opposizione in cui si invitava il Presidente del Consiglio Marco Viérin a dimettersi.

Nello stigmatizzare tali comportamenti, che si manifestano solo con il voto segreto, la Stella Alpina invita il Consiglio Regionale ad abbandonare atteggiamenti puramente ideologici e strumentali che nulla hanno a che fare con la difficile situazione economica dei valdostani, esortando lo stesso Consiglio a concentrarsi maggiormente sui veri problemi che interessano la comunità valdostana.

Nel contempo la Stella Alpina invita i propri organismi dirigenti a ricercare le soluzioni che permettano, alla ripresa dei lavori consiliari, di superare l'attuale fase di impasse politico-amministrativa.

Incontro tra Creare VdA e Stella Alpina

Prosegue il dialogo tra Creare VdA e Stella Alpina: nella mattinata di ieri, martedì 29 luglio, i due movimenti autonomisti si sono incontrati per confrontarsi sui temi di attualità della politica valdostana.

Il tavolo di dibattito ha consolidato e rafforzato il dialogo già in essere, grazie ad un confronto proficuo su alcuni temi importanti con l’obiettivo di cercare linee di intervento condivise. Tra le principali tematiche oggetto dell’incontro si è discusso di formazione ed occupazione giovanile, di sviluppo turistico ed industriale e di rilancio economico della Valle d’Aosta.

Il Presidente di Stella Alpina
Maurizio Martin

Il Coordinatore Regionale di Creare VdA
René Tonelli

Creare VdA. Un nuovo movimento politico

Nel panorama politico valdostano è apparsa nei giorni scorsi la formazione di "Creare VdA" un raggruppamento che si rifà alla "FEDERATION AUTONOMISTE" e che intorno ad essa intende sviluppare le proprie idee ed il proprio documento programmatico.
Il portavoce René Tonelli ha dichiarato che per "Creare Vda" non è tanto importante la collocazione politica quanto piuttosto l'elenco dei contenuti e tra questi una attenzione particolare va data all'art.14 del nostro statuto di autonomia, non tanto per rivendicare l'attuazione della zona franca, ma piuttosto per sviluppare il "porto franco d'impresa".
Sono argomenti che ci trovano d'accordo e sui quali assicuriamo fin d'ora la nostra disponibilità ad un dialogo e ad un confronto nell'interesse della comunità valdostana.

Dare un governo alla Valle d’Aosta

Il Coordinamento regionale della Stella Alpina riunitasi ad Aosta il 9 giugno 2014 dopo aver ascoltato la relazione del Presidente e della Commissione Politica inerente la crisi regionale:

Preso atto del risultato degli incontri con le forze politiche ALPE e PD che non hanno consentito un allargamento dell’attuale maggioranza regionale incentrata su Union Valdôtaine e Stella Alpina

Considerato urgente e non più rinviabile la necessità di dare un governo alla Valle d’Aosta per affrontare i problemi economici, sociali e istituzionali della nostra Regione

Valutato positivamente il confronto avviato con ALPE e PD, che ha consentito di accertare uniformità di vedute analoghe su diversi argomenti interessanti la nostra comunità

Ritenuto di dover continuare tale confronto, nel rispetto dei ruoli, per trovare soluzioni condivise in un momento molto difficile per la Valle d’Aosta

Approva l’accordo con l’UV per la formazione di un nuovo esecutivo guidato dal Presidente Rollandin, nel quale la Stella Alpina esprimerà il Presidente del Consiglio Regionale nella persona di Marco Vierin, l’assessore alle Opere Pubbliche nella persona di Mauro Baccega e l’assessore alle attività produttive nella persona di Pierluigi Marquis.

Dà mandato al proprio gruppo consiliare di porre in rilievo nelle linee programmatiche del nuovo governo quei temi che nell’ultimo anno hanno interessato fortemente l’opinione pubblica come il lavoro, le società partecipate, le riforme istituzionali, la gestione dei rifiuti, le grandi opere, la sburocratizzazione dell’apparato pubblico.

Mancato raggiungimento quorum

La Sezione della Valdigne del Movimento Stella Alpina prende atto con rammarico del mancato raggiungimento del quorum nel referendum consultivo del 1 giugno 2014 per cambiare il nome del Comune di Courmayeur in Courmayeur-Mont-Blanc, per il quale si sono recati a votare solo 921 cittadini.

Il fallimento di questo appuntamento elettorale è anche il risultato del mancato accoglimento da parte di troppi protagonisti della località dei numerosi appelli che la Stella Alpina ha fatto per promuovere l’informazione e il coinvolgimento della popolazione, organizzando fin dal 29 aprile il primo incontro pubblico sul tema, incontro cui non ha partecipato neppure la maggioranza consiliare dell’Amministrazione comunale.

Forse una maggiore collaborazione tra le forze politiche e sociali presenti sul territorio comunale avrebbe potuto portare ad un diverso risultato, che comunque oggi va rispettato.

In tale ottica, la Sezione della Valdigne della Stella Alpina si mette nuovamente a disposizione dell’Amministrazione comunale per discutere e promuovere una più ampia strategia di rilancio turistico di Courmayeur che permetta comunque di sfruttare ed ottenere quei benefici che si erano immaginati attraverso il cambiamento della denominazione del Comune. A tale scopo si chiede la disponibilità dell’Amministrazione comunale e degli attori politici, professionali e sociali ad organizzare un nuovo incontro pubblico al fine di avviare un confronto con tutte le realtà turistiche del paese da cui potranno arrivare suggerimenti e proposte per sviluppare nuove politiche turistiche.

La Sezione Valdigne 

STELLA ALPINA

Movimento politico, autonomista e federalista, la "Stella Alpina" ha per finalità la tutela e il rafforzamento dell’Autonomia speciale valdostana, nel contesto di uno Stato Italiano unitario e federale, nella prospettiva di una vera Europa dei popoli.

AGENDA

SETTEMBRE

mercoledì 20
ore 9.00 - consiglio regionale
ore 9.00 - consiglio comune Aosta

giovedì 21
ore 9.00 - consiglio regionale
ore 9.00 - consiglio comune Aosta

 

 

 

Adesioni alla Stella Alpina

L'adesione alla "Stella Alpina" avviene con una sottoscrizione di impegno a rispettare i contenuti dello Statuto.

Le domande di prima adesione devono essere presentate alla Sezione del Comune di residenza o di domicilio oppure presso la sede del Movimento - Via Monte Pasubio, 40 - Aosta.

Leggi tutto

Newsletter

CONTATTI

Movimento Politico Stella Alpina

  • Via Monte Pasubio, 40 11100 Aosta
  • Tel: 0165 32200
  • Fax: 0165 525355
  • Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Il deputato On. Rudi Marguerettaz riceve presso la sede della Stella Alpina su appuntamento

Sei qui: Home Comunicati stampa

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo