News dai comuni

Sei qui: Homepage News dai comuni Ad Aosta l'addizionale Irpef più bassa d'Italia

Ad Aosta l'addizionale Irpef più bassa d'Italia

I cittadini di Aosta pagano le imposte più basse d’Italia: a certificarlo è il Rapporto ORTI (Osservatorio Relazioni Territori-Imprese) 2018 presentato oggi a Roma e curato da I-Com (Istituto per la Competitività), il think tank presieduto dall’economista Stefano Da Empoli.

L’ampia ricerca - dedicata all’economia delle regioni italiane e ai rapporti tra le amministrazioni territoriali e le imprese - presenta, tra le diverse sezioni di analisi, anche un focus dedicato al tema del fisco locale, mettendo a confronto le addizionali all’Irpef versate dai cittadini nei diversi capoluogo di regione.

A primeggiare in questa classifica è Aosta con un’addizionale all’Irpef complessiva pari all’1,53% frutto della somma tra addizionale comunale (pari allo 0,30%, la seconda più bassa dopo Firenze) e addizionale regionale (1,23%, la più bassa a pari merito con Cagliari, Trieste e Venezia), al secondo posto si classifica Cagliari con l’1,89% (0,66% più 1,23%) e al terzo Firenze con l’1,93% (0,20% più 1,73%).
Roma e Torino sono, invece, le città con le imposte locali più alte: in particolare, nella Capitale l’aliquota complessiva è pari al 4,23%, mentre a Torino raggiunge il 4,13%.

«Il rapporto curato da I-Com – commenta l’assessore ai Servizi finanziari, Carlo Marzi - fotografa la situazione di una città nella quale, nonostante la drastica diminuzione dei trasferimenti e delle conseguenti risorse disponibili, siamo riusciti a mantenere una qualità elevata dei servizi – come dimostra il passaggio a 7° capoluogo regionale per qualità di vita - senza intaccare il reddito della popolazione aumentando le tasse, come invece hanno scelto di fare tante altre amministrazioni italiane. Quello di far quadrare i conti non è stato, e non è tuttora, un compito facile, ma la scelta di non toccare il reddito delle famiglie, cercando al contempo, di concerto con la Regione, di mantenere i servizi sul territorio, è stata presa con responsabilità per non ribaltare sulle persone più indifese i costi della crisi, e per non affossare definitivamente i consumi. Stiamo, quindi, dimostrando di credere in una democrazia liberale e sociale che tuteli le fasce più deboli senza “mettere le mani nelle tasche dei nostri cittadini”. Voglio, però, sopra ogni cosa esprimere orgoglio per il ruolo che ricopro all’interno di questa Amministrazione e rispetto nei confronti degli aostani, chiedendo loro di guardare con ottimismo al futuro anche se ci tocca stringere ancora i denti. Questi risultati dimostrano, senza ce ne fosse bisogno, che siamo, appunto, bravi a farlo».

STELLA ALPINA

Movimento politico, autonomista e federalista, la "Stella Alpina" ha per finalità la tutela e il rafforzamento dell’Autonomia speciale valdostana, nel contesto di uno Stato Italiano unitario e federale, nella prospettiva di una vera Europa dei popoli.

AGENDA

DICEMBRE

Martedì 18
ore 9.00 - Consiglio regionale

Mercoledì 19
ore 9.00 - Consiglio regionale

Giovedì 20
ore 9.00 - Consiglio regionale

 

 

 



 

Adesioni alla Stella Alpina

L'adesione alla "Stella Alpina" avviene con una sottoscrizione di impegno a rispettare i contenuti dello Statuto.

Le domande di prima adesione devono essere presentate alla Sezione del Comune di residenza o di domicilio oppure presso la sede del Movimento - Via Monte Pasubio, 40 - Aosta.

Leggi tutto

Newsletter

CONTATTI

Movimento Politico Stella Alpina

  • Via Monte Pasubio, 40 11100 Aosta
  • Tel: 0165 32200
  • Fax: 0165 32200
  • Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Sei qui: Home News dai comuni Ad Aosta l'addizionale Irpef più bassa d'Italia

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo