News dai comuni

Sei qui: Homepage News dai comuni

Aosta: Traballa la poltrona dell’assessore Marzi

La crisi della Regione avrà ripercussioni anche a livello del Comune di Aosta dopo la spaccatura avvenuta nella Stella alpina. La componente che fa capo a Marco Viérin ed al segretario, Carlo Marzi ,prevale in Regione ma al Comune di Aosta può contare solo su Marzi e Jeannette Migliorini.

Evap può contare sui tre seggi di Luca Girasole, Elena Dosio e Delio Donzel, che ha rinunciato al seggio in Regione. L’accordo di maggioranza in Comune, Uv, Stella alpina e Pd, è nato nel rispetto degli accordi per il governo della Regione. La situazione al Comune sarà presto oggetto di verifica dopo la spaccatura e non è escluso che anche Carlo Marzi, come accaduto al collega regionale Mauro Baccega, sia costretto a lasciare la poltrona delle Finanze e Patrimonio.

a. b

Saint-Pierre, l'Amministrazione premia le tesi di laurea sul Comune

II Comune di Saint-Pierre ha istituito un premio per le tesi di laurea vertenti su argomenti relativi al proprio paese. L'iniziativa e denominata "Premio Leopoldo Perrod per la migliore tesi di laurea" ed e diretta a favore della tesi di laurea che porti contributi originali e qualificati alla conoscenza di Saint-Pierre e abbia come oggetto fatti, personaggi, situazioni culturali, geografiche, sociali ed economiche, urbanistiche e storiche riguardanti il Comune.

«Istituendo questa premio intendiamo favorire il più ampio godimento del diritto allo studio, valorizzando il merito scolastico degli studenti che conseguono risultati di eccellenza e, nel contempo, rivalutare il nostro territori, le nostre tradizioni, la nostra identità culturale e socio economica», ha raccontato l'assessore comunale all'Istruzione e Cultura Alessandro Fontanelle. "Come amministrazione siamo molto soddisfatti per essere riusciti a promuovere questa in iniziativa che, al pari del doposcuola o del Consiglio dei Piccoli, rientrava nel nostro
programma. Un'iniziativa che si rivolge ai giovani universitari e che intende premiare proprio quei giovani che sapranno avanzare idee e proposte per valorizzare le nostre ricchezze e che soprattutto avranno la curiosità di appassionarsi al nostro Comune, di indagare la sua storia, la geografia le sue peculiarità».

Possono partecipare a questa concorso - che avrà cadenza annuale e il cui bando sara pubblicato quanta prima sul sito del Comune - tutti gli studenti che hanno conseguito il titolo in atenei italiani 0 europei nei due anni accademici precedenti la data di scadenza dell'avviso. La valutazione verrà effettuata da apposita commissione gratuita esperta in materia nominata dalla Giunta comunale. Per quanto riguarda il contributo finanziario per i vincitori, verrà deciso ogni anna in base alle risorse finanziarie.

GABY - Approvato il progetto preliminare per proteggere localita Renouvagl

Primo passo per il vallo da 768 mila euro
«Speriamo nei finanziamenti statali»
Intanto arriva il progetto preliminare, poi spazio alla speranza per vedere realizzata un'opera «necessaria per il paese». E' stato approvato nello scorso mese di gennaio dalla giunta comunale di Gaby il progetto per la realizzazione di un vallo volta a fronteggiare il pericolo di caduta massi in localita Renouvagl, opera per cui sarebbe prevista una spesa complessiva di 768 mila 312 euro.
«E' difficile dare delle tempistiche - spiega il sindaco Pierluigi Ropele -, perchè i contorni della vicenda sono ancora tutti da definire. Grazie allo stanziamento di 10 mila euro da parte del Dipartimento per gli affari regionali e le autonomie della Presidenza del Consiglio dei ministri, siamo riusciti almeno a realizzare questo progetto da 14.732 euro e l'abbiamo presentato. Ora dovremo attendere una risposta, per capire se e quanto verrà finanziato da parte del Governo». Insomma, le certezze non sono tante, ma la necessita dell'opera è indubbia. «Il vallo è assolutamente necessario, perchè andrebbe a risolvere un problema in una zona caratterizzata da pareti rocciose che sovrastano una pista che congiunge Gaby a Issime - continua il cittadino - . Qui avvengono spesso cadute e scivolamenti di pietre, per cui bisogna intervenire, perchè il tratto è molto frequentato da escursionisti e ciclisti: dobbiamo riuscire a garantire loro la massima sicurezza».

Alessandro Bianchet

Bilancio Aosta pareggia a 59 mln

Marzi, servizi mantenuti e nessun intervento su tasche cittadini:
Pareggia a circa 59 milioni di euro per la parte corrente e a 3 milioni 159 mila euro per la parte capitale il bilancio previsionale 2017 del Comune di Aosta. Lo ha annunciato l'assessore ai Servizi finanziari Carlo Marzi in conferenza stampa. Il bilancio di previsione 2016 pareggiava a 62 milioni di euro. "Si sono mantenuti i servizi e - ha spiegato Marzi - a tutti gli effetti non si è intervenuto né sulle tasche dei cittadini né su qualsiasi tipo di entrata diretta o indiretta che va a toccare direttamente le tasche dei cittadini.

Quindi tasse tutte quante uguali ed entrate extratributarie tutte quante uguali". Un risultato "importante raggiunto in un anno delicatissimo", caratterizzato da "una serie di problematiche, come la mensa dei dipendenti, che viene nuovamente reinserita nel 2017 come da richiesta del Consiglio comunale". I dettagli saranno illustrati durante i lavori della Commissione consiliare e del Consiglio comunale previsto a fine marzo.

Aosta: Iniziati lavori rifacimento acquedotto in corso Lancieri

Sono iniziati oggi lunedì 27 febbraio, gli scavi lungo l'asse della rete idrica per consentire i lavori di sistemazione e riqualificazione dell'acquedotto comunale in corso Lancieri ad Aosta.

Nei mesi scorsi nella zona si erano verificati ripetuti guasti alla rete idrica, che avevano comportato l'interruzione di erogazione dell'acqua potabile con notevoli disagi per residenti e commercianti.

“I tubi dell'acquedotto in corso Lancieri sono vecchi e consunti – aveva spiegato con chiarezza l'assessore comunale all'Ambiente, Delio Donzel – dobbiamo intervenire con urgenza per ridurre le perdite di acqua più evidenti, poi occorrerà rifare una parte di tubazione”.

Per l'intera opera l'Amministrazione comunale ha chiesto un contributo al Bacino imbrifero (Bim) valdostano di circa 550 mila euro, “ma intanto abbiamo iniziato i lavori di sostituzione di alcuni tubi ormai al collasso – spiega il dirigente del Servizio acquedotto, Marco Framarin – anche e soprattutto per evitare che si ripetano le incresciose e durature interruzioni del servizio com'era accaduto la scorsa estate”.

Prima dell'avvio degli scavi, gli operai comunali hanno spostato alcuni allacciamenti della tubazione, ma l'interruzione dell'acqua è durata pochi minuti. La linea 8 dell'autobus Svap nella direzione Ovest-Est non transita in corso Lancieri ma in via Chambery per l'intera durata del cantiere.

 

PATROUILLEURS .... CERCASI

Il Comune di Sarre e il Comune di Saint-Pierre cercano volontari che intendono partecipare attivamente alla vita della comunità locale.
Si occuperanno di potenziare e migliorare il servizio di vigilanza e protezione degli alunni negli orari di accesso e uscita dalle scuolepatrouilleurs

Aosta: Allarme polveri sottili da impianti riscaldamento

A gennaio i valori di inquinamento da polveri sottili (PM10) ad Aosta hanno superato quelli di tutto l'anno 2016. Lo ha rilevato l'Agenzia di protezione dell'ambiente Arpa VdA. Secondo l'assessore comunale all'Ambiente, Delio Donzel, "a causa di diversi fattori il 2016 è stato un anno positivo record e, credo, irripetibile”.

L'assessore spiega che “il freddo di questi mesi ha incrementato a dismisura le emissioni da riscaldamento e anche quelle delle auto, usate più spesso anche per brevi spostamenti. Ecco perchè le polveri sottili sono aumentate in modo considerevole rispetto all'anno scorso, quando praticamente non ha fatto mai realmente freddo”.

I valori di PM10 ad Aosta, secondo Donzel, “non richiedono interventi straordinari come il blocco del traffico alla domenica o circolazione a targhe alterne, ma in ogni caso la questione sarà discussa da tecnici comunali e dell'Arpa in una riunione dell'Osservatorio ambientale entro la fine di febbraio”.

p.g.

Saint Pierre: Riprendono i lavori del Consiglio dei Piccoli

Col nuovo anno sono ripresi i lavori del Consiglio dei Piccoli di Saint-Pierre; progetto di cittadinanza attiva promosso dall'Amministrazione Comunale in Collaborazione con le classi 4e dell'Istituzione J.B. Cerlogne di Saint-Pierre. L’iniziativa mira a creare una Saint-Pierre a misura di bambino, dando voce chi spesso non ha possibilità di essere ascoltato e sostenendo così un punto di vista differente.

“Attraverso il Consiglio dei Piccoli – spiegano gli animatori del progetto - i bambini avranno la possibilità di partecipare alla vita della comunità diventandone parte attiva e propositiva”.

L'iniziativa prevede una serie di incontri in classe nei quali Sindaco e Assessore ascolteranno le proposte dei piccoli consiglieri ed assieme a loro approfondiranno le più meritevoli. Il progetto si concluderà poi nel mese di giugno quando gli alunni illustreranno il documento finale in un Consiglio Comunale davvero speciale nel quale gli amministratori si impegneranno a recepire e se possibile concretizzare quanto prima la richiesta.

“Le premesse – commenta Alessandro Fontanelle, Assessore Istruzione, Cultura e Sport, promotore del progetto - sono anche quest'anno ottime grazie anche alla preziosa disponibilità e collaborazione dei docenti. Già durante il nostro primo incontro i bambini si sono dimostrati molto interessati e propositivi avanzando sin da subito delle ottime idee che andremo successivamente ad approfondire”.

Aosta, la raccolta differenziata al 67%. Nei mercati arriva il Ptr mobile

"I margini per superare queste percentuali ci sono ed è possibile arrivare al 70/75%” In particolare secondo Jean-Loius Quendoz sono i condomini “l’anello debole della catena”.

E’ arrivata nel 2016 al 67% la raccolta differenziata ad Aosta. Il dato è stato comunicato questa mattina dall’Assessore comunale all’Ambiente, Delio Donzel, durante la conferenza stampa di presentazione del calendario 2017 che ogni anno l’Assessorato con il finanziamento della ditta Quendoz distribuisce alle famiglie aostane, con l’obiettivo di sensibilizzare i cittadini sulla raccolta differenziata “Le percentuali sono in crescita, certo si potrebbe fare di più, ci sono ancora dei cittadini che potrebbero fare meglio e su questi stiamo lavorando - ha detto l’Assessore comunale all’Ambiente, Delio Donzel - I margini per superare queste percentuali ci sono ed è possibile arrivare al 70/75%” In particolare secondo Jean-Loius Quendoz sono i condominii “l’anello debole della catena”.

Nel 2016 sono state raccolte 2662 tonnellate di organico (il 16% della diferenziata) “recuperate per fare dell’ottimo compost”, 1025 tonnellate di cartone, 1475 di carta, 1470 tonnellate di vetro e 1297 di multimateriale.

Fra le novità che verranno a breve introdotte dalla ditta Quendoz c’è il Ptr (Punto di raccolta tecnologico) mobile che andrà a servire tutti i mercati cittadini e le manifestazioni del Comune di Aosta.

Per il prossimo anno è intenzione del comune coinvolgere l’Istituto d’arte nella realizzazione del calendario. L’esperimento di quest’anno di raccogliere le foto attraverso un concorso non ha infatti riscosso successo e il calendario 2016 presenta solo una delle foto arrivate.

Commemorazione della ricostituzione del Comune e maturità civica ai neo maggiorenni a Pollein

Il Consiglio comunale di Pollein, prima della seduta consiliare di lunedì 19 dicembre, ha commemorato il 70° anniversario della ricostituzione del Comune appendendo nella sala del Consiglio il decreto che, nel 1946, ha sancito tale provvedimento.

Dal 1° dicembre 1946 nove sindaci che si sono susseguiti a Pollein sono stati: Albino Brun, dal '46 al '65; Giuseppe Bonin, dal'65 al '67; Vittorio Duquignon, dal '67 al '75; Maurizio Martin, dal '75 al '79; Aldo Comé, dal '79 al '80; Lorenzo Ménabréaz dal 1980 al 1990, Marco Viérin, dal '90 al '93; Leo Brun, dal '93 al '95; Paolo Gippaz, dal '95 al 2010; Luca Bianchi dal 2010 al 2013.
Tutti uomini che hanno saputo gestire la routine amministrativa quotidiana e straordinaria, contraddistinti da valori istituzionali e umani ai quali attingere. Il Sindaco conclude dicendo che la ricostituzione e la ricostruzione sono stati il volano per restituire libertà e identità al popolo valdostano. Il contesto generale si è evoluto ma restano e dovranno restare saldi i principi di sussidiarietà e di leale collaborazione. Bisogna continuare a sviluppare una fortissima dimensione identitaria, essere vincolati al sistema comunitario di cui si fa parte, sentirlo come proprio, e quindi operare e attivarsi con una fortissima determinazione costruttiva.

Il sindaco Angelo Filippini ha rivolto in particolare a loro ai neo maggiorenni il suo discorso: questa ricorrenza è un momento importante per la vostra formazione, perché il futuro del nostro paese siete voi. I 18 anni sono un traguardo che tutti aspettano con ansia, ha proseguito il sindaco, l'importante è che ci si renda conto che si acquisiscono diritti e doveri, che rendono la persona responsabile delle proprie scelte e azioni. Mi auguro che sappiate cogliere la preziosità della vita e valorizzare la vostra crescita per diventare cittadini consapevoli.
La Costituzione guarda ai giovani con fiducia, perché essi sono capaci di cambiare in meglio il mondo stanco e rassegnato. L'amministrazione vuole omaggiarvi con la carta di maturità civica e una pennetta USB contenente la Costituzione italiana e lo Statuto speciale della Valle d'Aosta che devono rappresentare un baluardo, una bussola che vi guida verso il futuro; ricordiamoci tutti, diciottenni, ex sindaci e colleghi amministratori, che sia la Costituzione che lo Statuto della Valle d'Aosta.

Dopo aver dedicato un minuto di silenzio agli amministratori ormai scomparsi, Filippini e gli ex sindaci hanno consegnato a una ventina di neo diciottenni l'attestato di maturità civica e una chiavetta usb contenente la Costituzione della Repubblica italiana e lo Statuto speciale della Valle d'Aosta che non devono essere solo un insieme di norme, ma qualcosa di vivo che i cittadini hanno voluto e devono difendere.

.... omissis.....

STELLA ALPINA

Movimento politico, autonomista e federalista, la "Stella Alpina" ha per finalità la tutela e il rafforzamento dell’Autonomia speciale valdostana, nel contesto di uno Stato Italiano unitario e federale, nella prospettiva di una vera Europa dei popoli.

AGENDA

GIUGNO

 

Adesioni alla Stella Alpina

L'adesione alla "Stella Alpina" avviene con una sottoscrizione di impegno a rispettare i contenuti dello Statuto.

Le domande di prima adesione devono essere presentate alla Sezione del Comune di residenza o di domicilio oppure presso la sede del Movimento - Via Monte Pasubio, 40 - Aosta.

Leggi tutto

Newsletter

CONTATTI

Movimento Politico Stella Alpina

  • Via Monte Pasubio, 40 11100 Aosta
  • Tel: 0165 32200
  • Fax: 0165 525355
  • Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Il deputato On. Rudi Marguerettaz riceve presso la sede della Stella Alpina su appuntamento

Sei qui: Home News dai comuni

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo