News dai comuni

Sei qui: Homepage News dai comuni

Cogne Elisabetta Allera a capo degli Operatori turistici

Elisabetta Allera è la nuova presidente del Consorzio degli operatori turistici della Valle di Cogne. L'assemblea, che si è tenuta a Maison Gerard-Dayné, l'ha eletta martedì. Allera prende il posto di Filippo Gérard, diventato presidente degli albergatori dell'Adava, l'Associazione degli albergatori della Valle d'Aosta; Allera era già stata presidente dell'organizzazione vent'anni fa. Ristoratrice e titolare del ristorante Lou Ressignon di Cogne, era stata presidente ad interim: «Mi impegnerò al massimo in questo incarico - dice -. Proprio come vent'anni fa, la mia presidenza coincide con una nuova attenzione per il collegamento funiviario Cogne-Pila-Aosta, in cui credo molto e che sono sicura potrebbe portare molti benefici a tutta Cogne e non solo».

Ecosistema Urbano 2016, Donzel: "Balzo in avanti positivo, ci sono ancora margini di crescita"

Aosta è passata dalla 62esima posizione generale dello scorso anno alla 37° posizione del 2016.

"Il salto fatto dalla città di Aosta dalla 62esima posizione generale dello scorso anno alla 37° posizione 2016 testimonia la bontà delle azioni messe in campo, su tutte l’impegno nella raccolta differenziata che continua a crescere e che ha determinato in parte la risalita nella classifica di Ecosistema urbano 2016". Il rapporto, realizzato da Legambiente in collaborazione con l’istituto di ricerca Ambiente Italia e la collaborazione editoriale del Sole 24 ore, giunto alla sua XXIII edizione, fotografa lo stato di salute delle città italiane. Per l’assessore comunale all’Ambiente, Delio Donzel, questo risultato è "ulteriormente migliorabile e sprona l’Amministrazione a continuare in questa direzione. Ci sono di fatto diverse progettazioni in corso che con il tempo porteranno a incidere significativamente su quegli indicatori che ancora non premiano Aosta, ma sui quali ci sono margini di crescita. Certo la differenza la può fare, oltre all’impegno dell’Amministrazione comunale, anche il comportamento dei cittadini attraverso il rispetto delle buoni prassi ambientali.

Siglata lettera di intenti tra le "Città europee dello sport 2017" per collaborare insieme

Le Città di Aosta, Cagliari, Pesaro, Vicenza che recentemente hanno ottenuto da Aces Europe il titolo di “Città Europea dello sport 2017”, l’8 novembre 2016 si sono recate con una propria delegazione a Roma, nella sede del CONI, alla Cerimonia di consegna delle Benemerenze dello Sport europeo, alla presenza, tra gli altri, del Presidente del Coni Giovanni Malagò, del Vice-Presidente ANCI Paolo Perrone e del Presidente ACES Europe-MSP Italia Gian Francesco Lupattelli. I Comuni che hanno ottenuto il riconoscimento per il 2017 saranno, inoltre, presenti al Gran Gala al Parlamento Europeo di Bruxelles il prossimo 16 novembre alle ore 17.30. A presenziare all’evento capitolino per il Comune di Aosta era presente l’Assessore comunale allo Sport Carlo Marzi.

Nell’ambito di tale riconoscimento, in un clima di grande sinergia e collaborazione e a seguito di accordi intercorsi in queste settimane, è stata siglata una lettera di intenti tra le quattro città vincitrici del premio. Nella lettera le Amministrazioni, confermando il lavoro e l’impegno profuso negli anni nella valorizzazione dello Sport nelle rispettive città, hanno dato avvio ad una riflessione comune su come capitalizzare al meglio il riconoscimento ottenuto, valorizzandone i benefici in un’ottica di sviluppo locale.

A questo proposito “valutano di interesse strategico procedere congiuntamente – si legge nella lettera firmata dai rispettivi Sindaci - ponendo a comune denominatore le proprie esperienze ed eccellenze in ambito sportivo nella direzione di programmi e progetti integrati volti alla messa a punto di circuiti turistico-sportivi nell’ambito della rete delle città vincitrici. Per dare forza alla realizzazione di attività condivise e per qualificarsi come Amministrazioni accomunate da una logica di network, Aosta, Cagliari, Pesaro e Vicenza, evidenziano l’esigenza di una cooperazione interistituzionale e multilivello che auspica il coinvolgimento del Governo centrale e del Coni Nazionale”.

Le quattro Amministrazioni, consapevoli di dover agire al meglio per il “benessere” delle proprie comunità attraverso politiche territoriali innovative, hanno inoltre inviato una seconda lettera congiunta all’Onorevole Luca Lotti, Sottosegretario con delega all'Editoria, all'Informazione e

Comunicazione del Governo, nella quale, ribadendo lo stesso impegno a fare rete a livello nazionale per una successiva promozione coordinata a livello europeo, hanno richiesto un incontro per “valutare le esigenze espresse al fine di tracciare un percorso condiviso nell’ottica di una sperimentazione di progetti strategici attraverso nuovi modelli di cooperazione interistituzionale”.

Le due lettere sono state siglate da Fulvio Centoz, Sindaco del Comune di Aosta – Massimo Zedda, Sindaco del Comune di Cagliari – Matteo Ricci, Sindaco del Comune di Pesaro – Achille Varlati - Sindaco del Comune di Vincenza.

Per il Sindaco di Aosta e per l’Assessore comunale allo Sport la sinergia istituzionale avviata fin da subito con le altre Amministrazioni vincitrici del premio, oltre a confermare la validità del lavoro svolto nel tempo dall’Amministrazione comunale nell’ambito della valorizzazione dello sport e la partecipazione al Premio Aces, pone le basi per una concreta e tangibile valorizzazione impiantistica, promozionale e istituzionale delle quattro città che, coinvolgendo Governo centrale e Coni Nazionale, potrà tradursi in benefici per i territori coinvolti.

Aosta: Comune trasferirà un milione di euro alla Regione

Dell'avanzo di bilancio del 2015, il Comune di Aosta potrà utilizzarne solo una piccola fetta. Un milione di euro sarà infatti trasferito dalle casse comunali a quelle della Regione.

Altri 260mila euro invece, sempre derivanti dall'avanzo di bilancio, saranno utilizzati dall'Amministrazione del capoluogo per varie attività già programmate. Lo ha annunciato l'assessore municipale alle Finanze, Carlo Marzi, ai consiglieri membri della Quarta commissione 'Sviluppo economico', riunitasi questo pomeriggio.

“Il trasferimento di fondi alla Regione è stabilito dalla Legge finanziaria del 2015 – ha spiegato Marzi – mentre invece con 70 mila euro prelevati dalla quota di 260 mila potremo effettuare iterventi di manutenzione straordinaria su alcuni alloggi di edilizia residenziale pubblica”.

Obiettivo dell'Amministrazione comunale è anche l'acquisto di una macchina rasaghiaccio da utilizzare al Palazzetto del ghiaccio in regione Tzamberlet ma, ha ricordato l'assessore, “questi strumenti costano dai 170 mila euro in su e dobbiamo fare attenzione a non sperperare i soldi; c'è un fornitore che sta dismettendo l'attività e forse potrebbe venderci una rasaghiaccio a un prezzo concorrenziale”.

Dalla vendita di alcuni alloggi di edilizia residenziale, invece, il Comune potrà recuperare 48 mila euro per l'installazione di un ascensore in una casa popolare del quartiere Cogne.

Atletica: Al via domenica 23 ottobre ad Aosta il 30esimo 'Trofeo Sette Torri'

"I tempi sono difficili, i soldi sono pochi, ma Aosta non può rinunciare al Trofeo Sette Torri, che conferma nella propria essenza la validità della nostra candidatura a Capitale dello Sport".

Lo ha detto Carlo Marzi, assessore allo Sport del Comune di Aosta, presentando oggi all'Hotel des Etats la 30esima edizione della storica gara di corsa a staffetta 3x4 chilometri, che si corre nel centro di Aosta. Quest'anno il 'Sette Torri' prenderà il via domenica 23 ottobre; si chiama così perchè collega idealmente le sette torri medievali e romaniche della città.

Partenza - alle ore 10.30 - e arrivo in piazza Chanoux.

"Pur riducendo i fondi, abbiamo garantito, con risparmi e qualche limatura, gli strumenti all'organizzazione", ha detto Marzi. Amche quest'anno, come per l'edizione del 2015, partecipano 48 staffette di adulti e 56 di giovani, la cui partenza (3x500 metri) alle 9 anticipa di un'ora la gara vera e propria."Rispetto alla scorsa edizione, il contributo del Comune è aumentato da 5.600 a 6.500 euro.

Fino a pochi anni fa il Trofeo aveva il 75% in più di fondi, ma la cosa più importante resta l'entusiasmo degli organizzatori", ha spiegato Marzi. Tra questi il più appassionato e instancabile è l'ideatore della manifestazione, Domenico Quattrone, presidente dell'associazione valdostana Martze a Pià.

"Ogni anno il 'Sette Torri' è una scommessa vinta - ha detto Quattrone - un grande momento di sport e aggregazione che permette a giovani e adulti di 'vivere' Aosta in modo diverso, accattivante e salutare".

Possono correre gli atleti tesserati con la Fidal o con altri enti di promozione sportiva. Le staffette, formate da corridori della società, possono iscriversi entro giovedì 22 ottobre inviando una e-mail all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Aosta è città europea dello sport 2017

Aosta è ufficialmente “Città europea dello sport 2017”. La conferma è arrivata oggi attraverso una lettera indirizzata al Comune di Aosta, siglata da Gian Francesco Lupattelli, presidente Aces Europe, già componente della delegazione di valutazione venuta in visita ad Aosta l’1 e 2 luglio 2016. Le altre città italiane prescelte, con Aosta, sono Pesaro, Cagliari e Vicenza.

Il Sindaco di Aosta e l’Assessore comunale allo Sport evidenziano grande soddisfazione per il riconoscimento ottenuto che premia il tessuto sportivo locale e riconosce soprattutto la vocazione naturale di Aosta quale luogo privilegiato di sport, vero “carrefour sportivo”, nonché il percorso storico fatto di investimenti, collaborazioni, patrocini, eventi nei quali l’Amministrazione del capoluogo ha creduto nel tempo.

Per il Sindaco e l’Assessore allo Sport la nomina della città di Aosta a Città Europea dello Sport 2017 premia, come evidenziato nella lettera, la validità di politiche sportive, programmi e iniziative messe in atto. Sindaco e Assessore allo sport evidenziano, infine, che il riconoscimento ottenuto premia anche il lavoro di rete che ha visto impegnati Comune, Regione, Università, Coni, Federazioni, Associazione sportive, enti di promozione, associazioni di volontariato e tanti altri soggetti del territorio che hanno partecipato alla redazione del Dossier di candidatura della città di Aosta.

L’8 novembre l’Assessore comunale allo Sport del Comune di Aosta sarà presente alla cerimonia del Coni a Roma, con il presidente Giovanni Malagò, mentre il 16 novembre 2016, una delegazione aostana sarà a Bruxelles per l’investitura al Parlamento europeo.

Aosta: Girasole (Stella Alpina) sollecita installazione ascensori nelle case Fresia del Q. Cogne

E’ tornato alla carica il capogruppo della Stella Alpina del Comune di Aosta, Luca Girasole, perché la Giunta municipale dia rapida soluzione all’annoso problema egli ascensori nelle Case Fresia del Quartiere Cogne. Lo ha fatto nel corso dell’ultima adunanza del Consiglio comunale di Aosta in cui si è parlato tra le altre cose anche molto del quartiere Cogne.

Pur senza trascendere e con grande serenità, Girasole ha chiesto ancora una volta alla Giunta di valutare come prioritaria la possibilità di destinare, non appena sarà possibile, qualche risorsa che consenta di realizzare gli ascensori mancanti nelle case Fresia Alte di via Vuillerminaz e via Monte Cervino.

"Si tratta di interventi - ha aggiunto Girasole – che, oltre a dare risposte importanti agli inquilini di quegli edifici, spesso anziani e/o disabili, permetterebbero di rendere più appetibili gli alloggi di edilizia residenziale pubblica situati agli ultimi piani (tra l'altro inseriti nel piano di vendita del comune di Aosta, ndr.) che ormai da troppo tempo risultano vuoti perché sistematicamente rifiutati dai possibili nuovi assegnatari, a causa delle difficoltà di accesso dovute alla mancanza di ascensore".

Per il capogruppo di Stella alpina l’installazione degli ascensori “aumenterebbe sicuramente anche le possibilità di vendita di questi alloggi, i cui proventi verrebbero poi reinvestiti nel medesimo settore, quello della casa, consentendo all'amministrazione quindi di poter dare ulteriori risposte al disagio abitativo, purtroppo in continua crescita".

Un intervento, quello di Luca Girasole, che ripropone un problema anche sociale. Troppi anziani hanno difficoltà di uscire da casa proprio perché gli stabili sono privi di accessi facilitati dagli ascensori.

el.ip

“E’ urgente un Consiglio sull’allargamento della Statale ad Entrèves”

COURMAYEUR - Riceviamo e pubblichiamo la lettera del consigliere di minoranza Paolo Corio: “Calendarizzare, almeno semestralmente, le sedute consiliari”

Desidero informare che il Sindaco di Courmayeur non ha letto oggi durante il consiglio Comunale il Messaggio che le avevo inviato scusando la mia assenza:

Gentile signora Sindaca,
Le scrivo per giustificare la mia assenza nel Consiglio Comunale convocato per lunedì 12 settembre 2016 in quanto, da qualche giorno, sono in Sardegna e, per ovvie ragioni logistiche, pur avendone una forte volontà mi è impossibile rientrare in tempo per la riunione.
E' con dispiacere che non parteciperò a questa seduta del Consiglio comunale che, secondo quanto era stato annunciato, era previsto si tenesse entro la fine del mese di agosto. In tal senso mi ero organizzato con i miei impegni. Ancora una volta devo evidenziarLe la necessità di calendarizzare, almeno semestralmente, le sedute consiliari.
In ogni caso, vista l'importanza del momento in cui avviene questa riunione del Consiglio comunale, Le voglio segnalare, per quanto riguarda il punto 10 all'ordine del giorno, la necessità di approfondire la tematica affinché tutto il Consiglio prenda piena coscienza del progetto di allargamento della SS 26 nella frazione di Entreves e delle relative osservazioni presentate dai cittadini.
A tal fine Le chiedo, e sollecito tutti i colleghi Consiglieri a prendere una decisione in tal senso, di convocare (con modalità e forme che riterrà più opportuno) una riunione monotematica del Consiglio comunale, promuovere successivamente un incontro sul territorio per ascoltare le proposte dei cittadini, il tutto allo scopo di trovare una posizione unitaria e forte del Consiglio comunale. Solo così, credo che il nostro ruolo di Consiglieri potrà essere di vero aiuto per risolvere i problemi dei nostri concittadini.
La prego di voler leggere questa mia missiva a tutto il Consiglio comunale e Le chiedo di rinviare i punti inseriti all'ordine del giorno di mia competenza.
Scusandomi nuovamente per la mia assenza, ringrazio e porgo cordiali saluti.
Il Consigliere
Paolo Corio

Cogne ha individuato la zona per realizzare la stazione di partenza

"Collegati a Pila da una funivia sognando il maxi comprensorio"

I1 Piano regolatore generale di Cogne è stato approvato dalla giunta regionale. E' il 50° dei settantaquattro Comuni valdostani ad adeguare lo strumento urbanistico comunale al Piano territoriale paesistico. «Il Piano ha avuto un percorso lungo ma lineare - dice il sindaco Franco Allera - tra le novità positive la possibilità di avviare il recupero del patrimonio abitativo, la riduzione delle aree edificabili, la salvaguardia dell'ambiente. Riporta anche al centro del futuro di Cogne il collegamento funiviario con Pila». «E' un collegamento - ha detto il presidente della Regione Augusto Rollandin che rientra nella logica del completamento, lungo e oneroso, dei collegamenti intervallivi. Per la funivia tra Cogne e Pila - ha aggiunto Rollandin - è già stata individuata, a centro paese, la zona in cui verrà realizzata la stazione di partenza».

L'improvvisa accelerazione del progetto funiviario risuscita in Franco Allera entusiasmi che si erano affievoliti. «Iniziavamo a pensare che tutto fosse sfumato, dopo avere perso senza speranza il trenino tra Cogne e Pila (nel quale sono stati investiti trenta milioni di euro, ndr). Ora dobbiamo rimboccarci le maniche». Il sindaco ha deciso di convocare il Consiglio comunale per la prossima settimana. «Contiamo di poter avviare il progetto nei primi mesi del 2017. Questo collegamento funiviario è destinato a ridisegnare il futuro di Cogne. Lavoreremo - dice Allera - per evitare di avere un semplice arroccamento destinato allo sci, ma per creare un polo tra

Aosta, Pila e Cogne che viva non solo di sport invernali ma sfrutti, per i dodici mesi dell'anno, l'enorme potenziale turistico e culturale di tre località che hanno storia, cultura e bellezze naturali uniche».

La tesi del polo culturaleturistico trova pienamente d'accordo il sindaco di Gressan Michel Martinet. «Legare da un punto di vista turistico Cogne, Pila e Aosta attraverso la funivia può dare vita a un

progetto dalle ricadute economiche estremamente positive su tutto il territorio».

Con stazione di partenza a Cogne (a cento metri dalla chiesa del paese) i collegamento avrà la stazione di arroccamento a Pila, zona pista Couis uno e stazioni intermedie sul tipo di Plan Praz e Les Fleurs della cabinovia Aosta-Pila. La lunghezza della funivia tra Cogne e Pila è ipotizzata tra cinque e sei chilometri e il costo, secondo una ipotesi il sindaco Allera «potrebbe aggirarsi tra 40 e 50 milioni per un paio d'anni di lavoro. Skyway insegna».

Sfumata La galleria dei trenino di Cogne il mega progetto finito nel nulla dopo anni di lavori e trenta milioni investiti.

Aosta: D. Donzel, 'superato obiettivo raccolta differenziata'

Com'era stato descritto in un primo prospetto diffuso poco meno di due mesi fa dall'assessorato comunale all'Ambiente, a fine giugno la raccolta differenziata ad Aosta si è attestata al 65,3%. "In base a questi dati saremmo già a posto per quanto riguarda gli obiettivi imposti dalla normativa", ha detto in conferenza stampa l'assessore all'Ambiente, Delio Donzel, anticipando uno dei dati che saranno esposti nella riunione dell'osservatorio comunale dei rifiuti in programma il 21 luglio.

"Prima dell'avvio della raccolta dell'organico eravamo attorno al 45%, quindi un anno c'è stata una crescita del 20%", ha aggiunto Donzel, precisando che "il servizio ha ampi margini di miglioramento".

"Il Comune di Aosta, con un proprio ordine del giorno aveva chiesto di portare fuori valle tutto l'organico: all'epoca eravamo dei visionari, ma oggi tutto l'organico viene portato fuori regione. Questa è una soddisfazione", ha commentato l'assessore. Riguardo ai cantieri per il teleriscaldamento ad Aosta, Donzel ha sottolineato: "Crediamo di finire entro ottobre i lavori di posa della rete".

STELLA ALPINA

Movimento politico, autonomista e federalista, la "Stella Alpina" ha per finalità la tutela e il rafforzamento dell’Autonomia speciale valdostana, nel contesto di uno Stato Italiano unitario e federale, nella prospettiva di una vera Europa dei popoli.

AGENDA

SETTEMBRE

mercoledì 20
ore 9.00 - consiglio regionale
ore 9.00 - consiglio comune Aosta

giovedì 21
ore 9.00 - consiglio regionale
ore 9.00 - consiglio comune Aosta

 

 

 

Adesioni alla Stella Alpina

L'adesione alla "Stella Alpina" avviene con una sottoscrizione di impegno a rispettare i contenuti dello Statuto.

Le domande di prima adesione devono essere presentate alla Sezione del Comune di residenza o di domicilio oppure presso la sede del Movimento - Via Monte Pasubio, 40 - Aosta.

Leggi tutto

Newsletter

CONTATTI

Movimento Politico Stella Alpina

  • Via Monte Pasubio, 40 11100 Aosta
  • Tel: 0165 32200
  • Fax: 0165 525355
  • Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Il deputato On. Rudi Marguerettaz riceve presso la sede della Stella Alpina su appuntamento

Sei qui: Home News dai comuni

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo