News dai comuni

Sei qui: Homepage News dai comuni

Cervinia - L’assessore Eugenio Torri fiducioso nella sua realizzazione. Più vicino il centro commerciale

Previsto anche un parcheggio interrato comunale davanti alla chiesa

Valtournenche - «Ci sono buone prospettive che si realizzi il Piano urbanistico di dettaglio commerciale di fronte alla chiesa di Cervinia che prevede un centro commerciale». Ad anticiparlo è l’assessore comunale alle Opere Pubbliche Eugenio Torri. I progetti - fa sapere - sono già stati presentati in Regione. «Sarà la soluzione - prosegue Torri - alla mancanza di bagni pubblici di cui ho sentito parlare». A sollevare la questione ‘bagni’ gli sci club i cui ragazzi hanno budget limitati. Il progetto con tanto di parcheggio interrato - noto come Bertola, Bertani e Baselli - di esercizi commerciali, di selfservice, di ristorante e bagni sarà portato avanti da un pool di privati di cui Torri dice «trovare chi vuole investire è cosa rara in un momento di crisi e inoltre offre al Comune un parcheggio chiavi in mano e la possibilità di ampliare e abbellire la piazzetta antistante la chiesa. Il posteggio interrato potrà ospitare fino a dieci pulman». Come dire: «Ben vengano i privati».

...omissis...

Sulla mancanza di bagni pubblici a Valtoumenche Torri fa una riflessione: «Siamo una cittadina turistica e, a volte, i bagni pubblici sono poco consoni all'immagine che si vuole dare».
Danila Chenal

Charvensod - La Consulta ragazzi chiede e ottiene l‘istituzionione di un servizio doposcuola

La sicurezza stradale accomuna grandi e bimbi
A Plan Félinaz dossi per rallentare iltraffico e migliorie per la rotonda del campo sportivo

CHARVENSOD - Il doposcuola e la sicurezza stradale sono i temi passati al vaglio della Consulta comunale ragazzi la quale in due mesi ha elaborato alcune proposte che ha sottoposto all’attenzione del Consiglio comunale di giovedì due maggio. Le quarte e quinte classi del capoluogo e di Plan Félinaz hanno segnalato la necessità di attivare un servizio di dopo scuola perché «alcuni alunni usufruiscono di quelli istituiti dal comune di Aosta per poter essere seguiti nell’esecuzione dei compiti assegnati in quanto hanno difficoltà ad aiutare i propri figli specialmente nelle lingue straniere», spiegano in aula.
I giovani studenti incassano subito il sì dell’amministrazione comunale, il sindaco Ennio Subet garantisce che «il servizio sarà attivato fin dalla ripresa delle lezioni a settembre». Il primo cittadino è più cauto sulla sicurezza stradale perché «il codice della strada ha delle regole precise», spiega. Promette comunque di studiare il dossier nel quale la Consulta propone strisce, semafori, pannelli catarifrangenti e dossi in prossimità delle scuole. «Chiedete cose concrete - ha sottolineato Subet - che cercheremo di realizzare perché la sicurezza stradale è un bene per tutta la comunità». «Istituita da poco, la Consulta si è rivelato un organo attivo tanto che oggi già raccogliamo i primi frutti», ha aggiunto l’assessore alla Cultura Ronny Borbey.
Più sicurezza per Plan Félinaz
In sintonia con gli alunni delle elementari i cittadini di Plan Félinaz che, con una sorta di petizione pubblica, chiedono di migliorare la viabilità, parlando di «profondo disagio per l’alta velocità con la quale alcuni percorrono il centro abitato». Esclusi per legge tutor e autovelox, l’amministrazione comunale ha chiesto la collaborazione della Regione che si è impegnata a «portare correttivi alla rotonda incriminata e installare dossi», ha comunicato a fine seduta Subet.
Danila Chenal

Aosta, approvata una variazione di bilancio da 400 mila euro. Aosta - “La modifica sostanziale del bilancio e della relazione previsionale e programmatica è dovuta a un avanzo – ha spiegato l'Assessore comunale alle Finanze, Mauro Baccega – derivante da d

È stata varata questo pomeriggio, durante la quarta Commissione Consiliare “Affari Istituzionali” del Comune di Aosta, una variazione riguardo il Bilancio di Previsione per il triennio 2013/2015, approvato dal Consiglio Comunale il 28 dicembre 2012.

“La modifica sostanziale del bilancio e della relazione previsionale e programmatica è dovuta a un avanzo di 400mila 632 euro – spiega l'Assessore comunale alle Finanze, Mauro Baccega – derivanti da diversi contributi in entrata”.Le entrate correnti aggiunte a bilancio constano di 19mila euro dovuti al Contributo regionale emergenza abitativa, 222mila 367 euro per il trasferimento dall'INPS del progetto Home Care Premium (che saranno invece 162mila 533 per il 2014), 80mila derivanti dal contributo regionale locazione alloggi emergenza, 10mila da locazioni. Le entrate per gli investimenti sono invece di 5mila euro per il trasferimento dall'INPS di attrezzature informatiche per il progetto Home Care Premium e 83mila 265 derivanti dal finanziamento, regolato dalla Legge Regionale 11/2005, di tecnologie per la sicurezza del territorio, nella fattispecie l'installazione di telecamere RS.

di Luca Ventrice

“No a gestioni private di campi sportivi”

C’è allarme nel mondo sportivo valdostano per il prospettato affidamento esterno della gestione di impianti sportivi del Comune di Aosta.
Le strutture coinvolte sono lo stadio Puchoz, il campo di rugby (dove gravitano anche baseball e football americano), il campo Tesolin di atletica e il complesso del Montfleury di calcio.
Nella sua ipotesi più negativa, l’affidamento ai privati, come riporta una lettera indirizzata al sindaco Bruno Giordano, «rischia di portare a un aumento dei costi e alla cessazione dell’attività da parte di diverse associazioni sportive».
La lettera, sottoscritta da società di calcio, football americano, baseball e rugby, è stata recapitata agli uffici di piazza Chanoux. Primo firmatario è Giulio De Ceglie, del Centro giovani calciatori Aosta, che afferma: «Siamo molto preoccupati riguardo alle prospettive che si prefigurano. Il mondo dello sport può capire la difficoltà nella quadratura del bilancio del Comune di Aosta, ma l’ente dovrebbe tenere in maggior considerazione l’aspetto sociale che le società sportive, con la loro struttura fondata sul volontariato, riescono a garantire. Per questo, con la lettera al sindaco, abbiamo chiesto un incontro per discutere e trovare una linea condivisa, prima di patire decisioni calate dall’alto, nonmodificabili e deleterie».
Il problema nasce dal fatto che, come definito nel piano esecutivo di gestione approvato dalla giunta, il Comune intende razionalizzare le risorse umane interne, spostando gli operai che finora hanno seguito gli impianti sportivi verso la gestione del verde pubblico, non più gestito con appalto esterno.
Della situazione si è parlato martedì in Consiglio,  ....omissis....
Per Flavio Serra, capogruppo di Stella Alpina e vice presidente del Coni «è necessarian una legge regionale sullo sport che non guardi esclusivamente ai contributi, ma dia chiari indirizzi anche in altri ambiti, comprese le gestioni degli impianti sportivi».
...omissis
Fonte: La Stampa
 

Mobilità - La struttura di quattro piani potrà anche essere utilizzata cme "garage" in notturna dai residenti. Roma Nord, il parcheggio apre a maggio. All’ex residence Mont-Blanc saranno dispinibili 507 posti; prezzi bassi, ma si pagherà anche la domenica

507 posti auto - un centinaio in più rispetto a quelli attualmente disponibili nelle due aree di piazza Caduti dei lager nazisti - quattro livelli interrati, apertura h 24 per 365 giorni all’anno.
Ecco in sintesi, le caratteristiche del parcheggio Roma Nord che, secondo le previsioni, dovrebbe aprire nel mese di maggio. Lo ha comunicato, anticipando i contenuti del piano tariffario, il dirigente del Servizio Sosta e Mobilità dell’Azienda di Pubblici Servizi Fabio Bressan in occasione della riunione della II Commissione consiliare.
Secondo l'assessore alla Mobilità Stefano Borrello, si tratta di piano tariffario dinamico, modulato su diverse fasce orarie, che ha ben chiaro l’obiettivo di essere struttura a senvizio dell'ospedale, situato in una zona nevralgica per la visibilità cittadina. Il piano tiene conto dei picchi di accesso alla struttura ospedaliera per esempio in coincidenza con gli orari di visita ai degenti, ma anche degli esami di laboratorio mattutini e anche della necessità di "servire" i dipendenti del plesso ospedaliero - commenta Borello. Sono previsti abbonamenti a prezzi decisamente concorrenziali la tariffa massima oraria è di un euro; l'abbonamento più costoso è di 60 euro; realtà simili alla nostra hanno prezzi ben più alti Trento ad esempio, prevede una tariffa di due euro all’ora per l'abbonamento che arriva a 109 euro».
«Lobiettivo è quello di distribuire i flussi in modo equilibrato, attraverso tariffe modulate in fasce orarie, in funzione delle variabili di distribuzione della sosta nell’arco delle 24 ore» - ha commentato il dirigente dell’Aps Fabio Bressan.
Un centinaio di abbonamenti saranno riservati al personale dell'azienda Usl che, "non si è ancora dotata di un piano spostamenti casa-lavoro, previsto dalla legge" ha precisato il dottor Bressan.  (vedi replica qui sotto).
Il parcheggio sarà disponibile 24 ore su 24, compresi la domenica e i giorni festivi. Quattro le fasce orarie; sono previste anche tre tipologie di abbonamento, senza garanzie del poste che vogliono rispondere a categorie di utenza differenti e con differenti esigenze di sosta: continua o di lunga durata; di attestamento diurno o pendolare e di ricovero notturno.
Fonte: gazzetta matin - Cinzia Timpano

Dimezzate le indennità assessorili

Meno 50% nelle indennità di carica dei cinque assessori (vice sindaco compreso) oltre a una sforbiciata del 10% dell’indennità di carica del sindaco.
Sono queste alcune delle misure approvate nel corso dell'ultimo Consiglio comunale di Allein, misure di contenimento della spesa (per un risparmio annuo di circa 12.000 euro) adottate con I'intento "di poter chiudere un bilancio di previsione sul quale, manco a dirlo, si è abbattuta la scure degli tagli per l'ennesimo anno consecutivo - commenta il primo cittadino Erik Patrocle - noi il buon esempio l'abbiamo dato, penso sia giunta l'ora che lo diano anche coloro che stanno più in alto di noi".
Un bilancio di previsione, quello relativo all'anno 2013, che pareggia a quota 990.392 euro, cifra che - in verità - non lascia grandi margini di manovra per gli investimenti. "Purtroppo il periodo è quello che è - spiega Patrocle - motivo per cui l'obiettivo rimane quello di riuscire a garantire piccoli quanto mirati interventi di manutenzione sul territorio". In un simile contesto, al fine di ridurre l'indebitamento e ruscire a fare fronte alle quote Fospi, l'amministrazione ha deciso di mettere in vendita due appartamenti a Dayllon e la vecchia scuola di Chez Norat
Fonte: Gazzetta Matin

Lo ha annunciato l'assessore Delio Donzel. Coperture in Eternit, da marzo via ai controlli su chi non ha presentato l’autocertificazione

AOSTA (zgn) E’ stato l’assessore all’Ambiente Delio Donzel, in occasione del Consiglio comunale di Aosta che si è riunito martedì scorso, 19 febbraio, a fare il punto sul rischio amianto in città.
....omissis.......
Nella sua risposta l’assessore all’Ambiente Delio Donzel, in merito all'incarico ad un professionista per affiancare l’Amministrazione comunale nelle verifiche e negli approfondimenti necessari nei confronti di chi non ha presentato l’autocertificazione richiesta dal Comune, ha annunciato che tale attività inizierà il prossimo mese di marzo. «Il primo passo - ha detto l’assessore Delio Donzel - è quello di stabilire il criterio con il quale procedere con i sopralluoghi e le modalità di avviso dei proprietari dal momento che il professionista dovrà essere necessariamente accompagnato dall’amministratore del con- dominio che dovrà garantire la sicurezza di accesso alla copertura e da un incaricato della Polizia Locale per il verbale di inottemperanza dell’ordinanza sindacale».
Quindi l’assessore Delio Donzel ha precisato che «l’incarico professionale ha appunto lo scopo di redigere le relazioni richieste con l’ordinanza sindacale in luogo dei proprietari inadempienti, chiedendone successivamente il risarcimento del costo sostenuto dall’Amministrazione».
Ma quali sono gli Enti pubblici che hanno presentato la documentazione richiesta?
«L’unico è stato l’Arer, l’Azienda regionale per l’edilizia residenziale», ha puntualizzato l’assessore Delio Donzel. Nei casi dichiarati o verificati di cattivo stato di conservazione delle coperture in Etemit «l’Ufficio competente eseguirà sopralluoghi con l’ufficiale sanitario dell’usl Valle d’Aosta - ha concluso l’assessore Delio Donzel - e determinerà i provvedimenti più opportuni, caso per caso, sulla base della valutazione del pericolo di dispersione di fibre nell’aria ed il conseguente rischio per la sanità pubblica».
Fonte : La Vallée Notizie

Rifiuti: la raccolta porta a porta dell'umido è il prossimo obiettivo del Comune di Aosta». L’assessore comunale all’Ambiente Delio Donzel: «Nuovi scenari dopo il referendum, bisogna aumentare la percentuale della differenziata che può raggiungere il 65%»

AOSTA (zgn) Preferire i prodotti alla spina - per esempio i detersivi - a quelli imballati, l'introduzione del principio «pagare in base a quanto si produce» per lo smaltimento dei rifiuti e l’avvio della raccolta porta a porta anche dell’umido con l’obiettivo di incrementare sensibilmente la percentuale della differenziata ad Aosta.
E’ una riflessione a trecentosessanta gradi quella dell’assessore comunale all’Ambiente Delio Donzel dopo l’esito referendario del 18 novembre scorso che, aldilà del fatto che la legge regionale modificata sia stata impugnata dal Consiglio dei Ministri e in attesa della pronuncia della Corte Costituzionale, escludendo il trattamento a caldo «ha rappresentato un punto di svolta nella gestione dei rifiuti in Valle d’Aosta». L'assessore Delio Donzel, precisato che «le problematiche legate ad una discarica in via di esaurimento rimangono attuali come gli obiettivi per raggiungere i limiti di raccolta differenziata previsti per legge», sottolinea che «prima di arrivare alle modalità di smaltimento finale, sia esso a caldo o con i trattamenti a freddo, è bene partire dall’inizio, dal momento in cui ognuno di noi contribuisce a produrre materiali di scarto.
Ecco perché è importante prestare particolare attenzione «a politiche che riducano la quantità di nfiuti. Un esempio pratico? «I prodotti alla spina - suggerisce l’assessore Dello Donzel - sono un primo passo verso acquisti consapevoli e riducono sensibilmente la quantità di rifiuti». Ma la raccolta differenziata ha dato i risultati sperati o no? «Il sistema del porta a porta, come avviene ad Aosta dal 2005, - assicura l’assessore Delio Donzel - è certanzente valido e può essere applicato in molte altre realtà valdostane».
Non secondario, però, è l’aspetto dei costi del servizio che «sarà uno degli argomenti prioritari che dovranno essere affrontati
- evidenzia l'assessore Delio Donzel - tenendo conto che, già da quest’anno, si prevedono possibili aumenti a carico dei contribuenti essendo necessario arrivare alla copertura del servizio. Di pari passo è necessaria una accelerazione nel passaggio da tassa a tariffa, al fine di introdurre il principio “pagare in base a quanto si produce”, chiarendo bene agli utenti quali sono i costi fissi uguali per tutti legati ai costi del servizio e a quelli di igiene urbana».
D’altro canto l’assessore Delio Donzel si dichiara convinto che la differenziata «pur essendo arrivata ad una percentuale del quarantacinque per cento circa a livello regionale, offre ancora ampi i margini di miglioramento e sono realisticamente raggiungibili percentuali intorno al cinquanta o al cinquantacinque per cento anche senza ricorrere alla raccolta della frazione organica».
Tuttavia il passo successivo su cui è necessario avviare «una decisa programmazione» è proprio la raccolta dell’umido. «Ad oggi ci si è limitati a promuovere a compostaggio domestico - rileva l’assessore Delio Donzel - con risultati incoraggianti in alcune realtà ma ancora lontani da una efficace riduzione complessiva dei rifiuti. Ad Aosta è stato applicato uno sconto sulla tariffa, in altri comuni è stata consegnata gratuitamente la compostiera, ma ritengo si debbano intraprendere ulteriori iniziative. In accordo con l’Amministrazione regionale nel 2013 dovremmo avviare nella futura Isola ecologica di Mont Fleury una compostiera automatica che nelle nostre intenzioni riuscirà a smaltire circa sessanta tonnellate annue di rifiuti organici provenienti dalle mense scolastiche cittadine. Si tratta di un ulteriore passo in avanti, ma per avere risultati più significativi stiamo vagliando la possibilità di avviare la raccolta porta a porta anche della frazione organica su tutto il territorio cittadino. A tale riguardo gli uffici stanno verificando le condizioni e i costi gestionali alfine di valutare nel concreto un suo avvio. Dal punto di vista organizzativo non vi sarebbero particolari problemi e la percentuale di raccolta differenziata, calcolata sulla base di quanto succede in altre realtà similari ad Aosta, salirebbe nel giro ai pochi mesi al sessantacinque per cento»
Conclude l’assessore Delio Donzel: «Ogni decisione sullo smaltimento finale deve ora per forza di cose tenere conto di  una legge regionale che è stata modificata e che non prevede il trattamento a caldo. Una Commissione regionale appositamente costituita ha avviato un approfondimento in tal senso e questo è positivo. Però la complessità dell’argomento, a mio parere, richiederebbe un più ampio coinvolgimento di tutte le parti in causa». Magari interpellando anche l'Amministrazione comunale di Aosta. Cosa che, fino ad oggi, non è avvenuta.
Fonte: La Vallée Notizie - Giancarlo Zaramella

Enti Locali: Corrado Segor, 'Servizi assistenziali fiore all'occhiello di Villeneuve'

Il giro d'orizzonte di valledaostaglocal.it sullo stato dell'arte dei Comuni valdostani fa tappa a Villeneuve. Con il successo del servizio domiciliare ‘Assistant de hameau’, il Comune dell'envers si conferma all’avanguardia in Valle d’Aosta nel campo della ‘sperimentazione’ socio-sanitaria. L’assessore comunale alle politiche sociali Corrado Segor assicura di voler proseguire nel 2013 le ‘buone pratiche’ rivolte a migliorare la qualità della vita.

Assessore Segor, come è stato accolto il servizio di assistenza a domicilio rivolto ai residenti delle frazioni?

Il programma sperimentale triennale ‘Assistant de hameau’ ha incontrato il favore della popolazione al di là delle aspettative. Le assistenti Nadia e Federica, preparate professionalmente e soprattutto convinte del valore e dell’importanza del progetto di sperimentazione, si sono impegnate sul territorio di Villeneuve intervenendo direttamente a casa dei residenti di tutte le frazioni anche per rispondere a necessità improvvise, aiutando soprattutto gli anziani a trovare soluzioni pratiche ai tanti problemi quotidiani, che in questi tempi di crisi sono purtroppo aumentati”.

Riuscirete a mantenere alta la qualità dei servizi socio-sanitari nonostante la spada di Damocle del patto di stabilità?

“Il mio obiettivo per il 2013 è di ampliare l’offerta socio-sanitaria per gli abitanti di Villeneuve, riproponendo iniziative di prevenzione quali gli screening sulle cefalee, e di divulgazione come ad esempio l’incontro pubblico sull’utilizzo del sale nell’alimentazione quotidiana. Ritengo che una buona amministrazione debba occuparsi direttamente e con alta priorità della salute dei concittadini, e questo è il mio principale impegno, lo voglia o no il famigerato patto di stabilità”.

Quanta attenzione è dedicata alle esigenze economiche dei residenti meno abbienti o che maggiormente risentono della crisi finanziaria?

“Sto verificando la possibilità di ottenere maggiori stanziamenti per rispondere alle richieste di aiuto straordinario da parte di compaesani in difficoltà, sempre però con la speranza che quest’anno si possa finalmente tornare a vedere segnali concreti di ripresa. Io, dal canto mio, ce la metterò tutta”.
 
Fonte: valledaostaglocal

Enti Locali: Perluigi Marquis, "Guardiamo oltre la crisi per rilanciare Saint-Vincent e la media valle" Il patto di stabilità blocca le uscite di cassa, le difficoltà occupazionali attanagliano le fasce deboli. Il presidente della Comunità Montana Monte C

Come reagiscono alla crisi gli enti locali valdostani? A questa domanda cerca di dare una risposta Valledaostaglocal.it, incontrando amministratori dei comuni e delle comunità montane. Primo ospite è Pierluigi Marquis, assesssore ai Lavori Pubblici del Comune di Saint-Vincent e presidente della Comunità montana Monte Cervino.

Assessore Marquis, quali sono a tutt'oggi i 'lavori in corso' da portare a termine?

E' completata la realizzazione del piano di riqualificazione di Saint-Vincent, che ci ha impegnato per un decennio, ora compatibilmente alle disponibilità finanziarie stiamo dando corso ai programmi di cui l'amministrazione si è dotata. L'intervento principale tra quelli in corso d'opera è senza dubbio, per le attese generate sulla comunità, quello di riqualificazione delle Terme, di cui ad oggi è stato sostanzialmente completato il primo lotto.

Il ruolo che la pubblica amministrazione esercita in relazione a questo intervento, nella qualità di proprietaria degli immobili (parte concedente) è quello di monitorare l'andamento dei lavori con particolare riferimento alla loro qualità, alle tempistiche di realizzazione ed alla verifica del rispetto della convezione che disciplina i rapporti tra la parte pubblica e privata che realizza e gestirà l'iniziativa imprenditoriale per trenta anni.

Assumono rilievo anche i lavori di recupero del municipio, oggetto di finanziamento Fospi da parte dell'assessorato regionale delle Opere pubbliche, che saranno completati entro la primavera 2014. Rivestono importanza per la riorganizzazione delle funzioni insediate, per i minori costi energetici di gestione successivi all'intervento ma anche perché una volta completati si libereranno gli spazi in cui oggi trova sede provvisoria il Comune, che potranno essere disponibili per altre esigenze della collettività.

Quali sono le prossime opere importanti che intendete intraprendere?

Nel 2013, grazie a un finanziamento concesso dall'assessorato regionale alle Opere pubbliche, saranno realizzati tre parcheggi ubicati rispettivamente nelle località Valyre, Lenty e Grand-Rhun per una dotazione complessiva di 37 posti auto. Questi interventi puntuali, di attuazione del piano parcheggi, sono sicuramente significativi e funzionali al recupero dei villaggi.

Non meno importanza assumono, ai fini del miglioramento delle condizioni di sicurezza nella circolazione, anche i lavori di sistemazione dello svincolo di accesso alla frazione Champcillien, la programmazione dello svincolo di accesso all'area artigianale e la definizione della progettazione dello svincolo sulla strada Statale 26 in corrispondenza del cimitero.

Assessore, quali sono gli effetti pratici della spending rewiew sulla gestione del vostro comune ?

La situazione finanziaria quest'anno è critica, dopo i tagli ai trasferimenti subiti negli anni passati, il comune avrà minori introiti, da parte della regione rispetto al precedente anno, pari a circa 1.400.000 euro, dei quali due terzi dovuti a risorse venute meno in relazione alla Casa da gioco. Un taglio notevole che impone una riduzione della spesa. Il percorso non è privo di difficoltà poiché Saint-Vincent rispetto ad altri comuni ha anche maggiori spese da sostenere in funzione delle sue caratteristiche, dettate dall'essere paese termale e sede del Casinò. Come componente politica della Stella Alpina ci siamo dati come obiettivo prioritario quello di contenere il più possibile le aliquote del salasso IMU ai concittadini.

Sui servizi comunali in forma associata qual'è la sua opinione?

E' sicuramente importante incrementare la gestione dei servizi in forma associata per renderli economicamente sostenibili con il livello attuale di disponibilità finanziaria, e garantire cosi il loro mantenimento nel prossimo futuro. Questi processi di aggregazione necessitano però di politiche riorganizzative degli enti i cui benefici si concretizzano non sempre nell'immediato. Quest'anno verrà attivata, a livello di Comunità Montana Monte Cervino, la gestione in forma associata della riscossione dei tributi.

E' un'iniziativa virtuosa che oltre ad un miglioramento del servizio consentirà, a regime dopo i primi tre anni, di generare un'economia annua pari a circa 230.000 euro. Nonostante i comuni della nostra Comunità Montana abbiano già intrapreso la via della gestione associata volontaria su alcuni servizi, spazio per ulteriori iniziative ne è ancora rimasto.   

 Fonte: aostaglocal.it - p.g

STELLA ALPINA

Movimento politico, autonomista e federalista, la "Stella Alpina" ha per finalità la tutela e il rafforzamento dell’Autonomia speciale valdostana, nel contesto di uno Stato Italiano unitario e federale, nella prospettiva di una vera Europa dei popoli.

AGENDA

NOVEMBRE

mercoledi' 22
ore 9.00 - consiglio regionale
ore 9.00 - consiglio comunale

giovedi' 23
ore 9.00 - consiglio regionale
ore 9.00 - consiglio comunale

Adesioni alla Stella Alpina

L'adesione alla "Stella Alpina" avviene con una sottoscrizione di impegno a rispettare i contenuti dello Statuto.

Le domande di prima adesione devono essere presentate alla Sezione del Comune di residenza o di domicilio oppure presso la sede del Movimento - Via Monte Pasubio, 40 - Aosta.

Leggi tutto

Newsletter

CONTATTI

Movimento Politico Stella Alpina

  • Via Monte Pasubio, 40 11100 Aosta
  • Tel: 0165 32200
  • Fax: 0165 32200
  • Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Il deputato On. Rudi Marguerettaz riceve presso la sede della Stella Alpina su appuntamento

Sei qui: Home News dai comuni

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo