News dai comuni

Sei qui: Homepage News dai comuni

Verrès - Soddisfazione dell’assessore al Turismo Alessandro Rossi a stagione archiviata

Eventi: «Centrati tutti gli obiettivi»

Per l’assessore al Turismo Alessandro Rossi «il bilancio delle manifestazioni estive è positivo sotto tutti gli aspetti». L'analisi arriva al termine della patronale di Saint-Gilles che chiude i grandi eventi dell’estate. «Abbiamo raggiunto gli obiettivi - sottolinea Rossi - e in alcuni casi superati. Il patrono è un importante momento di aggregazione che coinvolge tutti gli attori del territorio e la popolazione. Tralasciando Pedalando Curiosando, la manifestazione alla scoperta degli angoli pittoreschi tra Issogne, Arnad, Verrès, Montjovet e Champdepraz cancellata per il maltempo, l’assessore al Turismo non ha dubbi: Gli eventi hanno portato in paese un flusso interessante e inaspettato di visitatori». Rossi cita tra i tanti l’esposizione dedicata ai modellini di treno che «ha avuto un ottimo riscontro». Non vuole che si dimentichi Rossi, ricordando che il paese è ormai multirazziale, che «le manifestazioni oltre che per la promozione del territorio sono state ideate per avvicinare i cittadini alla cultura e alla tradizione verrezziese». Lascia intendere l'assessore che le sagre non sono il sale dell’accoglienza. Si limita a dire: «Le attività nuove e intelligenti riescono a coinvolgere e creano un senso di appartenenza». Con in cabina di regia l’amministrazione comunale, le iniziative non solo sono piaciute ma sono state anche all’insegna del risparmio. Un percorso che gli amministratori non vogliono abbandonare tanto che Rossi fa sapere che «la continuità è garantita viste te ricadute positive sul territorio». Ultimo appuntamento della patronale sabato 7 settembre nella collegiata - sempre più visitata - con Cantinsieme, il concerto del coro di Verrès, della corale di Valgrisenche e del coro Cesare Rinaldo di Coggiola in provincia di Biella.
da. ch.

Ruggero Meneghetti ed Enzo Trecate prenderanno il posto di Pierluigi Marquis nella Giunta e nel Consiglio comunale di Saint-Vincent il prossimo 22 agosto

Si terrà nella serata di giovedì 22 agosto la riunione del Consiglio comunale di Saint-Vincent dove Pierluigi Marquis, dimissionario dopo la sua elezione in Consiglio Valle e la nomina ad assessore regionale alle attività produttive, verrà sostituito, nel ruolo di consigliere da Enzo Trecate della Stella Alpina e, per quanto riguarda l'incarico in Giunta come assessore ai lavori pubblici, da Ruggero Meneghetti, che dovrà però lasciare il posto di presidente della "Fondazione Crétier Joris", che gestisce l'asilo nido comunale, incompatibile con l'incarico nell'Esecutivo comunale.
...omissis......

Allein, sono sempre meno i turisti italiani

Allein è un piccolo comune della Valle d'Aosta situato alle pendici del Mont Saron. «Anche qui la crisi si fa sentire nel settore del turismo, ma non solo», come ci ha riferito il sindaco Erik Patrocle, che ha poi proseguito: «la crisi c'è, si vede a tutti i livelli, se prima la gente rimaneva sul posto per una settimana, adesso rimane meno giorni». Per questo motivo «poche seconde case quest'anno sono state affittate e per pochi giorni».

Allein è una piccola realtà, piccoli sono i numeri - ha un bed and breakfast e un agriturismo - è un piccolo paese con costi accessibili. Quest'anno «ci sono più stranieri che italiani e più famiglie» ha affermato il primo cittadino. «Il nostro è un piccolo comune, per la sua posizione è possibile fare passeggiate all'aria aperta, spostarsi in mountain bike e fare escursioni, cosa che attraggono molto».

Sabato 3 agosto ci sarà la consueta festa patronale di Santo Stefano e a fine agosto la sagra in cui si ha la possibilità di degustare specialità culinarie a base di patate, tra cui la prelibata Sorsa di Allein, giunta ormai alla sua XIX edizione.

Valentina Raffa

Charvensod, la Giunta regionale ha approvato il nuovo piano regolatore

Particolare attenzione è stata posta al contrasto del fenomeno dell’abbandono del territorio agricolo ed alla valorizzazione dei beni ambientali.

Anche Charvensod ha un nuovo piano regolatore. La Giunta regionale ha approvato ieri, venerdì 26 luglio, la variante sostanziale che adegua la pianificazione del territorio alla normativa urbanistica e di pianificazione territoriale della Valle d’Aosta e al Piano territoriale paesistico. Spetta ora al Comune concludere definitivamente l’iter di approvazione con l’accoglimento della deliberazione della Giunta regionale e quindi la pubblicazione del nuovo piano, dalla cui data questo sarà a tutti gli effetti vigente.

L’intenzione dell’Amministrazione comunale, nel predisporre la variante generale di Piano regolatore, è stata quella di governare le trasformazioni territoriali indirizzandone lo sviluppo verso l’integrazione equilibrata delle attività economiche (agricole, artigianali, turistiche) presenti sul territorio, con particolare attenzione a quelle agro-silvo-pastorali viste anche come mezzo di sviluppo economico integrabile con l’offerta turistica. Viene inoltre incentivato il recupero del patrimonio edilizio esistente limitando la nuova edificazione al completamento di aree già parzialmente edificate, senza prevedere nuove zone edificabili. Viene infine completata e migliorata l’offerta dei servizi.

Particolare attenzione è stata anche posta al contrasto del fenomeno dell’abbandono del territorio agricolo ed alla valorizzazione dei beni ambientali.

Il Comune conta attualmente 2527 abitanti e l’andamento demografico, in lieve crescita nel decennio 1999-2008 (+11,73 per cento), fa registrare leggera flessione dal 2011. Le aree libere ancora presenti e le possibilità di recupero del patrimonio edilizio esistente consentono comunque l’insediamento di ulteriori 750 abitanti (residenti e fluttuanti) oltre ad attività artigianali, commerciali e ricettive.

...omissis....

di Domenico Albiero

Aosta: la crisi colpisce anche i rifiuti; 1124 tonnellate in meno nel primo semestre 2013

I dati snocciolati dall'assessore Delio Donzel: «Dati parziali, ma con questo calo anche la differenziata ne risente: -4% rispetto al 2012»

Un ispettore dei rifiuti come istituito dalla comunità montana Mont Rose per "controllare" i cittadini in tema di raccolta differenziata? Forse in futuro, con l'entrata in vigore del nuovo contratto di appalto, ma per ora sono altri i dati rilevanti che emergono dalla risposta dell'assessore all'Ambiente Delio Donzel ....omissis....

«Non ci sono stati miglioramenti - chiosa Donzel - e dai dati parziali del primo semestre 2013 forniti da Quendoz, risulta un 45.73% di differenziata, a fronte del 49.23% dello scorso anno. Ma il dato significativo - continua Donzel - non è questo, quanto il calo complessivo nella produzione dei rifiuti: -13%, pari a 1124 tonnellate di rifiuti in meno, la quantità che Aosta produce in ben 27 giorni».

L'assessore continua snocciolando dati. «Il calo riguarda anche i rifiuti riciclabili (-20%) - spiega ancora Donzel - e può influire una disaffezione dei cittadini, ma è la crisi a colpire. Alcuni come plastica e vetro sono rimasti stabili, ma a fronte di un -8% per la carta, un -53% di materiale legnoso, -36% di ferro, addirittura un significativo -18 nella raccolta di Raee (rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche), -18% per le batterie delle auto e -63% di pneumatici. A conferma del fatto che si tratta di crisi, arriva anche il +100% di olio motore conferito in discarica, segno che la gente ha scelto il fai da te».

L'assessore ha poi concluso prospettando dei miglioramenti. «Abbiamo subito dei rallentamenti a causa del ricorso al TAR presentato dopo l'assegnazione dell'appalto - conclude Donzel -, ma con il nuovo contratto, quanto prima operativo, la comunicazione e la formazione verranno notevolmente migliorate, dando via allo sviluppo anche di una decina di macro-temi che prevedono, appunto, anche il controllo condominiale del conferimento».

(alessandro bianchet)

Per il sindaco di Aosta Giordano ''la nomina di Serra e Marzi conferma la validità della coalizione''

Entrati in Consiglio i due nuovi consiglieri della Stella Alpina Paolo Scoffone e Luca Girasole

«Non mi sono mai sottratto alle spiegazioni; la nomina di Serra e Marzi conferma la validità della coalizione ed è nel segno del consenso elettorale; non ci sono rimodulazioni di programma ma si va avanti con il piano A e pezzi per strada questa maggioranza non li ha persi». Ribatte così il sindaco di Aosta .....omissis....

Tirato per i capelli Serra ha concesso «ho preso atto della gran mole di lavoro che mi aspetta e spero di interloquire con la minoranza in modo degno nel rispetto dei ruoli; lascio un gruppo coeso e spero di dare di più nel settore della mobilità».

Vincenzo Caminiti, caprogruppo della Stella Alpina ha tagliato corto: «Sono le persone più idonee a entrare in Giunta, hanno e avranno la capacità di lavorare bene come lo hanno fatto i loro predecessori». La delibera passa con 17 voti a favore, dieci astensioni.

Sono poi entrati in aula Luca Girasole, in giacca e cravatta di ordinanza, e Paolo Scoffone, in polo azzurra, jeans e scarpe da tennis. Entrambi della Stella Alpina hanno sostituito i neo eletti assessori. La delibera di surroga passa all’unanimità. «Entro in questo Consiglio con lo spirito di mio padre (Giovanni maestro per anni presidente della Federazione dei Maestri del Lavoro della Valle d’Aosta ndr). che era persona ancorata a principi di lealtà, che non ha mai accettato compromessi; spero di esserne all’altezza; entro con la volontà di portare un contributo alla comunità», ha sottolineato Scoffone.

«Sono consapevole che l’incarico che vado a ricoprire richiederà impegno e abnegazione; di fronte alla crisi dobbiamo essere tutti responsabili ma non dovranno mancare le risorse per le famiglie e per gli anziani», ha puntualizzato Girasole.

(danila chenal)

Consiglio Comunale - Carlo Marzi e Flavio Serra nuovi assessori

Il mosaico si completa
Dubbio Cossard: «Ho rinunciato all'assessorato, ma per la vice presidenza dovrei essere a posto»

AOSTA - Si completa il mosaico del consiglio comunale di Aosta. Con l’uscita per l’approdo nel governo regionale di Mauro Baccega e Stefano Borrello, i posti vacanti di assessore sono stati presi da Carlo Marzi (Servizi Finanziari, Patrimonio, Rapporti con Azienda Speciale, Enti e Società partecipate) e Flavio Serra (Edilizia, Urbanistica, Espropri, e Mobilità). A cascata, Stella Alpina ha riempito gli altri tasselli, affidando il ruolo di capogruppo a Luca Girasole e di vice a Vincenzo Caminiti. Rimane, però, un’incognita legata alla vicepresidenza del Consiglio nelle mani di Guido Cossard, che potrebbe essere costretto a rassegnare le dimissioni sulla base della legge 39/2013, anche se il diretto interessato sembra escludere l’ipotesi. Non so ancora quale sarà l'interpretazione più corretta - spiega Cossard -. Ho scelto di continuare a fare il dirigente scolastico, per cui ho dovuto rinunciare al ruolo di assessore per incompatibilità, ma riguardo alla vice presidenza non dovrebbero esserci problemi. In base all’articolo 7, infatti, la legge non dovrebbe essere applicata a chi è già in carica, ma non sono un tecnico e in questi giorni scioglieremo tutti i dubbi».

I neo assessori
Soddisfatti, anche se in modo diverso, i nuovi assessori comunali. «Per uno che è entrato in Consiglio tre anni fa è un onore assumere la guida di un assessorato cosi importante - chiosa Carlo Marzi. In questo momento, però emerge in maniera più importante l’onere portato da tale posizione. Arrivando dalla presidenza della 4a commissione e avendo lavorato a contatto con Baccega so benissimo cosa mi aspetta e conosco bene le difficoltà. Vengo dalla banca e ho il polso della situazione in merito all'attuale situazione economica: l’amministrazione è cambiata tantissimo e la gente deve capire che non si  può accontentare tutti, ma si deve pensare a chi è più in difficoltà. Mi rincuora il fatto che il nostro bilancio è eccezionale, al pari della struttura dovrò lavorare tanto, ma voglio continuare sulla linea intrapresa dal mio predecessore».
«Sono orgoglioso di questa opportunità dopo 8 anni da capogruppo di una compagine così coesa - esclama Flavio Serra che vanta al suo attivo anche una legislatura nelle file dell’opposizione -. Posso
contare sull’ottimo lavoro di Stefano e su un apparato davvero efficiente. Vogliamo continuare nella trasformazione della città, avendo un occhio di riguardo per la mobilità sostenibile, sulla scia del
Cityporto, della revisione delle ztl e del bike sharing. Sicuramente porterò avanti il lavoro di chi mi ha preceduto, ma spero poi di implementare con mie iniziative, anche se finora i progetti sono sempre stati condivisi all’interno della maggioranza».
Assessori uscenti
Lasciano con soddisfazione, ma un pochino a malincuore gli ex assessori. «Sono stato onorato di ricoprire il ruolo di rappresentante della città - esclama Stefano Borrello - Abbiamo fatto molto del
programma che ci eravamo prefissati, a partite dal discorso cityporto, passando per il regolamento dei dehors. Non dimentichiamo piano colore e completamento del piano di zona per il Quartiere Dora, tutti
risultati concreti. Ringrazio tutto l’apparato e i colleghi di governo; abbiamo portato avanti tutti progetti condivisi. Sono sicuro che Flavio, persona rnolto equilibrata, porterà avanti la linea intrapresa».
«E' stata un esperienza straordinaria, interessante e formativa». Riassume cosi Mauro Baccega i sei anni da assessore comunale alle Finanze. Fiore all’occhiello? «Il piano vendita che permetterà al
Comune di alienare 400 alloggi, i tanti casi di emergenza abitativa risolti. la grande azione di risparmio messa in atto negli anni della crisi e l’azione di rinegozazione di tutti i mutui riducendo i tassi che
hanno generato un risparmio senza utilizzare i prodotti derivati», risponde Baccega che ricorda che«Aosta è il capoluogo con la più bassa pressione fiscale d’Italia».
Entrambi rispondono in coro all’insinuazione che si stava presentando in tema di dimissioni tardive e doppio stipendio da consigliere regionale e comunale per un breve periodo. «Il regolamento prevede otto giorni per rassegnare le dimissioni dal momento dell'ufficializzazione del ruolo in consiglio regionale - spiegano -. Ci siamo dimessi l'8 luglio, in piena regola. Lo stipendio? L'uno esclude l'altro e poi non  lo avremmo accettato lo stesso».
Alessandro Bianchet
Danila Chenal

FIRMATO DAL SINDACO GIORDANO IL DECRETO DI NOMINA DEI NUOVI ASSESSORI MARZI E SERRA

Nel pomeriggio odierno, venerdì 12 luglio, il sindaco Bruno Giordano ha firmato il decreto di nomina dei nuovi assessori comunali Carlo Marzi e Flavio Serra (in sostituzione degli ex assessori Mauro Baccega e Stefano Borrello eletti in Consiglio regionale) e di attribuzione delle deleghe assessorili, in applicazione delle disposizioni della legge regionale n. 54 del 1998 (“Sistema delle Autonomie in Valle d’Aosta”) e dello Statuto del Comune di Aosta.

In particolare, l’assessore Carlo Marzi è stato delegato dal sindaco Giordano a sovrintendere al funzionamento dei servizi e degli uffici in materia di Servizi finanziari, Patrimonio ed Edilizia residenziale pubblica-Casa, mentre l’assessore Flavio Serra è stato delegato a sovrintendere al funzionamento dei servizi e degli uffici in materia di Urbanistica, Edilizia, Espropri e Mobilità.

Entrambe le nomine avranno decorrenza a partire da lunedì prossimo 15 luglio 2013.

Con il medesimo decreto il sindaco Giordano ha anche proceduto ad operare alcune modifiche nell’attribuzione delle competenze all’interno della Giunta comunale: il Vicesindaco Alberto Follien è stato delegato a sovrintendere al funzionamento dei servizi e degli uffici in materia di Polizia Locale, mentre l’assessore Patrizia Carradore è stata delegata a sovrintendere al funzionamento dei servizi e degli uffici in materia di Personale.

La composizione della Giunta comunale e le relative competenze risultano, quindi, le seguenti:
· Lavori Pubblici, Viabilità, Lavori cimiteriali, Polizia Locale e Rapporti con le frazioni e i quartieri – Vicesindaco Alberto Follien;
· Servizi finanziari, Patrimonio e Edilizia residenziale pubblica-Casa - Assessore Carlo Marzi;
· Edilizia, Urbanistica, Espropri e Mobilità - Assessore Flavio Serra;
· Sviluppo economico, Sport, Statistica, Personale e Pari opportunità - Assessore Patrizia Carradore;
· Sviluppo sostenibile, Servizio idrico integrato, Ambiente, Igiene urbana e Distribuzione del gas naturale - Assessore Delio Donzel;
· Pubblica istruzione, Cultura, Politiche giovanili, Rapporti con l’Università e Innovazione tecnologica - Assessore Andrea Edoardo Paron;
· Politiche sociali - Assessore Marco Sorbara.

Resta di competenza del sindaco Giordano la sovrintendenza al funzionamento dei servizi e degli uffici comunali in materia di: Servizi demografici e cimiteriali, Protezione civile, Affari legali e Affari generali, Sportello polivalente per cittadini e imprese e Rapporti con gli Enti e le Società partecipate.

Carlo Marzi e Flavio Serra sono i nuovi assessori della Stella Alpina nella giunta del Comune di Aosta. Entrano in Consiglio Luca Girasole e Paolo Scoffone

Carlo Marzi è il nuovo assessore del Comune di Aosta con delega ai Servizi Finanziari, Patrimonio, Rapporti con Azienda Speciale, Enti e Società partecipate, mentre Flavio Serra va a ricoprire la carica di assessore all’Edilizia, all’Urbanistica, agli Espropri e alla Mobilità.

Dopo l'ultimo Consiglio Valle, i neo eletti nella lista della Stella Alpina Mauro Baccega e Stefano Borrello hanno rispettivamente ricevuto l'incarico il primo di assessore regionale alle Attività produttive, Energia e Politiche del lavoro, e il secondo di capogruppo e presidente della terza commissione consiliare permanente "Assetto del territorio".
In seguito alle loro dimissioni dal Consiglio comunale del capoluogo, sono entrati i primi esclusi delle ultime elezioni comunali, Paolo Scoffone e Luca Girasole: quest'ultimo è anche nuovo capogruppo, mentre il vice è Vincenzo Caminiti.

Valtournenche - Lavori sulla strada di Bringaz

Il comune di Valtournenche appalta al ribasso una direzione lavori per 270 mila euro di opere. Si tratta della messa in sicurezza e rifacimento del muro di sostegno e sede stradale di un tratto della strada in frazione Bringaz. «Sono lavori che riguardano la sicurezza della sede stradale, ora danneggiata» spiega Eugenio Torri, assessore alle Opere pubbliche del Comune. «Il cantiere dovrebbe iniziare a fine luglio e durare 120 giorni e prevede il rifacimento del sostegno murario a valle della strada con consolidamento del terreno tramite micropali e l’irregimentazione delle acque a monte della sede stradale», precisa Torri. Conclude l’assessore: «Si tratta di un vecchio progetto del 2010 che ha trovato ora finanziamento. Il bando di gara prevede una spesa per la direzione lavori di 18 mila euro circa e 12 mila di incarico per la sicurezza del cantiere».

STELLA ALPINA

Movimento politico, autonomista e federalista, la "Stella Alpina" ha per finalità la tutela e il rafforzamento dell’Autonomia speciale valdostana, nel contesto di uno Stato Italiano unitario e federale, nella prospettiva di una vera Europa dei popoli.

AGENDA

MARZO

Martedì 19
ore 9.00 - Consiglio regionale

Mercoledì 20
ore 9.00 - Consiglio regionale

Giovedì 21
ore 9.00 - Consiglio regionale

 

 

 

 

 



 

Adesioni alla Stella Alpina

L'adesione alla "Stella Alpina" avviene con una sottoscrizione di impegno a rispettare i contenuti dello Statuto.

Le domande di prima adesione devono essere presentate alla Sezione del Comune di residenza o di domicilio oppure presso la sede del Movimento - Via Monte Pasubio, 40 - Aosta.

Leggi tutto

Newsletter

CONTATTI

Movimento Politico Stella Alpina

  • Via Monte Pasubio, 40 11100 Aosta
  • Tel: 0165 32200
  • Fax: 0165 32200
  • Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Sei qui: Home News dai comuni

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo