News regionali

Sei qui: Homepage News regionali

I principali provvedimenti della Giunta regionale - 8 marzo 2019

PRESIDENZA DELLA REGIONE
L’Esecutivo, attraverso due deliberazioni da sottoporre al parere del Consiglio permanente degli Enti locali, ha esaminato la ripartizione a favore dei Comuni e delle Unités des Communes valdôtaines dei trasferimenti finanziari senza vincolo settoriale di destinazione per l’anno 2019 di cui alla legge regionale 12/2018 (Legge di stabilità regionale per il triennio 2019/2021).
Per i Comuni, la Giunta ha stabilito il riparto del trasferimento totale di euro 89 milioni 524 mila 844 nel modo seguente:
4 milioni 441 mila 529 euro per il reintegro del minor gettito relativo alla soppressione dell’imposta comunale per l’esercizio di imprese e di arti e professioni (ICIAP) e delle tasse sulle concessioni comunali;
1 milione 999 mila 844 euro per il reintegro ai Comuni del minor gettito relativo alla soppressione dell’addizionale comunale all’accisa sull’energia elettrica;
14 milioni 390 mila 57,18 euro, pari al 17,32% dell’importo complessivo, destinati al Comune di Aosta;
68 milioni 693 mila 413,82 euro, destinati ai restanti 73 Comuni, ripartiti secondo i seguenti parametri e pesi:
• popolazione residente – peso 38,5%
• quota fissa – peso 22,5%
• caratteristiche territoriali – peso 11,5%
• quota altimetrica media degli insediamenti – peso 7,5%
• ricettività – peso 12%
• addetti extra agricoli – peso 8%
Poiché dall’analisi degli importi di questa prima ripartizione risultano rilevanti differenze in negativo per alcuni Comuni, tra l’importo dei singoli trasferimenti dell’anno 2019 e quelli effettivamente assegnati nell’anno 2018, al fine di non pregiudicare l’imminente approvazione dei bilanci di previsione e in analogia con quanto già avvenuto in passato, la Giunta ha previsto che l’applicazione integrale dei trasferimenti risultanti dall’utilizzo dei valori aggiornati dei parametri sia effettuata gradualmente in due anni, stabilendo di conseguenza che, per l’anno 2019, ai Comuni che registrano una differenza negativa dei trasferimenti rispetto a quelli effettivamente assegnati nell’anno 2018, la relativa perdita sia ridotta del 50%, e che le risorse necessarie siano recuperate dai Comuni con una differenza positiva.
Per le Unités des Communes valdôtaines, la Giunta ha stabilito il riparto del trasferimento totale di euro 2 milioni sulla base delle percentuali che risultano dall’applicazione dei seguenti nove parametri specifici, legati alle caratteristiche dei Comuni appartenenti alle Unités des Communes valdôtaines, che condizionano le modalità di esercizio delle funzioni dalle stesse esercitate e quindi il fabbisogno di spesa, e dei corrispondenti pesi:
• numero di Comuni appartenenti alla Unité – peso relativo uguale al 15%
• numero di centri e nuclei abitati compresi nella Unité - peso relativo uguale al 10% superficie convenzionale utile - peso relativo uguale al 10%;
• altitudine media – peso relativo uguale all’8%;
• popolazione da 0 a 14 anni - peso relativo uguale al 15%;
• popolazione 65 anni e oltre - peso relativo uguale al 17,5%;
• popolazione di età intermedia tra i 15 e i 64 anni - peso relativo uguale al 12%;
• coefficiente di dispersione della popolazione - peso relativo uguale al 7,5%;
• quota fissa uguale per tutte le Unités des Communes valdôtaines – peso relativo uguale al 5%.
Per quanto riguarda l’Unité des Communes valdôtaines Walser, tenuto conto delle caratteristiche della stessa, la Giunta ha stabilito di non applicare i parametri e i relativi pesi utilizzati per la definizione delle percentuali di riparto di cui sopra e di confermare per la stessa la percentuale determinata nell’anno 2006 e confermata nell’anno 2018, in misura pari al 5,4821%.

La Giunta regionale ha esaminato, altresì, la delibera relativa ai criteri di trasferimento e alle modalità di regolazione contabile degli importi dovuti a titolo di saldo 2018 e di acconto 2019 del maggior gettito IMU, da sottoporre al parere del Consiglio permanente degli Enti locali.
L’articolo 13, comma 17, del decreto-legge 201/2011 (Disposizioni urgenti per la crescita, l’equità e il consolidamento dei conti pubblici) prevede che i Comuni debbano restituire allo Stato, per il tramite della Regione, il maggior gettito derivante dall’IMU rispetto all’entrata introitata precedentemente con l’ICI.
La Giunta ha, quindi, stabilito, in analogia con quanto effettuato fino all’anno 2018, di:
• recuperare dai Comuni, che hanno registrato un maggior gettito IMU, l’importo complessivo di euro 32 milioni 492 mila 184,54, di cui euro 16 milioni 259 mila 884,54 a titolo di saldo 2018 ed euro 16 milioni 232 mila 300 a titolo di acconto 2019, mediante compensazione legale sui trasferimenti senza vincolo settoriale di destinazione e, in caso di incapienza, mediante recupero diretto dagli enti;
• restituire ad un Comune valdostano, che ha registrato un minor gettito IMU, l’importo di euro 3 mila 542,91.

La Giunta regionale ha parzialmente ridefinito, a decorrere dal 1° aprile 2019, la struttura organizzativa dell’Amministrazione regionale, per quanto attiene l’Organigramma e le Strutture organizzative.

La Giunta regionale ha approvato la cessione gratuita a titolo definitivo di apparecchiature informatiche dichiarate fuori uso da destinare a scuole, enti e associazioni.

Il Governo regionale ha sottoscritto una convenzione con il consorzio TOPIX. La convenzione prevede la cessione di coppie di fibre ottiche di proprietà regionale sul percorso Pont-Saint-Martin – Entrèves al consorzio TOPIX che, provvederà a attrezzare, gestire e mantenere i nodi di accesso e ad attivare i servizi di trasporto per la Regione fornendo inoltre un punto di interscambio del traffico internet con velocità fino a 10 Gbps. La durata della convenzione è prevista per 10 anni con rinnovo successivo di anno in anno.

FINANZE, ATTIVITA’ PRODUTTIVE E ARTIGIANATO
La Giunta regionale ha concesso, in istruttoria automatica, mutui a tasso agevolato a due imprese artigiane, una di Arvier per 17 mila 800 euro, una di Valtournenche, per 23 mila euro, e a un’impresa industriale di Ayas, per 37 mila euro.

AMBIENTE, RISORSE NATURALI E CORPO FORESTALE
L’Esecutivo regionale ha approvato l’organizzazione di un corso di formazione professionale, della durata di circa un mese, da maggio 2019 a giugno 2019, comprensivo di esame teorico-pratico finale, rivolto a n. 8 agenti forestali ai fini dell’assunzione di n. 4 sovrintendenti forestali. È stata anche approvata l’organizzazione di un corso di formazione professionale, della durata di circa sette mesi, da maggio 2019 a novembre 2019, comprensivo di esame teorico-pratico finale, rivolto a n. 10 allievi agenti forestali, impegnando la somma di 40 mila euro.

ISTRUZIONE, UNIVERSITÀ, RICERCA E POLITICHE GIOVANILI
Il Governo regionale ha approvato la concessione di un finanziamento straordinario di 6 mila euro all’Istituto tecnico professionale regionale “Corrado Gex” di Aosta e all’Istituzione scolastica di istruzione liceale, tecnica e professionale di Verrès, per la realizzazione del percorso di istruzione professionale a indirizzo Servizi socio-sanitari.

La Giunta regionale su proposta dell’Assessore all’Istruzione, Università, Ricerca e Politiche giovanili di concerto con l’Assessore agli Affari europei, Politiche del lavoro, Inclusione sociale e Trasporti ha approvato l’adesione della Regione alla ventiquattresima edizione nazionale della “Giornata nazionale della Memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie”, per una spesa complessiva di 8 mila e 500 euro.

OPERE PUBBLICHE, TERRITORIO E EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA
L’Esecutivo regionale ha approvato il piano di interventi in amministrazione diretta finalizzato alla manutenzione delle opere di pubblica utilità, prevedendo l’assunzione di circa 35 lavoratori over 45 donne e over 50 uomini inclusi nella graduatoria unica degli operai edili stagionali, per una spesa complessiva di 758 mila euro.

SANITA’, SALUTE E POLITICHE SOCIALI
L’Esecutivo regionale ha nominato Laura Ottolenghi quale Consigliera di Parità della Regione autonoma Valle d’Aosta.

La Giunta regionale ha approvato il bando per la presentazione dei progetti di servizio civile Due mesi in positivo edizione 2019, riservato ai giovani tra i 16 e i 18, e ha definito le modalità di presentazione e di valutazione delle candidature a “volontario nel servizio civile”. L’impegno di spesa ammonta a 40 mila euro.

L’Esecutivo regionale ha approvato due bozze di convenzione con la Regione Piemonte: una per la prosecuzione delle attività del Dipartimento funzionale interaziendale e interregionale denominato Rete Oncologica del Piemonte e della Valle d’Aosta, e una per il prosieguo delle attività della Rete interregionale di oncologia e oncoematologia pediatrica, entrambe con validità fino al 31 dicembre 2021.
Infine, è stato approvato il Piano di Attività - Rete Oncologica del Piemonte e della Valle d’Aosta per l’anno 2019 del Dipartimento funzionale, interaziendale e interregionale e la relativa spesa complessiva, pari a 1 milione 543 mila 500 euro, di cui euro 43 mila 500 di competenza della Regione autonoma Valle d’Aosta.

TURISMO, SPORT, COMMERCIO, AGRICOLTURA E BENI CULTURALI
La Giunta regionale ha approvato la concessione di un contributo forfetario di 295 mila euro a favore dell’Associazione Sport Invernali Valle d’Aosta (ASIVA) per il sostegno della gestione dell’attività agonistica a livello di rappresentative regionali, dell’attività di indirizzo, di coordinamento e sostegno dell’attività svolta dagli sci club operanti nella regione, nonché dell’attività di orientamento propedeutico alla formazione professionale dei giovani relativa all’anno 2019, svolta in forma congiunta con FISI – Comitato regionale ASIVA.

La Giunta regionale ha approvato la partecipazione della Regione al Salone Maison & Losir, in programma ad Aosta dal 24 al 28 aprile 2019, per una spesa di 14 mila 640 euro.

La Giunta regionale ha approvato l’attuazione, nel corso dell’anno 2019, del piano di interventi in ambito agricolo, finanziato ai sensi della legge n. 12/2018, mediante lo svolgimento di attività orticolo-colturali presso il centro dimostrativo per l’orticoltura e le erbe officinali, nel Comune di Saint-Marcel; attraverso la coltivazione di piante officinali, piccoli frutti e piante di interesse frutticolo nell’area attigua al vivaio regionale Abbé Henry, nel Comune di Quart; così come mediante coltivazioni varie in località diverse per altitudine, esposizione e tipo di suolo al fine di fornire indicazioni puntuali agli agricoltori valdostani. A questo proposito, il Governo regionale ha stabilito che per la realizzazione di tali attività si provvederà mediante l’assunzione di un massimo di 25 lavoratori, con contratto di lavoro di natura privatistica degli addetti idraulico-forestali, a tempo determinato, per la durata di circa 110 giornate lavorative, attingendo dalle apposite graduatorie. Per l’anno 2019 la spesa prevista è di 388 mila 500 euro.

I principali provvedimenti della Giunta regionale del 01 marzo 2019

PRESIDENZA DELLA REGIONE
La Giunta regionale ha approvato l’evoluzione del SISPREG2014, il sistema informativo a supporto della Politica regionale di sviluppo 2014/20 nell’ambito del Programma investimenti per la crescita e l’occupazione 2014/2020 (FESR).
La realizzazione dell’adeguamento evolutivo prevede una spesa di 261 mila 861 euro ed è finalizzata a inserire nuove funzionalità che tengano conto delle specifiche recentemente fornite dalla Ragioneria Generale dello Stato e ulteriori affinamenti, frutto dei primi anni di utilizzo dell’applicativo.

FINANZE, ATTIVITA’ PRODUTTIVE E ARTIGIANATO
La Giunta regionale, ai sensi dell’art. 3 della legge regionale 8 gennaio 2001, n. 1, ha autorizzato Finaosta S.p.A. a trasferire la somma di 1 milione 690 mila euro al fondo di rotazione per le imprese e i consorzi industriali di cui alla legge regionale 31 marzo 2003, n. 6.

L’Esecutivo ha approvato la dodicesima graduatoria relativa al primo avviso pubblico previsto per la concessione di mutui per la realizzazione di interventi di trasformazione edilizia e impiantistica nel settore dell’edilizia residenziale, per una spesa complessiva di euro 234 mila 330 euro.

L’Esecutivo ha concesso un contributo di 9 mila 330 euro, pari al 60% della spesa ammessa, al Comune di Antey-Saint-André per l’organizzazione della manifestazione fieristica a carattere regionale prevista per l’11 agosto 2019, denominata XXVª Fiera dell’artigianato valdostano di tradizione e riservata agli allievi dei corsi attivati sul territorio della Regione autonoma Valle d’Aosta. Inoltre, la Giunta ha concesso un contributo pari al 40% della spesa ammessa al Comune di Chamois, per l’organizzazione del VIII° Atelier degli artigiani, al Comune di Rhêmes-Notre-Dame, per la XXXIVème Rencontre des artisans de la Vallée, e al Comune di Challand-Saint-Anselme, per il XLVIème Travail di Veillà, per un totale di spesa di 7 mila 140 euro.

AMBIENTE, RISORSE NATURALI E CORPO FORESTALE
A seguito di parere positivo del Consorzio permanente degli enti locali, la Giunta regionale ha adottato, in via previsionale, le tariffe comprensive anche del contributo a favore dei Comuni di Brissogne, Pollein e Quart, riferite ai rifiuti urbani indifferenziati e ai rifiuti urbani differenziati a carico dei Sub-Ato per il conferimento dei rifiuti presso il Centro regionale di trattamento dei rifiuti urbani e assimilati, di Brissogne. L’importo effettivo di tale tariffa sarà fissato con Provvedimento dirigenziale per ciascun SubATO entro il 28 febbraio 2020.

La Giunta regionale ha approvato l’adesione della Regione Autonoma Valle d’Aosta all’Albo transfrontaliero delle imprese e degli operatori forestali realizzato nell’ambito del Progetto di cooperazione Italia-Francia Alcotra 2014/20 Informa Plus. L’Albo è finalizzato a favorire una maggiore visibilità al settore forestale, fornendo elementi conoscitivi e analitici in grado di caratterizzarlo; garantire la qualità e la qualificazione delle imprese e degli operatori forestali, attraverso una vetrina di valorizzazione e promozione delle attività professionali, contribuendo alla creazione di un mercato transfrontaliero e facilitando la mobilità delle imprese boschive; agevolare amministratori locali, enti di gestione del territorio, privati, proprietari forestali e imprese stesse nella ricerca di soggetti (imprese e operatori) qualificati ad operare nel bosco.

ISTRUZIONE, UNIVERSITÀ, RICERCA E POLITICHE GIOVANILI
L’Esecutivo ha approvato la partecipazione di una delegazione valdostana di dirigenti tecnici, scolastici e insegnanti di scuola secondaria di primo e secondo grado vincitori del premio LabelFrancÉducation al seminario sull’insegnamento bilingue che avrà luogo a Madrid (Spagna) l’1 e il 2 aprile 2019, per una spesa complessiva di 3 mila euro. La certificazione LabelFrancÉducation viene attribuita, dal 2012, dal Ministero degli Esteri francese, su parere della Commissione consultativa interministeriale, composta da rappresentanti dei Ministeri francesi degli Esteri e dell’Educazione nazionale, dell’Agenzia per l’insegnamento francese all’estero e della Missione laica francese, agli istituti scolastici stranieri che nell’ambito dei loro programmi scolastici nazionali contribuiscono alla diffusione della lingua e della cultura francese. Tale certificazione riconosce e valorizza le scuole pubbliche o private che offrono ai loro studenti una didattica rafforzata in francese e l’insegnamento di altre materie disciplinari in questa lingua. Viene inoltre perseguita la finalità di promuovere l’insegnamento bilingue d’eccellenza all’estero, presso gli studenti e le loro famiglie. Nel 2016 la certificazione è stata attribuita all’Istituzione scolastica “Luigi Barone” di Verrès e nel 2018 all’Istituzione scolastica “Luigi Einaudi” di Aosta e al Liceo classico, artistico e musicale di Aosta.

La Giunta regionale, ai sensi della legge regionale 16/2002 e tenuto conto della disponibilità del bilancio regionale, ha determinato provvisoriamente in 181 mila euro l’ammontare del contributo da erogare, per l’anno 2019, alla Congregazione delle Suore di San Giuseppe di Aosta.

OPERE PUBBLICHE, TERRITORIO E EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA
Il Governo regionale ha stabilito in 12 milioni 129 mila 200 euro l’ammontare della quota di risorse da destinare al finanziamento delle domande di mutuo presentate e ammesse a beneficio del 2018 dalla n. 50 alla 125 del capo II e dalla n. 9 alla n. 15 del capo III quater ai sensi della legge regionale 13 febbraio 2013, n. 3 - titolo IV - Fondi di rotazione per la ripresa dell’industria edilizia. La copertura dei suddetti mutui è assicurata dalle disponibilità esistenti sul fondo di rotazione presso FINAOSTA S.p.A..

SANITA’, SALUTE E POLITICHE SOCIALI
L’Esecutivo, su proposta dell’Assessore alla Sanità, Salute e Politiche sociali d’intesa con l’Assessore agli Affari europei, Politiche del lavoro, Inclusione sociale e Trasporti e l’Assessore all’Ambiente, Risorse naturali e Corpo forestale, ha approvato, a seguito dell’ammissione a finanziamento da parte del Ministero del lavoro e delle politiche sociali, il Piano regionale per la lotta alla povertà 2018-2020 presentato dalla Regione Valle d’Aosta, ai sensi del d.lgs. 147/2017, per un importo complessivo di 508 mila euro.

Il Governo regionale, su proposta dell’Assessore alla Sanità, Salute e Politiche sociali di concerto con il Presidente della Regione, ha deliberato di proporre alla Conferenza delle Regioni e delle Province autonome, un piano di rateizzazione in 15 rate annuali, senza interessi e a decorrere dall’anno in corso, per l’estinzione del debito pregresso di mobilità interregionale, ammontante a 79 milioni, 532 mila 761,13 euro. Tale proposta di rateizzazione delle somme richieste per la mobilità passiva interregionale per gli anni 1997-2010, è già stata condivisa, in linea generale, con la Conferenza delle Regioni, e risulta opportuna e conveniente poiché consente di regolare in via definitiva i rapporti finanziari pendenti con le restanti Regioni e Province autonome e risalenti nel tempo, dando certezza alla programmazione economico-finanziaria per l’esercizio in corso e per quelli futuri e assicurando l’immediato sblocco dei pagamenti rimasti sospesi a valere sui fondi a destinazione vincolata nell’ambito del Fondo per il Servizio Sanitario Nazionale, alla cui ripartizione è ammessa anche la Regione autonoma Valle d’Aosta.

I principali provvedimenti della Giunta regionale del 22 febbraio 2019

PRESIDENZA DELLA REGIONE
L’Esecutivo regionale ha esaminato la deliberazione che approva i criteri riguardante i contributi assegnati per l’anno 2019 ai sensi dell’articolo 1, commi da 107 a 114, della l. 145/2018, dallo Stato alla Regione a favore dei Comuni, per un importo complessivo di euro 3 milioni 90 mila euro finalizzati alla realizzazione di investimenti relativi alla messa in sicurezza di scuole, strade, edifici pubblici e patrimonio comunale. Il provvedimento sarà ora trasmesso al Consiglio permanente degli enti locali (Cpel) per il parere.

La Giunta ha approvato la convenzione per l’utilizzo da parte di Comuni di Saint-Marcel, Cogne e Rhêmes-Notre-Dame di graduatorie in corso di validità della Regione autonoma Valle d'Aosta ai fini di assunzione di personale.

Il Governo regionale ha approvato lo schema di accordo tra la città di Venezia e la Regione per il riuso del programma informativo per la gestione dei Trasporti eccezionali.

FINANZE, ATTIVITA’ PRODUTTIVE E ARTIGIANATO
La Giunta regionale ha approvato la quinta graduatoria relativa al terzo avviso pubblico previsto per la concessione di mutui per la realizzazione di interventi di trasformazione edilizia e impiantistica, nel settore dell’edilizia residenziale, di cui alla deliberazione della Giunta regionale n. 72 in data 29 gennaio 2018, attuativa dell’art. 44 della legge regionale 25 maggio 2015, n. 13, per una spesa complessiva di 75 mila 690 euro.

Il Governo regionale, su proposta dell'Assessore alle Finanze, Attività produttive e Artigianato d’intesa con l’Assessore al Turismo, Sport, Commercio, Agricoltura e Beni culturali ha esaminato il programma di dismissione di beni immobili di Vallée d’Aoste Structure s. a r.l. presenti nei comuni di Pollein, Verrès, Morgex, Châtillon, Fontainemore e Aosta e la loro contestuale alienazione. Sarà ora trasmesso al Consiglio regionale per l’approvazione.

AFFARI EUROPEI, POLITICHE DEL LAVORO, INCLUSIONE SOCIALE E TRASPORTI
L’Esecutivo regionale ha approvato l’aggiornamento della Descrizione delle funzioni e delle procedure in atto per l’Autorità di gestione e per l’Autorità di certificazione (SIGECO) del Programma “Investimenti per la crescita e l’occupazione 2014/20 (FESR)”, approvato con deliberazione della Giunta regionale n. 1729 del 2017. La Giunta ha approvato, altresì, l’aggiornamento del correlato Manuale delle procedure dell’Autorità di gestione del Programma “Investimenti per la crescita e l’occupazione 2014/20 (FESR)”.

La Giunta ha approvato la costituzione del Tavolo tecnico per la valutazione e la successiva revisione delle direttive FSE e del sistema SISPREG2014. Sarà composto, per l’Amministrazione regionale, dal Coordinatore del Dipartimento politiche del lavoro e della formazione, dal Dirigente della Struttura Politiche della formazione e dell’occupazione, dal Dirigente della Struttura servizi per l’impiego, dal Dirigente della Struttura Programmazione Fondo sociale europeo, assistito, relativamente al sistema informativo SISPREG2014, da un rappresentante del Coordinatore del Dipartimento innovazione e agenda digitale individuato dal Coordinatore e da un referente di IN.VA. S.p.A e infine dal dirigente tecnico della Sovraintendenza agli studi. Quattro saranno i rappresentanti individuati dagli enti accreditati.
Attraverso la creazione di questo gruppo di lavoro, la Giunta mette in campo una delle azioni di rafforzamento straordinario della gestione e impiego del FSE in Valle d’Aosta.

AMBIENTE, RISORSE NATURALI E CORPO FORESTALE
Le Gouvernement régional a approuvé le Projet Biodiv’Connect- Protéger les espèces et les écosystèmes au travers de connectivités écologiques transalpines dynamiques et innovantes’ financé dans le cadre du Programme de Coopération transfrontalière France/Italie ‘Alcotra’, dont le coût total s’élève à 1 million 863 mille 811,03 euros. Pour la partie italienne participent la Région Piémont, la Région Ligurie, l’Agence Régionale pour la Protection de l’Environnement Ligure. Les actions prévues en Vallée d’Aoste seront réalisées par la Structure Biodiversité et Espaces naturels Protégés avec un coût prévisionnel de 311 mille 700 euros.

La Giunta regionale ha approvato, in via definitiva, il piano degli interventi in amministrazione diretta del Dipartimento risorse naturali per l’anno 2019 e per il triennio 2019/2021. Per la realizzazione del piano degli interventi è prevista una spesa presunta pari a 10 milioni 873 mila 86,88 euro per l’anno 2019, di 10 milioni 883 mila 100 euro per l’anno 2020 e altrettanti per l’anno 2021.

OPERE PUBBLICHE, TERRITORIO E EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA
L’Esecutivo ha deciso di approvare gli interventi relativi allo svolgimento della 44a Rencontre valdôtaine con l’esecuzione degli interventi di riqualificazione del piazzale di Frazione Ville a Challand-Saint-Victor, oltre alla sistemazione e alla preparazione delle aree indispensabili per consentire la manifestazione per un importo presunto di 115 mila euro.

SANITA’, SALUTE E POLITICHE SOCIALI
La Giunta ha approvato l’adesione alla sperimentazione di progetti riguardanti la vita indipendente e l’inclusione nella società delle persone con disabilità, ai sensi del D.P.C.M. 12 dicembre 2018. L’adesione è funzionale a dare continuità al progetto avviato con deliberazione della Giunta regionale n. 505 in data 23 aprile 2018. Il valore complessivo della sperimentazione ammonta a 100 mila euro, dei quali 80 mila di risorse statali 20 mila di quota di co-finanziamento regionale.

Il Governo regionale ha recepito il documento Linee guida per la revisione delle reti cliniche. Le reti tempo dipendenti di cui all’Accordo della Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Province autonome del 24 gennaio 2018. Allo scopo il Governo ha istituito il Coordinamento regionale della rete quale organismo di governo a livello regionale rappresentativo delle componenti istituzionali, professionali e dei principali stakeholders, operante in integrazione funzionale con il Coordinamento regionale dell’emergenza urgenza, oltre che con il Numero unico europeo 112.

Il Governo regionale ha modificato e integrato quanto stabilito con DGR 846/2018, decidendo di procedere all’assunzione diretta di 2 unità di personale di categoria D, di cui una al posto di un operatore di categoria C, posizione C2, la cui assunzione era stata prevista precedentemente con DGR 846/2018. Le risorse saranno assegnate alla Struttura Politiche per l’inclusione e l’integrazione sociale, previo superamento dell’accertamento linguistico e di un colloquio attitudinale.

TURISMO, SPORT, COMMERCIO, AGRICOLTURA E BENI CULTURALI
La Giunta ha approvato la concessione di un contributo forfettario per il 2019 a favore dell’Associazione Valdostana Maestri di Sci (Avms) pari a 272 mila euro, e di un contributo forfettario a favore dell’Unione Valdostana Guide di Alta Montagna (Uvgam) pari a 170 mila euro per il sostegno dell’attività.

L’Esecutivo ha approvato la rendicontazione delle spese ammissibili a contributo per interventi di manutenzione straordinaria e miglioramento degli immobili del patrimonio agricolo, effettuati nel 2° semestre 2018 da Vallée d’Aoste Structure. L’ammontare complessivo delle spese ammissibili è pari a 161 mila 540 euro.

La Giunta ha deciso di approvare i nuovi criteri applicativi per la concessione degli aiuti all’Association Batailles de Reines, all’Association Compagnons Batailles de Moudzon e all’Association Comité régional Batailles des Chèvres per la realizzazione delle attività svolte nel territorio della Valle d’Aosta. La spesa complessiva prenotata è di 130 mila euro

Il Governo ha approvato la rideterminazione in 108 mila 685,99 euro del contributo approvato, con deliberazione della Giunta regionale n. 1033 in data 24 agosto 2018, a favore dell’Association régionale éleveurs valdôtains (AREV), per l’attivazione del servizio di raccolta e smaltimento di capi di animali morti per l’anno 2018.

La Giunta ha approvato l’applicazione della tariffa gratuita a tutte le donne in data 8 marzo 2019 per l’ingresso ai Castelli, ai siti archeologici di Aosta Romana, all’Area Megalitica di Saint-Martin de Corléans e alle mostre Collateral damages (Museo archeologico Regionale) e Il mondo di Jacovitti (Centro Saint-Bénin).

Il Governo regionale ha approvato l’affidamento dell’incarico di supporto scientifico per l’organizzazione di eventi culturali al castello Gamba di Châtillon per l’anno 2019 e i primi mesi del 2020. La figura di alta e qualificata professionalità inserita nel mondo culturale collaborerà con il Dipartimento Soprintendenza per i beni e le attività culturali dell’Assessorato del turismo, sport, commercio, agricoltura e beni culturali al fine di proporre e gestire una programmazione attiva e mirata.

La Giunta regionale ha approvato l’organizzazione e la partecipazione a Vinitaly in the city, in programma a Verona il 7 aprile 2019, e inserita nella manifestazione Vinitaly 2019, che si svolgerà dal 7 al 10 aprile 2019.

I principali provvedimenti della Giunta regionale del 15 febbraio 2019

PRESIDENZA DELLA REGIONE
La Giunta regionale, su proposta del Presidente della Regione, di concerto con l’Assessore all’Ambiente, Risorse Naturali e Corpo Forestale e con l’Assessore agli Affari europei, Politiche del lavoro, Inclusione sociale e Trasporti, ha confermato le procedure di agevolazione sulle tariffe autostradali attuate in collaborazione con le società concessionarie SAV S.p.A. e RAV S.p.A.
Il Governo regionale ha approvato la convezione per l’utilizzo, da parte delle Unités des Communes valdôtaines Mont-Cervin et Mont-Emilius, delle graduatorie in corso di validità della Regione autonoma Valle d’Aosta ai fini dell’assunzione di personale.
Le Gouvernement régional a délibéré l’organisation de la 44e «Rencontre Valdôtaine», qui se déroulera à Challand-Saint-Victor, dimanche 11 août 2019.
L’Esecutivo ha esaminato il Piano pluriennale 2019-2021 per lo sviluppo del sistema informativo regionale - Attualizzazione delle linee guida per l'Agenda digitale in Valle d'Aosta, ai sensi della legge regionale 12 luglio 1996, n. 16.
Le finalità principali del piano sono la promozione e il sostegno dello sviluppo della società dell’informazione e della conoscenza in ambito regionale a fini di progresso sociale e miglioramento della qualità della vita, favorendo la piena parità di accesso alle tecnologie dell’informazione e della comunicazione, contribuendo al processo di innovazione organizzativa e tecnologica degli enti pubblici territoriali valdostani. Tutto questo in un contesto organizzativo di cooperazione istituzionale; sviluppando, modernizzando e diffondendo gli strumenti, le tecnologie telematiche e i sistemi informativi nell’ambito dell’Amministrazione regionale.
Il provvedimento sarà ora trasmesso al Consiglio regionale.
Il Governo della Regione ha approvato la convenzione tra la Regione autonoma Valle d'Aosta e la partecipata regionale IN.VA. S.p.A., in materia di realizzazione e gestione del sistema informativo regionale, prevista dalla legge regionale 12 luglio 1996, n. 16, per il quinquennio 2019-2023, stabilendo che la stessa sarà sottoscritta, per la Regione, dal Presidente.
L’Esecutivo ha nominato Giancarlo Annovazzi quale Vicecomandante del Corpo forestale della Valle d’Aosta.

FINANZE, ATTIVITA’ PRODUTTIVE E ARTIGIANATO
La Giunta regionale ha approvato i temi della 66ª Mostra-Concorso dell’artigianato valdostano di tradizione nelle diverse categorie di lavorazione.

AMBIENTE, RISORSE NATURALI E CORPO FORESTALE
L’Esecutivo ha esaminato la deliberazione concernente l’Approvazione del Piano degli interventi ai sensi delle leggi regionali 44/1989 e 67/1992 per l’anno 2019 e per il triennio 2019/2021 del Dipartimento Risorse Naturali.

ISTRUZIONE, UNIVERSITÀ, RICERCA E POLITICHE GIOVANILI
Il Governo regionale ha approvato l’assegnazione di finanziamenti straordinari vincolati alle Istituzioni scolastiche regionali, incluse le primarie, per la realizzazione di un progetto autonomo a tema, riguardante la certificazione esterna delle competenze linguistiche per gli anni scolastici 2018/2019 (sessione primaverile) e 2019/2020 (sessione autunnale) per un importo di 55 mila euro.
L’ottenimento da parte degli studenti valdostani delle certificazioni linguistiche è uno degli obiettivi programmatici della strategia europea per l’occupazione e la crescita Europa 2020 una strategia per una crescita intelligente, sostenibile, e inclusiva, adottata dal Consiglio Europeo il 17 giugno 2010 e, in questo ultimo quadriennio, le iscrizioni degli studenti agli esami di certificazione esterna delle competenze linguistiche sono raddoppiate. L’atto approvato oggi assegna finanziamenti straordinari alle Istituzioni scolastiche, comprese quelle primarie, per la realizzazione del progetto autonomo a tema concernente la certificazione esterna delle competenze linguistiche degli studenti, precisando che si tratta di un’iniziativa mirata a sostenere la certificazione delle competenze linguistiche degli studenti valdostani, in considerazione della specificità del sistema educativo regionale bi – plurilingue e dell’opportunità di adeguare gli insegnamenti linguistici agli orientamenti del Quadro Comune Europeo di Riferimento per le lingue (QCER). Con la messa a regime e la generalizzazione delle prove linguistiche regionali, previste dalla legge 18/2016, che testano le quattro abilità di comprensione e produzione scritta e orale rispetto ai livelli del QCER, a partire dalla sessione primaverile dall’anno scolastico 2019/2020, non sarà più necessario erogare finanziamenti straordinari alle Istituzioni scolastiche, poiché a seguito del superamento di dette prove la Sovraintendenza agli studi stessa rilascerà un’attestazione del livello di competenza raggiunto da ogni singolo alunno.

SANITA’, SALUTE E POLITICHE SOCIALI
La Giunta regionale, al fine di dare attuazione alle normative nazionali e regionali per garantire la dovuta semplificazione amministrativa dei procedimenti regionali e di sviluppare e applicare il sistema di accreditamento nazionale e le buone pratiche condivise, ha stabilito le nuove disposizioni in materia di autorizzazione alla realizzazione di strutture e all’esercizio di attività, nonché di accreditamento in ambito sanitario e sociale.
In particolare, la Giunta ha ridefinito le modalità e i termini del procedimento amministrativo per la realizzazione e l’apertura di strutture e l’esercizio di attività in ambito sanitario, socio-sanitario, socio-assistenziale e socio-educativo, ai sensi dell’art. 38 della legge regionale n. 5/2000; ha approvato il nuovo elenco di prestazioni sanitarie di minore invasività, i requisiti minimi generali e specifici (strutturali, tecnologici ed organizzativi), previsti per la realizzazione delle strutture sanitarie denominate “studio medico professionale”, “ambulatorio medico” e “studio/ambulatorio odontoiatrico”, nonché per l’esercizio della relativa attività nelle stesse strutture, le cui definizioni sono riconducibili al concetto di complessità organizzativa descritto nell’Intesa sancita il 9 giugno 2016 e all’esercizio di attività sanitaria in forma d’impresa. Inoltre, le strutture autorizzate sono tenute ad adeguarsi ai requisiti minimi generali e specifici entro 60 giorni dall’adozione della presente deliberazione. La Giunta ha anche rivisto i fabbisogni regionali strutturali e produttivi e l’accreditamento di strutture e attività in ambito sanitario e sociale, svolte da soggetti pubblici e privati in Valle d’Aosta.
Le disposizioni approvate si applicano alle istanze presentate successivamente al 1° gennaio 2019. L’Esecutivo ha peraltro confermato gli attuali fabbisogni strutturali e produttivi in ambito sanitario, socio-sanitario, socio-assistenziale e socio-educativo, rinviando eventuali aggiornamenti alla futura programmazione regionale.
Il Governo della Regione ha individuato l’Azienda USL della Valle d’Aosta quale centro formativo per l’organizzazione e la gestione del corso triennale di formazione specifica in medicina generale per gli anni 2018/2021.
L’Esecutivo ha approvare il modello organizzativo e di funzionamento dell’Unità di Valutazione Multidimensionale della disabilità (UVMDi) ai fini dell’elaborazione del Progetto di Vita della persona disabile. L’intervento richiama la legge regionale 18 aprile 2008, n. 14 Sistema integrato di interventi e servizi a favore delle persone con disabilità.
Il Governo regionale ha esaminato la proposta di deliberazione relativa ai criteri e alle modalità di concessione del voucher sperimentale a favore delle famiglie con bambini iscritti e frequentanti i nidi di infanzia autorizzati e accreditati per il biennio 2019/2020 e 2020/2021.
Con questo provvedimento, la Giunta , in applicazione dell’articolo 11-bis della l.r. 11/2006 introdotto dall’art. 18 della legge regionale 9/2018, intende sperimentare un sistema di finanziamento dei servizi di tipo indiretto, attraverso il riconoscimento alle famiglie, anche monoparentali, di un voucher, modulato su base ISEE, finalizzato e vincolato alla frequenza dei servizi per la prima infanzia autorizzati e accreditati, purché per un numero minimo di ore settimanali pari a 20. Tale sistema di finanziamento indiretto presuppone l’introduzione del regime dell’accreditamento istituzionale dei nidi di infanzia, al fine di garantire il rispetto di standard di funzionamento e qualità dei servizi, adeguati alle finalità socio-educative dei servizi stessi. Attraverso la sperimentazione, è prevista quindi la concessione di un numero di voucher corrispondente al numero dei posti a tempo pieno equivalenti, attualmente autorizzati e da accreditare, e comunque in misura non superiore al 33 per cento dei bambini dell’età anagrafica di interesse (0-3 anni), residenti sul territorio regionale, rilevato alla data del 1° gennaio 2019.
I requisiti di accreditamento delle strutture corrispondono a quelli di autorizzazione, i cui requisiti organizzativi minimi sono:
• funzionamento per 48 settimane all’anno e per 5 giorni settimanali, dal lunedì al venerdì, per almeno 10 ore giornaliere continuative nella fascia oraria 7:30-17:30
• rapporto numerico tra operatore e bambini pari a 1:8;
• somministrazione del pasto.
Il provvedimento sarà ora inviato al Consiglio Permanente degli Enti Locali per il parere.

TURISMO, SPORT, COMMERCIO, AGRICOLTURA E BENI CULTURALI
Ai sensi della legge regionale 3/2004, l’Esecutivo regionale ha approvato la concessione di un contributo forfetario di 16 mila euro alla delegazione regionale Valle d’Aosta del Comitato Italiano Paralimpico (CIP), destinato a incentivare e a sostenere l’attività sportiva relativa all’anno 2019 degli atleti diversamente abili.
Ai sensi della L.r. 3/2004, la Giunta regionale ha deciso di approvare la concessione di contributi per le spese sostenute o che saranno sostenute in occasione di eventi sportivi relativi alle discipline invernali per un importo totale pari a 112 mila 479 euro, ai seguenti organismi sportivi:
• Allo Sci Club Gran Paradiso, 8.475 euro per l’organizzazione della 13° MiniMarciaGranParadiso, dei Campionati Italiani assoluti, della Coppa Italia Sportful e Coppa Italia Master”, gare svoltesi a Cogne nel periodo 1 - 3 febbraio 2019;
• Allo Ski Club Chamolé, 1.500 euro per l’organizzazione di due gare internazionali FIS Cittadini di sci alpino maschili e femminili denominate “Coppa Vittoria Assicurazioni” e svoltesi a Pila nei giorni 4 e 5 febbraio 2019;
• Allo Sci Club Courmayeur Monte Bianco, 1.410 euro per l’organizzazione di due gare internazionali di sci alpino FIS Junior Regionali maschili e femminili denominate “Coppa Sci Club Courmayeur Monte Bianco” e svoltesi a Courmayeur nei giorni 9 e 10 febbraio 2019;
• Allo Snow Team Courmayeur, 922,50 euro per l’organizzazione di una gara nazionale di Coppa Italia di freestyle (slopestyle) maschile e femminile denominata “Trofeo Courmayeur Sport Academy” svoltasi a Pila in data 10 febbraio 2019;
• Allo Sci Club Val d’Ayas, 1.177,50 euro per l’organizzazione di quattro gare internazionali FIS di sci alpino maschili e femminili denominate “Trofeo Memorial Domenico Origone” e in programma ad Ayas nei giorni 21 e 22 febbraio 2019;
• Allo Sci Club Val d’Ayas, 1.177,50 euro per l’organizzazione di quattro gare internazionali FIS Junior Regionali di sci alpino maschili e femminili denominate “Trofeo Memorial Carlo e René Visendaz” e in programma ad Ayas nei giorni 23 e 24 febbraio 2019;
• Allo Sci Club Aosta, 885 euro per l’organizzazione di tre gare internazionali FIS di sci alpino femminili rientranti nel circuito istituzionale Fisi Grand Prix denominate “Trofeo Parc Animalier d’Introd” e in programma a Pila nel periodo 28 febbraio - 1° marzo 2019;
• Allo Sci Club Chamois, 909 euro per l’organizzazione di una gara nazionale di Coppa Italia Giovani di sci alpinismo individuale maschile e femminile denominata “6° Trofeo Ski Alp Chamois” e in programma a Chamois in data 3 marzo 2019;
• Allo Ski Club Chamolé, 1.500 euro per l’organizzazione di due gare internazionali FIS Junior Regionali di sci alpino maschili e femminili denominate “Coppa Comune di Charvensod – Coppa Maison de Jean” e in programma a Pila nei giorni 9 e 10 marzo 2019;
• Allo Sci Club Crammont Mont Blanc, 1.395 mila euro per l’organizzazione di due gare nazionali di Coppa Italia di snowboard maschile e femminile denominate “Trofeo Marciandi” e in programma a Courmayeur nei giorni 23 e 24 marzo 2019;
• Allo Sci Club Granta Parey, 2.947,50 mila euro per l’organizzazione di una gara nazionale di sci alpinismo valevole quale Campionato Italiano di tecnica libera individuale maschile e femminile denominata “43° Trofeo Robert Rollandoz” ed in programma a Rhêmes-Notre-Dame in data 31 marzo 2019;
• Allo Sci Club Aosta, 1.080 euro per l’organizzazione di quattro gare internazionali FIS Cittadini di sci alpino maschile e femminile denominate “Trofeo Caldarelli Assicurazione” e in programma a Pila dal 1 al 4 aprile 2019;
• Alla Fondazione Trofeo Mezzalama, 89.100 euro per l’organizzazione della competizione biennale internazionale di sci alpinismo a squadre denominata “XXII° Trofeo Mezzalama”, in programma nei giorni 26 e 27 aprile 2019.

La Giunta regionale ha approvato la partecipazione della Struttura promozione e progetti europei per lo sviluppo del settore turistico dell’Assessorato turismo, sport, commercio, agricoltura e beni culturali all’evento dedicato ai media specializzati del settore turistico “IMM-International Media Marketplace France, che si svolgerà a Parigi il 12 marzo 2019.
Aux termes des lois régionales n° 89/1993, n° 18/1998 et n° 19/2000, le Gouvernement régionale, sur proposition de l’Assesseur au Tourisme, aux Sports, au Commerce, à l’Agriculture et aux Biens culturels et de concert avec le Président de la Région et avec l’Assesseure à l’Éducation, à l’Université, à la Recherche et aux Politiques de la jeunesse, a approuvé l’organisation des différentes initiatives à l’intention des élèves et des enseignants des écoles de tout ordre et degré de la Région et du tout public, à l’occasion des «Journées de la Francophonie en Vallée d’Aoste 2019».

La maggioranza regionale esprime preoccupazione per la crisi tra Italia e Francia

I gruppi consiliari che compongono la maggioranza regionale esprimono grande preoccupazione per il perdurare della crisi tra Italia e Francia e auspicano che si possa trovare al più presto una soluzione.

Speriamo che su questa grave situazione senza precedenti possa prevalere una posizione di dialogo e si arrivi a ricucire lo strappo nato da un atteggiamento azzardato, e per noi incomprensibile, del vice premier Di Maio.

La Valle d'Aosta da sempre vanta legami profondi e cordiali con le terre d'oltralpe: la nostra vicinanza culturale, storica, territoriale ed economica alla Francia ci impone un sollecito al Governo nazionale affinché intraprenda azioni di mediazione e di responsabilità per le quali la Valle d'Aosta, potendo avere un ruolo di raccordo, si mette fin d'ora a disposizione.

I principali provvedimenti della Giunta regionale - 8 febbraio 2019

PRESIDENZA DELLA REGIONE
La Giunta regionale ha approvato un documento concernente la disciplina dei controlli straordinari di regolarità amministrativa e contabile ex post sui procedimenti regionali. La Regione è già dotata di procedure volte a garantire il controllo di legittimità e di regolarità amministrativa e contabile ex ante delle deliberazioni della Giunta regionale e dei provvedimenti dirigenziali. I Coordinatori regionali effettuano inoltre controlli a campione delle deliberazioni della Giunta regionale e dei provvedimenti già adottati. Il Governo, con questo provvedimento, ha deciso di dotarsi di un ulteriore strumento di controllo ex post dei procedimenti conclusi dalle strutture regionali, volto a consentire alla Presidenza della Regione, nei casi in cui lo ritenga necessario, di far effettuare, da una struttura terza ed indipendente rispetto a quella che ha concluso il procedimento, individuata nella struttura “Dipartimento Audit interno”, un ulteriore verifica della regolarità degli atti sotto il prOfilo amministrativo-tecnico e/o contabile.

Leggi tutto I principali provvedimenti della Giunta regionale - 8 febbraio 2019

La maggioranza regionale chiede rispetto per il confronto politico in Aula

«Ieri in Consiglio regionale abbiamo assistito al comportamento inqualificabile della Lega che, furente per non aver potuto imporre la propria volontà sull'ordine del giorno dei lavori del Consiglio, ha abbandonato l'Aula prima della chiusura della discussione di una mozione presentata dalla Consigliera Pulz e poi votata all'unanimità dai presenti.»
I gruppi UV, UVP, ALPE, Stella Alpina e Gruppo Misto che compongono la maggioranza regionale così commentano l'uscita della Lega e di parte del Mouv' prima della fine della seduta di ieri, mercoledì 6 febbraio 2019, e aggiungono: «Al nostro diniego di accogliere l'iscrizione di una risoluzione perché avrebbe richiesto un approfondimento giuridico impossibile da farsi nel tempo disponibile e avendo ancora oltre dieci mozioni da affrontare, i leghisti hanno reagito in modo scomposto, dando segni di insofferenza per il protrarsi della discussione e mancando totalmente del rispetto dovuto al dibattito in corso e, in particolare, alla proponente della mozione, la quale, peraltro, aveva accolto un emendamento proveniente da un Consigliere leghista che aveva partecipato attivamente alla discussione.»
I Consiglieri della maggioranza concludono: «Fino a prova contraria, l'Aula del Consiglio regionale è ancora un luogo di confronto libero e richiede un comportamento consono, anche quando le cose non vanno esattamente come si vorrebbe. Certi atteggiamenti minacciosi e ricattatori non ci spaventano e non ci appartengono, come speriamo non appartengano al Mouv', che vanta tra le sue file degli autonomisti convinti, ma neanche ad alcuni Consiglieri leghisti che sembravano dubbiosi sulle maniere forti. La democrazia e la libertà di espressione sono altra cosa.»

I principali provvedimenti della Giunta regionale - 1 febbraio 2019

AFFARI EUROPEI , POLITICHE DEL LAVORO, INCLUSIONE SOCIALE E TRASPORTI
E’ stata approvata la richiesta del Comune di Champdepraz alla compartecipazione alle spese per un servizio di trasporto a chiamata sperimentale, nell’anno 2019, da effettuarsi nelle giornate di lunedì, martedì, giovedì e venerdì al fine di collegare la Frazione di Chevrère, attualmente sprovvista di qualsiasi mezzo di trasporto pubblico, con la frazione La Fabrique nel comune di Champdepraz. Il bando predisposto dal Comune di Champdepraz prevede l’attivazione del servizio mediante prenotazione, in favore di residenti e turisti, tramite due coppie di corse, in salita con partenza da Loc. La Fabrique – Piazzale Foy Fortuné alle ore 7.30 e alle ore 16.35 e in discesa da Loc. Chevrère – zona area attrezzata alle ore 8.00 e alle ore 17.05. E’ previsto l’acquisto di un biglietto il cui ammontare, pari a 2 euro (gratuità per i minori di 4 anni), dovrà essere corrisposto direttamente all’autista il giorno della corsa.

ISTRUZIONE, UNIVERSITÀ, RICERCA E POLITICHE GIOVANILI
La Giunta regionale ha approvato la costituzione di una rete regionale tra la Sovraintendenza agli studi e l’Istituzione scolastica “Unité des communes valdôtaines Mont Rose A” di Pont-Saint-Martin, in qualità di capofila, l’Istituzione scolastica “Luigi Barone” di Verrès, l’Istituzione scolastica “Unité des communes valdôtaines, Mont Emilius” di Nus, l’Istituzione scolastica “Scuola media Don Bosco” di Châtillon, l’Istituzione scolastica di istruzione liceale, tecnica e professionale di Verrès e la biblioteca di Saint-Vincent, per il sostegno a una didattica di sviluppo del pensiero computazionale (processo mentale che consente di risolvere problemi di varia natura seguendo metodi e strumenti specifici), in contesti sia analogici coding unplugged sia digitali, come supporto alle diverse discipline. Questa rete regionale si pone quale strumento che consenta il raccordo e il raggiungimento di sinergie per quanto riguarda risorse umane ed economiche con enti pubblici e privati, università, centri di ricerca, associazioni e altri organismi pubblici e privati in Italia e all’estero, al fine di promuovere tutte le iniziative che si riterranno opportune per la condivisione, la progettazione e la realizzazione di iniziative afferenti alla promozione del pensiero computazionale e per il trasferimento e la diffusione delle conoscenze, delle esperienze e delle buone prassi che si svilupperanno nell’ambito delle attività avviate.

L’Esecutivo ha approvato l’organizzazione della fase regionale del Rallye mathématique transalpin, destinata agli studenti delle scuole primarie e secondarie della Regione, per una spesa complessiva di 5 mila 500 euro.

Il Governo della Regione ha approvato la prosecuzione del corso di formazione destinato ai docenti vincitori del concorso per il reclutamento di dirigenti scolastici. Nell’ambito della formazione, nonché della fase di tirocinio, potranno essere approfonditi tutti gli aspetti ordinamentali relativi alle peculiarità dell’ordinamento scolastico valdostano e alla connotazione bilingue dello stesso a beneficio dei vincitori del concorso regionale che il 1° settembre 2019 assumeranno la direzione di un’istituzione scolastica della Regione. Per consentire l’organizzazione del corso, è stata inoltre predisposta una convenzione tra la Sovraintendenza agli studi e l’Università della Valle d’Aosta - Université de la Vallée d’Aoste, ed è stato stabilito che le tematiche riferite alle specificità dell’ordinamento scolastico saranno svolte da dirigenti dell’amministrazione regionale o dai dirigenti tecnici o scolastici regionali o statali.

La Giunta regionale ha assegnato un finanziamento straordinario vincolato a favore dell’Istituzione scolastica “I. Manzetti” di Aosta per l’allestimento del laboratorio di informatica, per un importo complessivo di 10 mila euro.

OPERE PUBBLICHE, TERRITORIO E EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA
La Giunta regionale, su proposta dell’Assessore alle Opere pubbliche, Territorio ed Edilizia residenziale pubblica d’intesa con l’Assessore agli Affari europei, Politiche del lavoro, Inclusione sociale e Trasporti e l’Assessora all’Istruzione, Università, Ricerca e Politiche giovanili, preso atto che l’importo relativo alla realizzazione relativi ai lavori di realizzazione di un convitto annesso al polo scolastico unico di istruzione secondaria di secondo grado, nel Comune di Verrès, è stimato in complessivi 4 milioni 974 mila 990mila euro, ha approvato la procedura per l’affidamento del servizio di redazione dello studio di fattibilità tecnico economica, della progettazione definitiva ed esecutiva, del coordinamento della sicurezza in fase di progettazione ed esecuzione e della direzione lavori, per un ammontare complessivo di 968 mila 600 euro. La Struttura edilizia strutture scolastiche provvederà a redigere gli atti necessari da trasmettere alla Stazione unica appaltante regionale (SUA VdA) che provvederà alla pubblicazione del Concorso di progettazione.

La Giunta regionale ha approvato la variante della cartografia degli ambiti inedificabili dei terreni sedi di frane e a rischio di inondazioni, sul conoide del torrente Saint-Barthélemy, nonché la variante alla relazione tecnica, adottate dal Comune di Nus con deliberazione consiliare n. 81 del 20 dicembre 2018. Il conoide del torrente Saint-Barthélemy è stato studiato facendo puntuale riferimento a studi già esistenti, scegliendo valori di portata tarati sugli eventi occorsi nell’alluvione dell’ottobre 2000, preferendoli ai valori standard ottenuti dalla regionalizzazione delle portate, in quanto questi ultimi risultavano meno conservativi. Sulla base di tali valori di portata sono stati ricostruiti gli idrogrammi e il debrisgramma di evento, simulando sia fenomeni di esondazione per i tre tempi di ritorno 20, 100 e 200 anni sia una colata detritica immatura (o flusso iperconcentrato), con un trasporto solido limitato al 20 per cento. Gli scenari d’evento sono stati definiti con modellazione bidimensionale, dettagliando per le aree di invasione della colata detritica e delle esondazioni i valori di velocità, tiranti e pressione. La matrice utilizzata per la definizione della pericolosità finale della colata detritica risulta di maggiore dettaglio rispetto all’approccio generalmente utilizzato per gli studi di bacino, rimanendo comunque coerente con le specifiche tecniche di riferimento.

L’Esecutivo ha approvato lo schema di Convenzione tra la Regione autonoma Valle d’Aosta e la Fondazione Montagna sicura, quale soggetto attuatore di alcune azioni dei progetti Coordination et Communication, Risk-Com, Riskgest e Risk-For del Piano integrato tematico PITEM RISK - Resilienza, informazione, sensibilizzazione e comunicazione verso i cittadini, finanziato dal Programma di Cooperazione transfrontaliera Italia-Francia Alcotra 2014/2020 (FESR), con decorrenza dalla data di sottoscrizione e scadenza 3 mesi dopo la data di conclusione del progetto, fissata al 3 ottobre 2022, per un importo complessivo di 621 mila euro così ripartiti:
• 217 mila 248 euro per il progetto Coordination et communication, volto a garantire la buona riuscita del PITEM RISK attraverso la preparazione del progetto, il coordinamento e la gestione amministrativa del progetto, la comunicazione e la perennizzazione della rete transfrontaliera RISK;
• 138 mila 600 euro per il progetto Riskcom, volto ad aumentare la resilienza del territorio Alcotra attraverso azioni di comunicazione e di sensibilizzazione in materia di rischi naturali, verso i cittadini e le istituzioni;
• 136 mila 370 euro per il progetto Risk-Gest, volto a migliorare l’efficacia della pianificazione territoriale e di protezione civile attraverso lo sviluppo di strumenti ad hoc, facilitando una maggiore efficacia del sistema di monitoraggio e gestione del rischio, mettendo in stretta connessione chi prevede, chi allerta e chi interviene, in coerenza con gli obiettivi specifici e la strategia del Piano
• 128 mila 880 euro per il progetto Risk-For. volto a sviluppare gli aspetti formativi del PITEM RISK, in coerenza con gli obiettivi specifici e la strategia del Piano.

SANITA’, SALUTE E POLITICHE SOCIALI
La Giunta regionale ha deciso di rinnovare l’accreditamento standard, come provider ECM (Educazione Continua in Medicina), all’Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri della Valle d’Aosta, per la durata di quattro anni a decorrere dal 24 gennaio 2019. La Giunta ha inoltre stabilito che l’Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri della Valle d’Aosta versi, entro il 30 gennaio di ciascun anno del quadriennio di durata dell’accreditamento standard, l’importo di 2 mila 500 euro per le spese sostenute dall’Amministrazione regionale per il sistema di accreditamento dei provider e per l’utilizzo del portale http://ecm.regione.vda.it, dando atto che, per l’esercizio 2019, l’Ordine ha già provveduto al versamento della somma dovuta. L’Ordine, quale provider accreditato, accredita i propri eventi formativi utilizzando il portale http://ecm.regione.vda.it, in base alle indicazioni dell’Amministrazione regionale quale Ente accreditante, mentre il comportamento del provider sull’accreditamento degli eventi sarà monitorato dal competente ufficio regionale che si avvale della Commissione ECM per verificare che gli eventi formativi siano accreditati secondo le indicazioni regionali.

TURISMO, SPORT, COMMERCIO, AGRICOLTURA E BENI CULTURALI
Il Governo della Regione ha modificato i criteri di applicazione per la concessione di aiuti per gli oneri per la gestione delle strutture di proprietà regionale o di proprietà di società a partecipazione pubblica, limitatamente al Procedimento amministrativo, nel seguente modo:
• per quanto riguarda la documentazione da presentare per la richiesta degli aiuti, sarà possibile inoltrare i bonifici di pagamento o una dichiarazione con la quale si attesta che si provvederà al pagamento del canone entro 20 giorni dal ricevimento del contributo. In precedenza, era possibile inviare i bonifici di pagamento o una dichiarazione che gli stessi sarebbero stati inoltrati entro 20 giorni dal ricevimento del contributo;
• sono state aggiunte le disposizioni che si segnalano di seguito in neretto: entro 30 giorni dalla scadenza per il ricevimento delle domande, o comunque entro il 31 dicembre dell’anno di riferimento qualora la capienza residua del plafond “de minimis” aziendale del richiedente non consenta la concessione nel termine indicato, il responsabile del procedimento, tramite provvedimento dirigenziale, provvede, previa disponibilità di risorse finanziarie a bilancio, alla concessione dell’aiuto, comunque ripartito proporzionalmente, e comunica al richiedente l’importo della spesa ammessa e del contributo.
In caso di ulteriori fondi resi disponibili nel bilancio regionale nel corso dell’anno di riferimento, gli importi degli aiuti potranno essere integrati, per tutti i richiedenti, nel limite della spesa ammissibile;
• l’Amministrazione regionale, trascorsi 20 giorni dal ricevimento del contributo da parte dei beneficiari, provvede a richiedere alle società a partecipazione pubblica la trasmissione dei bonifici attestanti l’avvenuto pagamento a saldo delle fatture di cui al punto, nel caso in cui gli stessi non siano già stati trasmessi contestualmente alla domanda di aiuto. In precedenza era il richiedente che, entro 20 giorni dal ricevimento del contributo, doveva provvedere a trasmettere i bonifici nel caso non fossero già stati trasmessi contestualmente alla domanda di aiuto.

La Giunta regionale ha approvato i criteri applicativi per la concessione di aiuti agli enti locali e alle loro forme associative o a soggetti privati che operano senza fine di lucro per la realizzazione di manifestazioni tematiche di interesse agricolo, svolte nel territorio della Regione autonoma Valle d'Aosta, a decorrere dall’anno 2019.
I criteri stabiliti con la deliberazione della Giunta regionale 28/2018 demandavano all’attività della Commissione tecnica la definizione delle priorità di finanziamento e delle percentuali di aiuto in relazione alla tipologia di manifestazione e non prevedevano massimali di spesa.
Per la determinazione della spesa ammissibile a contributo, con questo atto sono stati adottati criteri di valutazione delle manifestazioni per tipologia e qualità (punteggio), escludendo manifestazioni e eventi costituiti, in forma itinerante o stanziale sul territorio regionale, da fasi eliminatorie e da finale di Batailles de Reines, de Moudzon et de Chèvres, tenuto conto delle peculiarità di tali eventi, che saranno oggetto puntuale di specifico atto amministrativo concernente la concessione di aiuto.
Inoltre, sono state definite, nell’ambito dei criteri, le date di scadenza per la presentazione delle domande di liquidazione, le modalità di pagamento delle spese rendicontabili, la composizione della Commissione tecnica di valutazione delle domande e le sue specifiche funzioni.
Infine, è stato deliberato che:
• in caso di stanziamento di bilancio insufficiente per coprire la totalità delle richieste di aiuto, sarà operata una riduzione lineare sulla spesa determinata;
• per l’ottenimento dell’anticipo del contributo pari all’80% è necessario prevedere la stipula di una fidejussione bancaria.
La spesa complessiva prenotata per il provvedimento è di 102 mila 500 euro.

L’Esecutivo ha approvato la collaborazione per l’attività di catalogazione, progettazione, organizzazione e ricerca archeologica ai fini della tutela e valorizzazione del patrimonio storico, archeologico ed etnoantropologico connesso alla cava e lavorazione della pietra ollare presente nel Comune di Ayas tra la Regione autonoma Valle d’Aosta - Assessorato del Turismo, Sport, Commercio, Agricoltura e Beni culturali - Dipartimento Soprintendenza per i beni e le attività culturali e il Comune di Ayas. L’accordo, nello specifico, prevede di predisporre e organizzare sondaggi preliminari di scavo archeologico sul territorio del Comune di Ayas in località Fusines di Saint-Jacques, tramite l’attività congiunta dei due Enti, promuovere la formazione di catalogatori che provvedano al censimento dei siti di cava e di tornitura presenti sul territorio, favorire la valorizzazione delle evidenze archeologiche esistenti sul territorio comunale e legate allo sfruttamento della pietra ollare, con particolare attenzione al sito di Fusines a Saint-Jacques e, infine, collaborare per la sensibilizzazione della popolazione locale e dei turisti sui temi della conoscenza della pietra ollare e della tutela attiva delle sue testimonianze storiche e archeologiche.

Il Governo della Regione ha approvato l’organizzazione del Festival della parola in Valle d’Aosta Les Mots edizione 2019, in programma ad Aosta dal 20 aprile al 5 maggio 2019, per una spesa complessiva di 244 mila 800 euro. Sullo stesso argomento, la Giunta ha approvato uno schema di convenzione aperta alle librerie aostane per la gestione della libreria Les Mots, allestita nell’ambito del Festival della Parola in Valle d’Aosta 2019. La gestione della libreria sarà assegnata dal Coordinatore del Dipartimento Soprintendenza per i beni e le attività culturali all’organizzazione in forma associativa costituita tra le librerie aostane che abbiano manifestato il proprio interesse e aderito all’iniziativa attraverso la sottoscrizione della convenzione, con facoltà di apportare, laddove ritenuto necessario dalle parti, eventuali modifiche non sostanziali.

La Giunta regionale, sulla base del Piano operativo 2019 e del bilancio previsionale per l’anno 2019, ha approvato il finanziamento di 150 mila euro all’Associazione Forte di Bard, per la quota associativa annuale 2019.

L’Esecutivo, ai sensi della legge regionale 27/1993, ha concesso i contributi per gli interventi di restauro di seguito descritti per una spesa complessiva di 239 mila 629,71 euro:

Beni architettonici:

Richiedente Intervento: Diocesi di Aosta - Restauro della copertura dell’Eremo di San Grato, loc. Pila in Comune di Charvensod
Spesa Ammessa: 63.429,16
Contributo totale (nel triennio 2019/2021): 11.000,00

Richiedente Intervento: Parrocchia di Antey-Saint-André Restauro della torre campanaria della chiesa parrocchiale, loc. Bourg in Comune di Antey- Saint-André
Spesa Ammessa: 104.137,53
Contributo totale (nel triennio 2019/2021): 40.000,00

Richiedente Intervento: Parrocchia di Challand-Saint- Anselme Restauro della facciata e della copertura della chiesa parrocchiale, loc. Quinçod in Comune di Challand-Saint- Anselme
Spesa Ammessa: 283.449,84
Contributo totale (nel triennio 2019/2021): 40.000,00

Beni storico artistici

Richiedente Intervento: Diocesi di Aosta Restauro della statua raffigurante san Grato dell’Eremo di San Grato, loc. Pila in Comune di Charvensod
Spesa Ammessa: 5.324,00
Contributo totale (nel triennio 2019/2021): 3.726,80

Richiedente Intervento: Parrocchia di Saint Maurice, Sarre Restauro dell’altare maggiore e del suo arredo scultoreo della chiesa parrocchiale di Saint Maurice, loc. Saint-Maurice in Comune di Sarre
Spesa Ammessa: 86.536,44
Contributo totale (nel triennio 2019/2021): 60.575,51

Richiedente Intervento: Parrocchia di San Giovanni Battista, Aosta Restauro del dipinto su tavola raffigurante la Madonna con il Bambino e angeli, della cattedrale di Aosta
Spesa Ammessa: 16.182,00
Contributo totale (nel triennio 2019/2021): 11.327,40

I principali provvedimenti della Giunta regionale - 25 gennaio 2019

PRESIDENZA DELLA REGIONE
La Giunta regionale ha deliberato l’assunzione a tempo determinato del dipendente regionale Luca Dovigo con incarico dirigenziale fiduciario di Comandante del Corpo forestale della Valle d’Aosta.
La Giunta ha nominato i rappresentanti della Regione nel Collegio sindacale della società Casino de la Vallée: Presidente del collegio Ernesto Ramojno, Sindaco effettivo Lidia Maria Pizzotti e Sindaco supplente Pierluigi Berzieri.

Il Governo regionale ha inoltre deliberato gli altri incarichi fiduciari, rinnovando l’assunzione a tempo determinato di Pio Porretta quale Capo della Protezione civile e coordinatore del Dipartimento Protezione civile e Vigili del fuoco, Dario Ceccarelli quale responsabile dell’Osservatorio economico e sociale, Sandra Bovo Capo Ufficio stampa e Marisa Gheller Vice Capo Ufficio stampa.
È stato inoltre assunto, a tempo, determinato, con incarico di addetto alle attività giornalistiche e di informazione Denis Falconieri, giornalista professionista.

AMBIENTE, RISORSE NATURALI E CORPO FORESTALE
La Giunta regionale ha approvato la convenzione tra la Regione autonoma Valle d’Aosta e l’Ente Parco naturale Mont Avic per la gestione della zona speciale di conservazione, come predisposto dalla legge regionale n.8 del 2007, coincidente con il territorio del Parco naturale Mont Avic e compresa all’interno della Zona Speciale di protezione (ZPS) IT1202020 “Mont Avic e Mont Emilius”, designata con decreto del Ministero dell’Ambiente e della tutela del territorio e del mare 7 febbraio 2013.

AFFARI EUROPEI, POLITICHE DEL LAVORO, INCLUSIONE SOCIALE E TRASPORTI
La Giunta regionale ha approvato l’organizzazione dell’evento di lancio del Programma Routes4U per la Strategia europea per la Regione alpina - EUSALP, che si terrà, al Forte di Bard, nei giorni 2 e 3 aprile 2019. L’evento, patrocinato dall’Istituto europeo degli itinerari culturali del Consiglio d’Europa, mira a promuovere il territorio della Regione a livello internazionale e riunire tutti i soggetti potenzialmente interessati al deposito di una candidatura, per la definizione di un nuovo itinerario culturale o per l’allargamento di un itinerario già esistente, che deve coinvolgere buona parte dei territori collegati alla strategia macroregionale alpina (EUSALP).
L’itinerario culturale potrebbe inoltre costituire il mezzo per arrivare a migliorare, in maniera significativa, la visibilità internazionale dell’area megalitica di Saint-Martin-de-Corléans, così come proposto da parte della Soprintendenza per i beni e le attività culturali e della Struttura Promozione e Progetti europei per lo sviluppo del settore turistico, che vorrebbero indirizzare l’itinerario culturale verso le aree preistoriche. Il turismo culturale, in Valle d’Aosta, rappresenta, infatti, un’enorme potenzialità, che, se ben sfruttata, potrebbe rappresentare un vero e proprio volano per lo sviluppo economico della regione.

FINANZE, ATTIVITA PRODUTTIVE E ARTIGIANATO
L’Esecutivo ha deciso di approvare la concessione gratuita all’Associazione Culturale Coro di Sant’Orso dell’unità immobiliare di proprietà regionale sita in Aosta, via Sant’Orso, n. 10, per il periodo di anni 6, da adibire a sede dell’Associazione.

Ai sensi della legge regionale del 31 marzo 2003, n. 6, che disciplina gli Interventi regionali per lo sviluppo delle imprese industriali e artigiane, l’Esecutivo ha deliberato la concessione di un contributo a favore dell’impresa industriale Cogne Acciai Speciali, pari a 11 mila euro, quale intervento a sostegno della partecipazione dell’azienda alla fiera Wire 2018. Così come è stata approvata, da parte della Giunta, la concessione di un contributo di 16 mila 600 euro a favore dell’impresa Podium Engineering per la realizzazione di uno studio riguardante strategie di marketing finalizzate all’internazionalizzazione dell’impresa, attraverso diversi strumenti tra cui il restyling grafico del logo e la realizzazione di un nuovo sito internet.

ISTRUZIONE, UNIVERSITA’, RICERCA E POLITICHE GIOVANILI
La Giunta regionale, su proposta dell’Assessora all’Istruzione, Università, Ricerca e Politiche giovanili d’intesa con l’Assessore agli Affari europei, Politiche del lavoro, Inclusione sociale e Trasporti, ha approvato lo schema di convenzione tra la Regione autonoma Valle d’Aosta – Sovraintendenza agli Studi, e la Fondazione Montagna Sicura per l’attuazione di alcune azioni del Progetto n. 3840 Parcours civique et professionel en montagne finanziato dal Programma di Cooperazione transfrontaliera Italia-Francia Alcotra 2014/20 (FESR), per un periodo di 36 mesi a far data dal 3 ottobre 2018, per un importo complessivo di 90 mila euro. Il progetto mira a promuovere una cittadinanza attiva nei giovani (studenti dagli 11 ai 16 anni) residenti nei territori transfrontalieri, attraverso azioni articolate su 4 assi: la scoperta dei mestieri legati al territorio; lo sviluppo di uno spirito critico attraverso l’educazione ai media e all’informazione; l’emergenza di un sentimento di appartenenza attraverso la scoperta delle specificità territoriali; l’offerta di un percorso di formazione transfrontaliero legato alle specificità del territorio.

OPERE PUBBLICHE, TERRITORIO E EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA
La Giunta ha definito di modificare per i Comuni il limite di ammissibilità a 5mila euro per accedere ai contributi per le attività di prevenzione di rischio idrogeologico, ai sensi della legge regionale n. 5 del 2001 (artt. 8, e 9), che il contributo sia calcolato sull’intero importo ammissibile a finanziamento e di stabilire che il contributo in conto capitale erogabile ai Comuni per attività di prevenzione di rischio idrogeologico ai sensi della legge regionale 5/2001(artt. 8, 9), sia calcolato per fasce d’importo:

• Da 0,00 euro a 5.000,00 euro: Contributo non erogabile (al di sotto del limite di ammissibilità)
• Da 5001,00 euro a 40.000,00 euro: 95% dell’importo ammissibile
• Da 40.001,00 a 150.000,00 euro: 85% dell’importo ammissibile
• Oltre 150.000,00 euro: 80% dell’importo

Le Gouvernement régional a approuvé le Projet RISK-ACT, appartenant au Plan intégré thématique RISK, financé dans le cadre du Programme de Coopération transfrontalière France/Italie Alcotra 2014/20 (FEDER), dont le coût total s’élève à 2 millions 823 mille 390 euros – dont 2 millions 399 mille 881,50 euros de contribution FEDER et 423 mille 508,50 euros de contreparties publiques nationales – ainsi repartis par Partenaire et par partie nationale. En particulier, pour ce qui est de la partie valdôtaine, la Région autonome Vallée d’Aoste, représentée par le Département de la programmation, des ressources hydriques et du territoire (Chef-de-file) participe pour un coût prévisionnel de 785 mille 890 euros dont 668 mille euros de contribution FEDER et 117 mille 800 euros de contreparties publiques nationales. RISK-ACT poursuit la réalisation d’actions concrètes basées sur les résultats atteints par les autres Projets thématiques prévus par le Plan. Seront ainsi expérimentées des méthodes innovantes sur des sites pilote transfrontaliers pour faire face aux risques présents sur les territoires. Le développement de ces méthodes devra passer par l’expérimentation dans tous les aspects : suivi des phénomènes, échange de données, réalisation des activités de communication, participation et formation des acteurs intéressés, utilisation de technologies innovantes dans la sensibilisation.

SANITA, SALUTE E POLITICHE SOCIALI
La Giunta regionale ha approvato lo schema di Convenzione tra la Regione, in qualità di ente capofila regionale del Piano di Zona, e l’Unité des Communes valdôtaines Grand-Paradis relativa alla gestione del personale amministrativo assegnato all’ufficio di coordinamento e segreteria del Piano di Zona e del servizio di sportello sociale, in considerazione del fatto che, a partire dal 1° gennaio 2019, le competenze dell’ufficio di coordinamento e segreteria del Piano di Zona e del servizio di sportello sociale sono trasferite, ai sensi dell’Accordo di Programma, dal Comune di Aosta alla Regione.

Il Governo regionale ha approvato il recepimento del Piano nazionale della cronicità, come stabilito dall’accordo della Conferenza permanente per i Rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Province autonome. In particolare, per dare attuazione al Piano, l’Esecutivo ha dato parere favorevole all’istituzione di un tavolo di lavoro dal quale dovranno uscire le linee di indirizzo regionali per arrivare ad una nuova cultura del sistema di salute, ad un diverso modello integrato tra ospedale e territorio, ad una riorganizzazione complessiva dell’attività dei medici di medicina generale e dei pediatri di libera scelta e, soprattutto, ad un approccio alla malattia cronica che ponga al centro il paziente

La Giunta regionale, ha approvato la scheda progetto relativa alla realizzazione delle azioni concernenti lo sviluppo del Centro per le famiglie. Il Ministro per la Famiglia e le disabilità, con Decreto del 6 novembre 2018, ha stabilito lo stanziamento di 4 milioni 427 mila 232,58 euro ad attività di competenza regionale e degli enti locali per finanziare interventi volti al potenziamento dei Centri per le famiglie nonché, relativamente alle attività di carattere sociale, dei consultori familiari. Considerato che è stato recentemente approvato il rinnovo della convenzione con il Forum delle Associazioni familiari della Valle d' Aosta per la gestione del Centro delle famiglie, si è ritenuto opportuno sostenere e incrementare le attività del Centro perle Famiglie. Il finanziamento assegnato alla Regione autonoma Valle d'Aosta è pari a 12 mila 838,97 euro e sarà erogato in un'unica soluzione, a seguito di specifica richiesta da parte della Regione stessa, da inviare entro l'8 febbraio 2019 - con l'indicazione delle azioni da finanziare, come previste dalle proprie programmazioni regionali, in accordo con le Autonomie locali.

La Giunta regionale ha rinnovato per un anno il servizio di accoglienza e assistenza continuativa rivolto a persone con disabilità psicofisiche prive di adeguato sostegno familiare denominato Comunità protetta - Abri ouvert, di Arnad, in scadenza il 26 gennaio 2019. La struttura è gestita da Indaco, raggruppamento temporaneo di impresa tra lndaco (capofila), Esprit à l'envers e Domus Laetitia.

TURISMO, SPORT, COMMERCIO, AGRICOLTURA E BENI CULTURALI
Il Governo ha dato parere favorevole, ai sensi della legge regionale 1° aprile 2004, n. 3 (articoli 11 e 12), all’approvazione del piano di riparto provvisorio dei contributi forfetari annui a favore delle Associazioni sportive regionali di fiolet (18 mila 300 euro), di palet (24 mila 199 euro), di rebatta 13 mila 900 euro), di tzan (24 mila 200 euro) e della Federaxon esport de nohtra tera (cui spetta il 15 per cento dello stanziamento del piano di riparto), aventi tutte sede in località Les Iles del Comune di Brissogne. I contributi sono un sostegno all’attività sportiva istituzionale, relativa all’anno 2019. La prenotazione di spesa è parti 95 mila euro.

La Giunta regionale ha approvato l’organizzazione delle Rencontres de Physique de la Vallée d’Aosta, un convegno-dibattito a livello scientifico internazionale che si è qualificato nel tempo come uno degli appuntamenti più importanti, a cadenza annuale, sul tema della fisica delle particelle elementari, i più piccoli costituenti della materia. La 33a edizione dell’evento scientifico si terrà da lunedì 11 marzo a sabato 16 marzo 2019, al Centro Congressi dell’Hotel Planibel di La Thuile.
Alle “Rencontres” partecipano, in media, in ogni edizione, più di 120 fisici provenienti dalle più prestigiose università e dai maggiori centri di ricerca del mondo per approfondire lo stato della ricerca teorica e sperimentale, su argomenti legati ai neutrini, ai quark, al bosone di Higgs, alla materia oscura, all’astrofisica e alla cosmologia. Oltre al programma strettamente scientifico, con più di 60 relazioni, vi sarà come sempre una sessione speciale dedicata alle ricadute della ricerca scientifica in ambiti di interesse collettivo, quali la medicina, le nuove tecnologie, le relazioni scientifiche a livello internazionale e le problematiche energetiche ed ambientali. Negli ultimi anni è stato deciso di dare spazio ai giovani laureati, dottorandi di ricerca, borsisti delle più autorevoli università del mondo, che presentano i risultati del loro lavoro. Come ogni anno è previsto l’abituale incontro dedicato agli studenti valdostani dell’ultimo anno delle scuole secondarie di secondo grado, che potrà anche dare un contributo nell’ambito dell’orientamento universitario per i ragazzi che proseguiranno gli studi.

La Giunta regionale ha approvato l’adesione da parte dell’Assessorato del Turismo, Sport, Commercio, Agricoltura e Beni Culturali agli eventi collaterali organizzati in occasione della manifestazione sportiva Giro d’Italia 2019, con l’illuminazione di colore rosa dell’Arco d’Augusto dal 29 gennaio al 3 febbraio 2019. L'evento si inserisce nel quadro di iniziative di valorizzazione del territorio, così da creare la giusta visibilità della Valle d'Aosta nei mesi precedenti la tappa valdostana del Giro d’Italia, che rappresenterà per la regione una grande occasione di promozione.

I principali provvedimenti della Giunta regionale - 21 gennaio 2019

AMBIENTE, RISORSE NATURALI E CORPO FORESTALE
La Giunta regionale ha deciso di approvare, nell’ambito del Programma LIFE+ Natura 2014-2020, la proposta progettuale LIFE WOLFALPS EU, di cui la Regione Autonoma Valle d’Aosta è partner, definita in partenariato con l’ente di Gestione delle Aree Protette delle Alpi Marittime – Capofila, e che vede la partecipazione di numerosi altri enti dell’arco alpino italiani (Regione Liguria, Regione Piemonte, Città Metropolitana di Torino, Aree Protette delle Alpi Cozie, Aree Protette dell'Ossola, Aree Protette dell'Appennino Piemontese, Regione Lombardia, Ente Regionale per i Servizi all'Agricoltura e alle Foreste della Lombardia, European Academy of Bozen-Bolzano, Museo delle Scienze di Trento, Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi, Carabinieri Forestali) e europei (Parc National du Mercantour, Office National de la Chasse et de la Faune Sauvage, University of Veterinary Medicine di Vienna, Austrian Agency for damage prevention - Austria, University of Ljubljana – Slovenia, Slovenian Forest Service), della durata di 60 mesi.
Per il progetto è previsto un finanziamento a beneficio della Regione Autonoma Valle d’Aosta di 484mila euro, di cui 301mila euro a valere sui fondi europei, 87mila euro quale quota di auto finanziamento e 95mila compensati mediante la valorizzazione del personale interno regionale.

La Giunta regionale, in attuazione della legge regionale 3 dicembre 2007, n. 31, ha preso in esame la deliberazione che determina, per l’anno 2019 e in via provvisoria, le tariffe comprensive anche del contributo a favore dei Comuni di Brissogne, Pollein e Quart, riferite ai rifiuti urbani indifferenziati e ai rifiuti urbani differenziati a carico dei Sub-Ato per il conferimento dei rifiuti presso il Centro regionale di trattamento dei rifiuti urbani e assimilati, di Brissogne, con la precisazione che l’importo effettivo di tale tariffa sarà fissato con Provvedimento dirigenziale per ciascun SubATO entro il 28 febbraio 2020. Il tributo speciale per il deposito in discarica dei rifiuti solidi, inoltre, sarà fissato con Provvedimento dirigenziale, per ciascun SubATO, assumendo a riferimento gli obiettivi di raccolta differenziata effettivamente conseguiti nell’anno 2018 da ciascun SubATO stesso, ai fini dell’applicazione delle maggiorazioni e delle premialità stabilite dallo Stato. L’Esecutivo ha anche determinato per l’anno 2019 le tariffe omnicomprensive da applicare ad enti e imprese che conferiscono i rifiuti speciali assimilabili agli urbani presso il Centro regionale di trattamento dei rifiuti urbani di Brissogne, nella misura di 135 euro per tonnellata per i rifiuti speciali assimilabili agli urbani indifferenziati e 30 euro per tonnellata per i rifiuti speciali assimilabili agli urbani conferiti in forma differenziata.
Il provvedimento sarà ora sottoposto al parere del Cpel.

AFFARI EUROPEI, POLITICHE DEL LAVORO, INCLUSIONE SOCIALE E TRASPORTI
La Giunta regionale ha approvato la bozza di convenzione tra la Regione e S.I.T. Vallée S.c.a r.l., società consortile a responsabilità limitata costituita dalle aziende di trasporto pubblico locale, per il periodo 1° gennaio 2019 – 31 dicembre 2020, per la gestione del sistema integrato tariffario, per un costo a carico della Regione, di 123 mila 500 euro, pari al 65 per cento dell’ammontare dei costi previsti, per ciascuno degli anni 2019 e 2020.

FINANZE, ATTIVITA' PRODUTTIVE E ARTIGIANATO
L’Esecutivo ha approvato la quarta graduatoria relativa al terzo avviso pubblico previsto per la concessione di mutui per la realizzazione di interventi di trasformazione edilizia e impiantistica nel settore dell’edilizia residenziale, per una spesa complessiva di 184 mila 400 euro.
Il Governo della Regione, su proposta dell’Assessore alle Finanze, Attività produttive e Artigianato di concerto con l’Assessore al Turismo, Sport, Commercio, Agricoltura e Beni culturali e con l’Assessore all'Ambiente, Risorse naturali e Corpo forestale, ha approvato l’accordo di collaborazione tra la Regione e il Comune di Aosta relativo alla realizzazione dello Street food valdostano, nell’ambito della 1019ª Fiera di Sant’Orso, che si svolgerà il 30 e il 31 gennaio 2019 per una spesa massima complessiva di 11 mila 250 euro. L’accordo consentirà alle imprese enogastronomiche di fare richiesta, oltre che per la partecipazione al Padiglione di Piazza Plouves, anche per l’acquisizione di uno spazio destinato, nell’ambito del percorso Fiera, allo Street food valdostano, dove sarà possibile far degustare e vendere i piatti preparati con i prodotti valdostani.
La Giunta regionale ha approvato la partecipazione della Regione Valle d’Aosta al Bando PRISM-E: Sostegno alle imprese per la realizzazione di progetti di ricerca industriale e sviluppo sperimentale. Il bando sostiene la realizzazione di progetti di ricerca industriale e sviluppo sperimentale da parte di Pmi valdostane, in ambiti coerenti con la Strategia di specializzazione intelligente regionale e con le Agende strategiche di ricerca dei Poli di Innovazione piemontesi. Le agevolazioni sono concesse sotto forma di finanziamento agevolato (a copertura delle spese per consulenze, spese per materiali e forniture, spese per attrezzature e impianti, spese per trasferte) e di contributo a fondo perduto (a sostegno delle spese di personale e delle spese generali).
La domanda di contributo deve essere presentata entro le ore 17 dell'8 marzo 2019.

OPERE PUBBLICHE, TERRITORIO E EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA
La Giunta regionale ha approvato la bozza di convenzione, della durata di mesi 36 dalla data di sottoscrizione, tra la Regione autonoma Valle d’Aosta – Struttura assetto idrogeologico dei bacini montani e il Comune di Courmayeur, per la realizzazione della viabilità alternativa di accesso alla Val Ferret parzialmente sul sedime della pista di cantiere a tergo del rilevato a difesa delle frazioni La Palud e Entreves dal movimento franoso del Mont de la Saxe, per un importo complessivo di 700 mila euro.
Durante l’esecuzione del cantiere delle opere di difesa delle frazioni La Palud e Entrèves dal movimento franoso del Mont de La Saxe, in località La Palud, è stata realizzata una pista di cantiere a tergo del rilevato che, in situazioni di emergenza per fenomeni idrogeologici, è risultata utile per far defluire più facilmente l’utenza della Val Ferret. Come più volte manifestato dal Comune di Courmayeur, la viabilità interna della frazione La Palud risulta del tutto inadeguata nei periodi di maggiore afflusso turistico per la contestuale necessità di far transitare sulla medesima strada mezzi d’opera a servizio di cantieri spesso non riprogrammabili per esigenze di protezione civile. La Giunta comunale di Courmayeur, con deliberazione n. 165 del 25 ottobre 2018, ha lancito l’intenzione di utilizzare la pista quale nuova strada per un definitivo alleggerimento del traffico interno alla frazione di La Palud, ad eccezione del periodo invernale che per motivi correlati all’importante innevamento della zona ed alle caratteristiche morfometriche non ne permetterebbe l’uso in sicurezza. La convenzione approvata consentirà quindi di realizzare l’opera che resterà di proprietà e conseguente gestione del Comune di Courmayeur.

SANITA, SALUTE E POLITICHE SOCIALI
La Giunta regionale ha approvato, per la predisposizione del Piano regionale per la salute e il benessere sociale 2020-2025, la metodologia di elaborazione secondo un percorso di programmazione locale partecipata, al fine di facilitare, tra i soggetti interessati, la conoscenza delle fasi procedurali e, quindi, la collaborazione più ampia possibile. Il Piano regionale per la salute e il benessere sociale è il principale documento di programmazione pluriennale e di azione politica che la Giunta, con il supporto del Dipartimento sanità, salute, politiche sociali, sottopone all’approvazione nel corso della legislatura. La Regione ha assunto la decisione di delegificare il documento di Piano per poterlo approvare, al termine di un iter condiviso in tutte le sedi qualificate e preposte, con una deliberazione del Consiglio regionale per renderlo più flessibile e performante rispetto alla capacità di adattamento della risposta istituzionale ai bisogni emergenti e alla capacità finanziaria e organizzativa del complessivo sistema di welfare regionale preposto a rispondervi. Il Piano regionale per la salute e il benessere sociale valevole per il periodo 2020-2025 sarà predisposto secondo una metodologia partecipata, sulla base della delibera approvata oggi dal Governo regionale, in 4 fasi,per la durata complessiva di 1 anno circa, fino all’approvazione in Consiglio regionale.

TURISMO, SPORT, COMMERCIO, AGRICOLTURA E BENI CULTURALI
Il Governo della Regione ha concesso a favore dell’Associazione Sportiva Dilettantistica Valdostana Martze a Pià (AVMAP) un contributo forfetario di 5 mila euro destinato al sostegno dell’attività promozionale volta a favorire lo sviluppo delle manifestazioni di corsa in montagna, anche sotto il profilo turistico-promozionale e del rispetto dell’ambiente.

La Giunta regionale ha concesso, per l' anno 2019, il contributo annuo di cui alla legge regionale 20/1991, a favore della Fondazione per la formazione professionale turistica, con sede a Châtillon, per una somma complessiva di 3 milioni 950 mila euro.
L'attività istituzionale della Fondazione per la formazione professionale turistica di Châtillon ha per oggetto, nell'ambito dell'istruzione, l'organizzazione di specifici corsi di qualifica che consentono agli studenti l'assolvimento dell'obbligo scolastico attraverso la gestione dell'lstituto professionale alberghiero e, nel settore della formazione professionale alberghiera, l'organizzazione di iniziative di formazione promosse di concerto con l'Amministrazione regionale.

Il Governo della Regione ha approvato l’organizzazione e la partecipazione a manifestazioni del settore agricolo e agroalimentare previste in ambito regionale, nazionale e internazionale per l’anno 2019, per una spesa complessiva di 179 mila euro. La partecipazione a saloni e a manifestazioni fieristiche del settore agricolo e agroalimentare è valida e importante occasione per far conoscere a un ampio pubblico, fatto di esperti del settore ma non solo, la realtà agricola valdostana e la filiera enogastronomica di qualità. Tra le proposte valutate, alcune delle quali già avviate negli anni passati, sono state individuate, in particolare:

• Festival del giornalismo alimentare che si svolgerà a Torino dal 21 al 23 febbraio 2019, darà modo di instaurare collaborazioni con testate giornalistiche di respiro nazionale;
• Salon International de l’Agriculture che si svolgerà a Parigi dal 23 febbraio al 3 marzo 2019, dove, anche attraverso la collaborazione con la Maison du Val d’Aoste de Paris, è intenzione promuovere in particolare la Fontina DOP e proporre un’immagine integrata del prodotto Valle d’Aosta così che l’offerta del territorio venga complessivamente rappresentata dal punto di vista agricolo, enogastonomico, culturale, turistico;
• Vinitaly che si svolgerà a Verona dal 7 al 10 aprile 2019, evento internazionale di promozione del settore vitivinicolo, al quale saranno presenti aziende locali valdostane, coordinate dall’Associazione Viticoltori Valdostani (VIVAL);
• Cheese che si svolgerà a Bra (CN), dal 20 al 23 settembre 2019, evento biennale in cui sono presenti i migliori formaggi del mondo, rappresenta per la nostra Regione un’importante occasione per promuovere i nostri Formaggi DOP (Fontina e Fromadzo) e un interessante opportunità di confronto con l’élite casearia degli altri Paesi;
• altri eventuali eventi fieristici di interesse agricolo o agroalimentare.

È intenzione proporre sul territorio regionale, inoltre, manifestazioni tematiche, nel corso dell’intero 2019, al fine di presentare a residenti e turisti in particolare il settore agricolo e agroalimentare attraverso le differenti filiere che lo caratterizzano. A tal fine saranno organizzati e coordinati direttamente dall’Assessorato i seguenti eventi:
• - Herbarium, nella primavera del 2019;
• - Giornata mondiale delle api, il 20 maggio 2019;
• - Appuntamenti di Show-cooking, nei mesi estivi del 2019;
• - Sons et sonettes dans les Alpes e Aspettando la Désarpa previste nella città di Aosta nell’autunno 2019;
• - Marché au Fort, nel mese di ottobre 2019, a Bard;
• - De la terre à la table, nell’autunno 2019;
• - Concorso dei Mieli della Valle d’Aosta, di cui nel 2019 ricorre il venticinquennale, nell’ambito della Sagra del Miele e dei suoi derivati organizzata dal Comune di Châtillon;
• - Vins Extrêmes, il 30 novembre e il 1° dicembre 2019;
• - Modon d’or, Concorso nazionale Fontina d’alpage con premiazione prevista nel mese di dicembre 2019.

Saranno infine a cura dell’Assessorato:
• attività per la valorizzazione e promozione delle produzioni DOP, DOC, IG e PAT da svolgersi su territorio regionale, nazionale e internazionale, presso scuole e istituti di formazione, rivolte a pubblico non esperto ed eterogeneo, ma anche indirizzate a operatori commerciali, turistici, opinion leader, giornalisti di settore;
• attività e iniziative finalizzate a favorire la conoscenza dei prodotti del territorio e lo sviluppo della filiera a km zero;
• interventi a sostegno di manifestazioni organizzate per valorizzare il settore zootecnico valdostano.

La Giunta regionale ha deciso di istituire una commissione tecnica permanente di lavoro per il calcolo delle produzioni medie unitarie annuali per zone omogenee delle principali colture, composta da 3 tecnici esperti in contabilità e statistica della fondazione Institut Agricole Régional, 3 tecnici esperti sulle colture frutticole e foraggere dell’Assessorato del Turismo, Sport, Commercio, Agricoltura e Beni culturali e da ulteriori tecnici specializzati che la commissione stessa chiamerà a supporto per l’acquisizione di eventuali pareri, per i quali non è previsto alcun compenso né indennità di qualsivoglia natura.
Le avversità atmosferiche assimilabili a calamità naturali che causano danni alla produzione primaria si ripetono con maggiore periodicità; è per questo motivo che risulta essenziale, ai fini programmatori, disporre di dati medi di produzione riferiti alle diverse colture al fine di semplificare le procedure di accesso agli aiuti. La commissione, quindi, provvederà a individuare le tipologie di colture per le quali si debbano definire le produzioni medie unitarie annuali e per le quali non siano disponibili banche dati. I parametri e i valori raccolti, verranno utilizzati sia a livello statistico, divulgativo e informativo sia per il calcolo delle produzioni medie annuali rispetto alle potenziali perdite a seguito di avversità atmosferiche assimilabili a calamità naturali, secondo la normativa europea e nazionale.

STELLA ALPINA

Movimento politico, autonomista e federalista, la "Stella Alpina" ha per finalità la tutela e il rafforzamento dell’Autonomia speciale valdostana, nel contesto di uno Stato Italiano unitario e federale, nella prospettiva di una vera Europa dei popoli.

AGENDA

DICEMBRE

Lunedì 16
ore 9.00 - Consiglio regionale

Martedì 17
ore 9.00 - Consiglio regionale

Mercoledì 18
ore 9.00 - Consiglio regionale
ore 9.00 - Consiglio Comune Aosta

Giovedì 19
ore 9.00 - Consiglio regionale
ore 9.00 - Consiglio Comune Aosta

 

 

 

 

Adesioni alla Stella Alpina

L'adesione alla "Stella Alpina" avviene con una sottoscrizione di impegno a rispettare i contenuti dello Statuto.

Le domande di prima adesione devono essere presentate alla Sezione del Comune di residenza o di domicilio oppure presso la sede del Movimento - Via Monte Pasubio, 40 - Aosta.

Leggi tutto

Newsletter

CONTATTI

Movimento Politico Stella Alpina

  • Via Monte Pasubio, 40 11100 Aosta
  • Tel: 0165 32200
  • Fax: 0165 32200
  • Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Sei qui: Home News regionali

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo