News

Sei qui: Homepage News Il referendum costituzionale e la posizione di Stella Alpina

Il referendum costituzionale e la posizione di Stella Alpina

Nel corso del suo Congresso tenuto il 6 maggio 2016 a Pollein, il Movimento Stella Alpina ha deciso all’unanimità di sostenere una posizione favorevole al referendum sulla riforma costituzionale.

Stella Alpina guarda con preoccupazione alla tendenza anti-regionalista che si è manifestata nel Paese, che ha avuto un riflesso importante per le Regioni a Statuto ordinario, che vedranno trasferite al livello centrale le competenze concorrenti loro attribuite nella precedente riforma costituzionale del 2001.

Riguardo agli effetti della riforma per le Regioni a Statuto speciale, Stella Alpina considera tuttavia importante l’introduzione del principio "dell’intesa", nonché il consolidamento delle competenze concorrenti a cui esse potevano accedere finora soltanto attraverso un meccanismo di norme di attuazione permesse da un articolo-passerella della riforma costituzionale del 2001.
Si tratta non soltanto di un rafforzamento politico-istituzionale delle autonomie speciali, ma anche di un più facile esercizio delle competenze loro assegnate.

 

La riforma costituzionale sottoposta a referendum deve essere considerata come una tappa di un processo più ampio e di lunga durata. Essa presenta un progresso che non fu possibile ottenere nella riforma del 2001, cioè la creazione di una Camera di rappresentanza regionale. Per quanto suscettibile di futuri miglioramenti, anche in fase di attuazione – per esempio devono ancora essere definiti il suo sistema elettorale e il suo regolamento - il nuovo Senato costituisce senza dubbio un fatto positivo. Esso permetterà di sviluppare il confronto tra il livello statale e quello regionale a livello politico, superando il conflitto ora focalizzato presso la Corte costituzionale. Esso contribuirà inoltre a rafforzare la cultura regionalista nel Paese, e sarà un importante luogo di esercizio politico, anche per le stesse Regioni a statuto ordinario.

La riforma costituzionale sottoposta a referendum introduce inoltre altre utili modifiche, per esempio eliminando alcuni istituti, come il CNEL, o migliorando dove possibile alcuni procedimenti legislativi.

Nel difficile contesto di questi anni, Stella Alpina considera infine che questa riforma costituisca un significativo progresso per le regioni a Statuto speciale, probabilmente difficile da raggiungere in future riforme, se dovesse perdurare il clima anti-regionalista che si registra nel dibattito nazionale.

STELLA ALPINA

Movimento politico, autonomista e federalista, la "Stella Alpina" ha per finalità la tutela e il rafforzamento dell’Autonomia speciale valdostana, nel contesto di uno Stato Italiano unitario e federale, nella prospettiva di una vera Europa dei popoli.

AGENDA

NOVEMBRE

Mercoledì 21
ore 9.00 - Consiglio regionale

Giovedì 22
ore 9.00 - Consiglio regionale

 



 

Adesioni alla Stella Alpina

L'adesione alla "Stella Alpina" avviene con una sottoscrizione di impegno a rispettare i contenuti dello Statuto.

Le domande di prima adesione devono essere presentate alla Sezione del Comune di residenza o di domicilio oppure presso la sede del Movimento - Via Monte Pasubio, 40 - Aosta.

Leggi tutto

Newsletter

CONTATTI

Movimento Politico Stella Alpina

  • Via Monte Pasubio, 40 11100 Aosta
  • Tel: 0165 32200
  • Fax: 0165 32200
  • Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Sei qui: Home News Il referendum costituzionale e la posizione di Stella Alpina

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo