News

Sei qui: Homepage News Dibattito sull'elezione dei Vicepresidenti e dei Segretari del Consiglio

Dibattito sull'elezione dei Vicepresidenti e dei Segretari del Consiglio

L'elezione dei nuovi Vicepresidenti e Segretari del Consiglio avvenuta nella seduta consiliare di martedì 21 marzo 2017 è stata anticipata da un dibattito sulla nuova situazione politica regionale, a seguito dell'elezione della nuova Giunta regionale il 10 marzo scorso.

Il Capogruppo della SA, Stefano Borrello, ha ripercorso gli ultimi eventi politici: «Per rispetto istituzionale, visto che la vecchia maggioranza non aveva voluto partecipare al dibattito sulla mozione di sfiducia disertando l'Aula, il confronto odierno è

positivo. Ma la visione dell'UV è soggettiva quando parla di rispetto degli elettori, perché o il risultato elettorale lo si rispetta in maniera continuativa oppure può subire delle variazioni legate a progetti come avvenuto in questa Legislatura. Le urne avevano indicato al Governo UV e SA, poi sono entrati i Consiglieri, prima, del PD e, poi, dell'UVP, fino ad arrivare a questo ultimo periodo, quando vi è stato un appello al confronto da parte di tutte le forze politiche al fine di dare maggiori risultati alla comunità, ma i tavoli politici sono stati disertati da qualcuno. L'ultimo atto è stato quello di far dimettere tutti gli Assessori, che si è sovrapposto ad una serie di eventi - anche giudiziari - che hanno portato ad un'impasse totale dell'azione politica che è stata risolta con la mozione di sfiducia. Riguardo alla conduzione del Consiglio da parte del Presidente Rosset, qualsiasi azione che ha assunto nella direzione di ricostituire il plenum è un'azione che ha reso nobile l'interpretazione del ruolo del Presidente del Consiglio.» Il Capogruppo ha poi espresso dispiacere per «il percorso che Baccega e Lanièce hanno deciso di intraprendere: mi sarei aspettato che si allineassero, pur nel rispetto della diversa posizione, alle decisioni del movimento Stella Alpina. Ricordo che questo nuovo percorso è per il bene della Valle d'Aosta: diamo quindi la possibilità a questa nuova maggioranza di dare sviluppo, entusiasmo e prospettiva alla nostra regione, e in seguito si potrà giudicare il suo operato.»

Il Presidente della Regione, Pierluigi Marquis, ha chiuso il dibattito: «Non vogliamo dare lezioni a nessuno, ma non vogliamo nemmeno riceverne. Le assenze strategiche in quest'Aula, che non fanno onore al nostro impegno di Consiglieri, sono il vero ostruzionismo nei confronti dei valdostani. La legislatura è stata travagliata e sono già cinque i governi che l'hanno caratterizzata. Il governo odierno è lo sviluppo di questo percorso: non si tratta di ribaltoni, perché questi si fanno in 24 ore, sono azioni improvvise; invece, questa nostra proposta è il risultato di una crisi durata quattro mesi, nata all'atto dell'approvazione del bilancio. Una proposta nata dalla consapevolezza della situazione di estrema difficoltà della nostra regione, con un'enorme e pressante esigenza di dare sviluppo nell'economia e nel lavoro. Temi che sono priorità del nostro governo. Niente di più sbagliato, quindi, che portare il confronto sulla personalizzazione. Oggi ci sono due modi di vedere la Valle d'Aosta: uno ancorato al passato che non tornerà più; un altro rivolto al futuro, prendendo atto del processo di destrutturazione subito dalla Valle d'Aosta negli ultimi venti anni. È questo che ci viene chiesto ed è questo che dobbiamo fare. Il nostro progetto è aperto, tutti possono contribuire; un progetto di responsabilità dove diverse forze politiche hanno trovato il collante: quello di dare soluzione alle urgenze con metodo partecipato e condiviso in un'azione di consapevolezza. Da qui in avanti, se sapremo ritrovare il dialogo e superare questa fase di conflittualità politica, potremo avviare un percorso utile per dare soluzione a tutti i problemi dei valdostani.»

STELLA ALPINA

Movimento politico, autonomista e federalista, la "Stella Alpina" ha per finalità la tutela e il rafforzamento dell’Autonomia speciale valdostana, nel contesto di uno Stato Italiano unitario e federale, nella prospettiva di una vera Europa dei popoli.

AGENDA

SETTEMBRE

mercoledì 20
ore 9.00 - consiglio regionale
ore 9.00 - consiglio comune Aosta

giovedì 21
ore 9.00 - consiglio regionale
ore 9.00 - consiglio comune Aosta

 

 

 

Adesioni alla Stella Alpina

L'adesione alla "Stella Alpina" avviene con una sottoscrizione di impegno a rispettare i contenuti dello Statuto.

Le domande di prima adesione devono essere presentate alla Sezione del Comune di residenza o di domicilio oppure presso la sede del Movimento - Via Monte Pasubio, 40 - Aosta.

Leggi tutto

Newsletter

CONTATTI

Movimento Politico Stella Alpina

  • Via Monte Pasubio, 40 11100 Aosta
  • Tel: 0165 32200
  • Fax: 0165 525355
  • Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Il deputato On. Rudi Marguerettaz riceve presso la sede della Stella Alpina su appuntamento

Sei qui: Home News Dibattito sull'elezione dei Vicepresidenti e dei Segretari del Consiglio

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo