News

Sei qui: Homepage News Edilizia, arriva l'emendamento per salvaguardare le imprese e i professionisti locali

Edilizia, arriva l'emendamento per salvaguardare le imprese e i professionisti locali

L'emendamento al programma triennale dei lavori pubblici è stato presentato questa mattina dall'Assessore regionale alle Opere pubbliche, Stefano Borrello.

Fare lavorare le imprese e i professionisti locali. Con questo obiettivo l’Assessore regionale alle Opere pubbliche ha portato questa mattina in III Commissione consiliare i nuovi indirizzi per l’applicazione del nuovo codice dei contratti pubblici, contenuti in un emendamento al programma triennale dei lavori pubblici da 176 milioni di euro. "E' una misura a salvaguardia delle imprese valdostane, dei liberi professionisti" spiega lAssessore Borrello "e per tutelare le maestranze locali. Con la collaborazione delle associazioni di categoria degli imprenditori, degli ordini e dei collegi dei professionisti oltre che dei sindacati abbiamo definito alcune regole e orientamenti che dovranno essere applicati dai responsabili del procedimento per valorizzare le esperienze e le competenze locali".

 

Le novità riguardano le modalità di gestione delle procedure relative all’affidamento e all’esecuzione di contratti pubblici di importo inferiore a 516mila euro per i lavori e a 100mila per i serviti tecnici attinenti all’architettura e all’ingegneria. In particolare è prevista la centralizzazione tramite la stazione unica appaltante regionale (Sua Vda) per i lavori pubblici di importo inferiore a 40mila euro e le acquisizioni di servizi attinenti all’architettura e all’ingegneria pari o superiore ai 40mila euro. Sotto questa soglia saranno le strutture regionali ad affidare e gestire direttamente e autonomamente gli affidamenti, che saranno poi comunicati alla Sua.

Per importi fino a 150mila euro gli uffici della Sua si faranno carico degli avvisi per la sollecitazione di manifestazioni di interesse o per la creazione di elenchi di operatori economici adottando criteri di selezione delle imprese che privilegino le valdostane ad esempio assumendo come riferimento la sede dell’unità operativa delle imprese rispetto al luogo di esecuzione dei lavori. Per importi fino a 516mila euro la procedura negozia verrà gestita sempre dalla Sua adottando gli stessi criteri di selezione delle imprese pensati per favorire la partecipazione delle realtà locali. I 170 lavori previsti nel piano triennale dei lavori pubblici verranno suddivisi in piccoli lotti per favorire la partecipazione delle imprese locali.

Soddisfatti i sindacati e gli ordini professionali "Da diversi anni spingevano perché le imprese valdostane venissero preferite per i lavori pubblichi" sottolinea Cosimo Mangiardi della Uil "Questo emendamento con tutte le cautele va in questa direzione, se le imprese riescono a prendere i lavori anche le maestranze riusciranno di conseguenza a lavorare". E Ezio Dufour della Cgil: "Questa novità può sicuramente servire per salvaguardare le imprese locali, le professionalità acquisite dalle maestranze con ricadute anche sulla qualità delle opere che verranno svolte".

Per il Presidente dell'Ordine degli architetti, Sergio Togni: "Un avvicinamento della politica regionale verso gli interessi degli iscritti agli ordini regionali è positivo. L'emendamento dà qualche opportunità in più a chi rappresenta una territorialità. Secondo noi i lavori pubblici devono rimanere appannaggio di tutti e non solo di poche società internazionali".

di Silvia Savoye

 

STELLA ALPINA

Movimento politico, autonomista e federalista, la "Stella Alpina" ha per finalità la tutela e il rafforzamento dell’Autonomia speciale valdostana, nel contesto di uno Stato Italiano unitario e federale, nella prospettiva di una vera Europa dei popoli.

AGENDA

SETTEMBRE

mercoledì 20
ore 9.00 - consiglio regionale
ore 9.00 - consiglio comune Aosta

giovedì 21
ore 9.00 - consiglio regionale
ore 9.00 - consiglio comune Aosta

 

 

 

Adesioni alla Stella Alpina

L'adesione alla "Stella Alpina" avviene con una sottoscrizione di impegno a rispettare i contenuti dello Statuto.

Le domande di prima adesione devono essere presentate alla Sezione del Comune di residenza o di domicilio oppure presso la sede del Movimento - Via Monte Pasubio, 40 - Aosta.

Leggi tutto

Newsletter

CONTATTI

Movimento Politico Stella Alpina

  • Via Monte Pasubio, 40 11100 Aosta
  • Tel: 0165 32200
  • Fax: 0165 525355
  • Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Il deputato On. Rudi Marguerettaz riceve presso la sede della Stella Alpina su appuntamento

Sei qui: Home News Edilizia, arriva l'emendamento per salvaguardare le imprese e i professionisti locali

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo