News

Sei qui: Homepage News Rifiuti, primi passi per gli impianti a freddo

Rifiuti, primi passi per gli impianti a freddo

Appalto europeo. il progetto e di Rea Dalmine, la stessa del pirogassificatore
Rifiuti, nasce il sistema "a freddo"
Tra gli ultimi atti della giunta Marquis il via al modello di gestione che segnera' il futuro
Tra gli ultimi atti approvati dalla giunta Marquis c'e la prima pietra del nuovo modello di gestione dei rifiuti, nato dopo il referendum contro il pirogassificatore del novembre 2012. Proposto dall'ex assessore all'Ambiente Fabrizio Roscio, promotore del referendum, prevede l'approvazione di un progetto di fattibilita', proposto dalla Rea Dalmine spa e dalla Fratelli Ronc srl, che prevede un impianto di stabilizzazione dell'indifferenziato e un secondo di selezione del multimateriale leggero (plastica, alluminio, acciaio) oggi portato fuori Valle per la selezione dei materiali.


Resta fuori sia il trattamento dell'organico «perche' non e' ancora raccolto sull'intero territorio regionale e non si hanno dati per quantificare la sua dimensione» dice l'ex assessore. «Sono tutti impianti a freddo, come prevede la legge, Diro' di più - spiega Roscio -: c'e' tutto quello che era riassunto in un disegno che distribuivamo durante la campagna referendaria. Non e' escluso che, come miglioria, l'azienda che vincera' l'appalto possa proporre la fabbrica dei materiali o altri piccoli impianti per migliorare la qualità della differenziata».
La proposta e arrivata anche dalla Rea Dalmine, una delle aziende che voleva costruire il pirogassificatore.
Per questo, il consigliere delcMovimento 5 stelle Roberto Cognetta spara a zero: «Roscio riesce, come suo ultimo atto, a mettere la gestione dei rifiuti nelle mani della speculazione privata. Andando contro tutte le idee con cui si e fatto votare ed eleggere, l'ormai ex assessore Roscio ha deciso di gettare al vente l'unica opportunità che aveva (e che avrà) di poter dare una svolta alla strategia dei rifiuti in Valle d'Aosta: una strategia che poteva puntare a rifinti zero, al risparrnio economico e alla tutela ambientale». La procedura prevede un appalto europeo per l'affidamento del servizio, in base al project financing presentato da Rea Dalmine e Ronc. «Sara' favorita, nella gara, la societa' che voleva costruire il pirogassifi-
catore. Si calpesta la volonta' popolare, Roscio va contro al referendum che lo ha incoronato prima consigliere e poi assessore, regalando alla speculazione privata il ghiotto business
della gestione rifiuti: scelta che, come al solito, pagheranno i valdostani. Che pessima uscita di scena».
Roscio replica: «Se Cognetta pensa di essere cosi bravo, puo' mettere su una societa' e partecipare al bando. Abbiamo scelto di seguire una strada trasparente, in base alla proposta fat-
ta, che e quella del referendum: nessun impianto a caldo, una serie di piccoli impianti per il trattamento delle diverse tipologie di rifiuto. Quando mi sono insediato 7 mesi fa, lo scenario era l'emergenza perche' nessuno aveva fatto una scelta o prodotto uno straccio di atto. Siamo riusciti a evitarla». I privati? «La discarica restera' pubblica, come l'impianto. Il servizio sara' gestito da un privato, come accede oggi».

STELLA ALPINA

Movimento politico, autonomista e federalista, la "Stella Alpina" ha per finalità la tutela e il rafforzamento dell’Autonomia speciale valdostana, nel contesto di uno Stato Italiano unitario e federale, nella prospettiva di una vera Europa dei popoli.

AGENDA

NOVEMBRE

mercoledi' 22
ore 9.00 - consiglio regionale
ore 9.00 - consiglio comunale

giovedi' 23
ore 9.00 - consiglio regionale
ore 9.00 - consiglio comunale

Adesioni alla Stella Alpina

L'adesione alla "Stella Alpina" avviene con una sottoscrizione di impegno a rispettare i contenuti dello Statuto.

Le domande di prima adesione devono essere presentate alla Sezione del Comune di residenza o di domicilio oppure presso la sede del Movimento - Via Monte Pasubio, 40 - Aosta.

Leggi tutto

Newsletter

CONTATTI

Movimento Politico Stella Alpina

  • Via Monte Pasubio, 40 11100 Aosta
  • Tel: 0165 32200
  • Fax: 0165 32200
  • Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Il deputato On. Rudi Marguerettaz riceve presso la sede della Stella Alpina su appuntamento

Sei qui: Home News Rifiuti, primi passi per gli impianti a freddo

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo