News

Sei qui: Homepage News Principali provvedimenti della Giunta Comunale di Aosta

Principali provvedimenti della Giunta Comunale di Aosta

Tra le deliberazioni adottate oggi dalla Giunta, una, particolarmente attesa, è quella relativa all’approvazione della convenzione che sarà sottoscritta dall’Amministrazione comunale con la
Presidenza del Consiglio dei Ministri per il finanziamento del progetto di riqualificazione del territorio relativo al cosiddetto “Bando periferie”.
Nei giorni scorsi, infatti, la segreteria del Programma Periferie Urbane ha trasmesso al Comune la bozza di convenzione che, una volta sottoscritta, permetterà il finanziamento e l’avvio
del progetto “Aosta recupera la propria identità”, declinato attraverso una proposta complessiva di interventi integrati e coordinati tra loro che interesserà, tra l’altro, la frazione di
Arpuilles, piazza Manzetti, via Lavoratori Vittime del Col du Mont e il quartiere Dora, il polo sportivo Tzambarlet, l’area Montfleury, la vasca di Excenex, l’impluvio di Gotrau, la
fognatura di regione Bioula e la rete del gas delle frazioni Arpuilles ed Excenex per un totale di poco meno di 12,5 milioni di euro.

 

«La deliberazione - commenta il sindaco Fulvio Centoz - rappresenta un passaggio decisivo che ufficializza la concessione del finanziamento da 12,5 milioni da parte statale. Siamo
soddisfatti per l’esito della nostra istanza, soprattutto perché fornirà una risposta importante al territorio. La firma della convenzione dovrebbe avvenire entro Natale, dopodiché si darà
il via alla progettazione dei diversi interventi. Ne discende, ovviamente, che la seconda parte della consiliatura sarà occupata in buona parte dagli adempimenti per la realizzazione di
quanto previsto dal progetto».

Un altro provvedimento significativo è quello con cui la Giunta - considerato che a fine anno scadranno gli attuali appalti - ha approvato l’affidamento per il triennio 2018-2020 del
servizio di manutenzione ordinaria delle aree verdi comunali, dei sentieri e delle aree incolte e delle fioriere e arredi comunali, suddiviso in quattro lotti funzionali, oltre ai
capitolati speciali di appalto relativi ai diversi lotti e alla previsione della spesa per il triennio 2018/2020.
La deliberazione approvata dalla Giunta conferma la suddivisione dell’appalto in quattro lotti funzionali relativi a altrettante tipologie di intervento nelle diverse zone del territorio
comunale: manutenzione dei sentieri e strade vicinali, delle strade collinari ed aree incolte e scarpate stradali; manutenzione di parchi-gioco, giardini e aree verdi; manutenzione delle
rotatorie e di altre aree con fiori e arbusti; manutenzione delle fioriere, degli arredi e delle attrezzature ludiche comunali. L’investimento per il triennio sarà di 600 mila euro
suddivisi egualmente suddivisi nel periodo.

«Si tratta – spiega l’assessore con delega al Decoro urbano e al Verde pubblico, Andrea Edoardo Paron - di un atto dovuto nei confronti della cittadinanza che ha il diritto di vivere in una
città quanto più ordinata e gradevole, pur considerate le ristrettezze di natura finanziaria con le quali dobbiamo continuamente confrontarci. Siamo riusciti a mantenere la strutturazione
del servizio e a confermarlo fino al 2020, con un anticipo congruo che nelle nostre intenzioni vuole scongiurare il rischio che possano intervenire delle interruzioni nella manutenzione, e
il conseguente danno di immagine che ne deriverebbe per una città turistica come la nostra. In questo quadro rientra anche il provvedimento di messa a dimora di nuove piante perché non è
sufficiente prendersi cura dell’esistente, ma bisogna anche pensare, laddove è possibile, a incrementare il patrimonio verde cittadino».

L’Esecutivo comunale, infatti, ha anche approvato una serie di interventi di messa a dimora di piante in alcune aree comunali, in sostituzione di quelle precedentemente abbattute perché
malate, per un totale di 53 nuovi alberi, nonché il rifacimento del manto erboso nella scuola dell’infanzia “Rodari” per circa 2800 mq.
In particolare, la messa a dimora riguarderà 5 tigli in via Chaligne, 2 tigli in via Lexert, 2 tigli in corso Saint-Martin-de-Corléans, 6 tigli in avenue du Conseil des Commis, un tiglio in
corso XXVI Febbraio, due tigli in via Xavier de Maistre, 2 ippocastani in via Roma (zona Consolata), un tiglio in via Generale Chatrian, due tigli in via Gran Paradiso, un ippocastano e un
salice in viale della Pace, sei tigli nel parco della rimembranza del cimitero, un olmo in via Pollio Salimbeni, 3 olmi in via Liconi, 5 sorbi in via Capitano Chamonin, due sorbi in viale
Matteotti, una betulla e 3 sorbi in via Maggiore Cavagnet, 2 prunus in via Elter e 5 sorbi nel piazzale di fronte alla ex-maternità.

STELLA ALPINA

Movimento politico, autonomista e federalista, la "Stella Alpina" ha per finalità la tutela e il rafforzamento dell’Autonomia speciale valdostana, nel contesto di uno Stato Italiano unitario e federale, nella prospettiva di una vera Europa dei popoli.

AGENDA

GENNAIO 

mercoledi' 10
ore 9.00 - consiglio regionale

giovedi' 11
ore 9.00 - consiglio regionale

Adesioni alla Stella Alpina

L'adesione alla "Stella Alpina" avviene con una sottoscrizione di impegno a rispettare i contenuti dello Statuto.

Le domande di prima adesione devono essere presentate alla Sezione del Comune di residenza o di domicilio oppure presso la sede del Movimento - Via Monte Pasubio, 40 - Aosta.

Leggi tutto

Newsletter

CONTATTI

Movimento Politico Stella Alpina

  • Via Monte Pasubio, 40 11100 Aosta
  • Tel: 0165 32200
  • Fax: 0165 32200
  • Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Il deputato On. Rudi Marguerettaz riceve presso la sede della Stella Alpina su appuntamento

Sei qui: Home News Principali provvedimenti della Giunta Comunale di Aosta

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo