News

Sei qui: Homepage News II «controbilancio» di Alpe, Stella e Pnv "La nostra proposta? Contiene un progetto per lavoro e ricchezza"

II «controbilancio» di Alpe, Stella e Pnv "La nostra proposta? Contiene un progetto per lavoro e ricchezza"

Ritocchi all'addizionale Irpef; tagli all'Irap; riduzione del 10 per cento del bolla auto; esenzione dell'Imu per gli immobili ceduti a parenti fino al secondo grade e sconti soprattutto per chi ristruttura e per le microimprese, con un 10 per cento di taglio per tutti; azzeramento della tassa sulle insegne nei Comuni piu deboli che, secondo i pararnetri che definiscono le aree rurali particolarmente marginali sono 37. «E' la nostra controproposta di bilancio regionale, è il bilancio che avremmo presentato se fossimo ancora al governo» ha spiegato ieri Pierluigi Marquis durante l'incontro pubblico organizzato da Alpe, Stella-Pnv e Mouv.


Alla vigilia della seduta di Consiglio Valle che da oggi a giovedì affronterà la discussione della Legge finanziaria regionale e il bilancio 2018-2020, le tre forze pelitiche oggi all'opposizione hanno già annunciato la loro bocciatura:
«La Valle non merita l'ennesimo bilancio regionale» dicono in coro. «Dal nostro punto di vista - ha spiegato il rappresentante di Pour Notre Vallee Claudio Restano - il bilancio deve portare con sé un progetto, deve avere l'obiettivo di produrre lavoro e ricchezza».
Invece, secondo l'ex assessore alle Finanze Albert Chatrian (Alpe), il documento contabile che verra' sottoposto all'assemblea «dimostra anche una certa spregiudicatezza. I chiari di lu-
na delle ultime ore, con tutta la questione dei soldi dovuti allo Stato, si scontrano con la voglia di millantare, da parte di questo esecutivo, risorse che invece non ci sono. Io sottolineo invece che il bilancio presenta meno entrate che nel 2017, e che le risorse, temo, verranno impiegate soprattutto per ingrossare e ingrassare i vari assessorati». E se Elso Gerandin (Mouv) ha ricordato che «la Valle d'Aosta e' l'unica regione a Statuto speciale a non essersi piu seduta al tavolo con lo Stato dopo il 2010», l'ex presidente Marquis ha attaccato: «Le somme contese con Roma sono un problema che parte da lontano e che dovrebbe essere gestito in maniera non improvvisata. Peraltro vogliono farci credere di essere sorpresi, ma e' una presa in giro.
Forse nessuno si ricorda che un anno fa il senatore valdostano Albert Laniece ha votato il provvedirnento che ha esteso fino al 2020 le trattenute dello Stato alle Regioni?».
[D. M.]

STELLA ALPINA

Movimento politico, autonomista e federalista, la "Stella Alpina" ha per finalità la tutela e il rafforzamento dell’Autonomia speciale valdostana, nel contesto di uno Stato Italiano unitario e federale, nella prospettiva di una vera Europa dei popoli.

AGENDA

OTTOBRE

Lunedì 22
ore 18.30 - Segreteria regionale
ore 20.30 - Coordinamento

Lunedì 29
ore 18.00 - Sezione di Aosta

NOVEMBRE

Mercoledì 7
ore 9.00 - Consiglio regionale

Giovedì 8
ore 9.00 - Consiglio regionale



 

Adesioni alla Stella Alpina

L'adesione alla "Stella Alpina" avviene con una sottoscrizione di impegno a rispettare i contenuti dello Statuto.

Le domande di prima adesione devono essere presentate alla Sezione del Comune di residenza o di domicilio oppure presso la sede del Movimento - Via Monte Pasubio, 40 - Aosta.

Leggi tutto

Newsletter

CONTATTI

Movimento Politico Stella Alpina

  • Via Monte Pasubio, 40 11100 Aosta
  • Tel: 0165 32200
  • Fax: 0165 32200
  • Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Sei qui: Home News II «controbilancio» di Alpe, Stella e Pnv "La nostra proposta? Contiene un progetto per lavoro e ricchezza"

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo