News

Sei qui: Homepage News Interpellanza sui controlli sulle domande per ottenere benefici economici

Interpellanza sui controlli sulle domande per ottenere benefici economici

L'Assessore alle opere pubbliche, Stefano Borrello, ha riferito: «Per tutti gli interventi di sostegno alle politiche abitative, la struttura regionale analizza preliminarmente tutte le pratiche, effettuando i controlli di competenza sulle dichiarazioni rese dagli utenti (composizione nucleo anagrafico, anzianità, luogo di residenza, invalidità, patrimonio immobiliare, redditi e detrazioni); per tutte le dichiarazioni non direttamente controllabili (patrimonio immobiliare, redditi all'estero) ci si avvale della collaborazione della Guardia di finanza. In merito alle notizie di stampa, la Guardia di finanza ha effettuato controlli a consultivo relativamente agli anni 2011, 2012, 2013 e 2014, esaminando un totale di 10.833 domande: sono emerse false dichiarazioni in 89 pratiche (meno dell'1%), di cui 11 hanno comportato il recupero di tutto il contributo, 67 solo una parte; altre 11 hanno evidenziato errori che però non incidono sull'ammissibilità del contributo. Le 46 pratiche che hanno fatto emergere irregolarità e rese pubbliche dalle notizie giornalistiche sono state controllate nel 2018 all'interno delle 89 pratiche riferite al 2013.»


Passando a trattare del Bon de Chauffage, l'Assessore Borrello ha spiegato: «Fino al 2016 si è proceduto ad un controllo a campione, così come stabilito da deliberazioni della Giunta regionale, mentre a partire dal 2017 si svolge un controllo a tappeto su tutte le pratiche presentate. Nel periodo 2013-2016, su 93.000 pratiche ne sono state controllate circa 8.000 (8.5%), di cui 336 (0.36%) sono state revocate. Dal 2017, essendo fatti controlli a tappeto, non sono stati erogati preliminarmente i contributi. La Guardia di finanza per il periodo 2013-2016 ha svolto ulteriori controlli e ha trasmesso il verbale di contestazione di un solo soggetto.»
«Nel corso di questi anni l'Amministrazione regionale ha effettuato un percorso per cercare di individuare i "furbetti" che producono false dichiarazioni - ha concluso l'Assessore Borrello -: concordiamo sull'esigenza di modificare i controlli sulle misure a contrasto della povertà e a sostegno dei cittadini meno abbienti. Importante resta la collaborazione tra l'Amministrazione regionale e la Guardia di finanza, in cui è incardinata la competenza dell'esercizio di un'azione preventiva e consultiva. Per parte nostra, assicuriamo la massima disponibilità per quanto attiene l'azione preventiva di controllo per chi sbaglia in buona fede, evitando così tutte le problematiche legate alle sanzioni che scattano successivamente.»

STELLA ALPINA

Movimento politico, autonomista e federalista, la "Stella Alpina" ha per finalità la tutela e il rafforzamento dell’Autonomia speciale valdostana, nel contesto di uno Stato Italiano unitario e federale, nella prospettiva di una vera Europa dei popoli.

AGENDA

GIUGNO

Mercoledì 26
ore 9.00 - Consiglio comune Aosta

Giovedì 27
ore 9.00 - Consiglio comune Aosta

Adesioni alla Stella Alpina

L'adesione alla "Stella Alpina" avviene con una sottoscrizione di impegno a rispettare i contenuti dello Statuto.

Le domande di prima adesione devono essere presentate alla Sezione del Comune di residenza o di domicilio oppure presso la sede del Movimento - Via Monte Pasubio, 40 - Aosta.

Leggi tutto

Newsletter

CONTATTI

Movimento Politico Stella Alpina

  • Via Monte Pasubio, 40 11100 Aosta
  • Tel: 0165 32200
  • Fax: 0165 32200
  • Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Sei qui: Home News Interpellanza sui controlli sulle domande per ottenere benefici economici

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo