News

Sei qui: Homepage News Pierluigi Marquis (SA), 'Una Valle d'Aosta 'europea' per salvarci dalla recessione'

Pierluigi Marquis (SA), 'Una Valle d'Aosta 'europea' per salvarci dalla recessione'

"Dobbiamo salvare la Valle d'Aosta dalla recessione che sta arrivando in Italia e possiamo farlo 'agganciando' le buone opportunità offerte dall'Europa". Ne è convinto Pierluigi Marquis, consigliere regionale della Stella Alpina, secondo cui "la manovra del governo nazionale adottata con l'ultima legge finanziaria presenta senz'altro delle novità ma nel suo insieme comporta diverse misure che allentano la capacità di crescita, riducono gli investimenti e l’innovazione, anche per l’industria 4.0. Il presidente di Confindustria, Vincenzo Boccia, ha già chiesto di modificarla, proprio per i rischi di frenata della crescita. Tutti gli organismi nazionali e internazionali che guardano alla salute dell'economia italiana sono preoccupati. In altri termini l'Italia sta scivolando verso un periodo in cui si ridurrà la capacità di creare lavoro e ricchezza".
Per l'esponente dell'Edelweiss, però, " la Valle d’Aosta ha gli strumenti per salvarsi da queste tendenze recessive. Offre alcune eccellenze che chiunque la frequenta conosce bene: il patrimonio storico, le bellezze naturali, una buona capacità di creare impresa e lavoro".


A questi elementi positivi "si affiancano gli strumenti dell’autonomia che dobbiamo attivare per lo sviluppo e in funzione antirecessiva - prosegue Marquis - la Valle d'Aosta deve essere capace di contrapporre allo scenario nazionale alcune misure che non solo difendano il lavoro e l'economia ma che mettano i nostri lavoratori e le nostre imprese sulla strada della crescita".
Con quali strumenti? Per Marquis "da un lato abbiamo i fondi europei, che sono già utilizzati e che dobbiamo valorizzare facendo in modo che sia più forte la loro ricaduta in termini di occupazione e ricchezza. Dobbiamo quindi superare le criticità che abbiamo conosciuto nella spesa con una nuova visione della nostra regione, più aperta all’esterno, più capace di esportare anche la nostra produzione agroalimentare, la nostra manifattura di qualità, più capace di attirare turisti e nuovi investimenti. Qui entrano in campo le misure legislative e regolamentari: dobbiamo favorire una nuova mobilità, svecchiare il nostro sistema di incentivi pensato per un mondo ormai superato, favorire l’innovazione delle imprese, creare un clima positivo per le nuove iniziative".
In tal modo per il consigliere regionale la Valle d'Aosta 'europea' sarebbe "capace di produrre sviluppo perché aperta alle trasformazioni, capace di dare risposta ai bisogni, al lavoro e all’impresa".

STELLA ALPINA

Movimento politico, autonomista e federalista, la "Stella Alpina" ha per finalità la tutela e il rafforzamento dell’Autonomia speciale valdostana, nel contesto di uno Stato Italiano unitario e federale, nella prospettiva di una vera Europa dei popoli.

AGENDA

LUGLIO

Mercoledì 24
ore 9.00 - Consiglio regionale

Giovedì 25
ore 9.00 - Consiglio regionale

Adesioni alla Stella Alpina

L'adesione alla "Stella Alpina" avviene con una sottoscrizione di impegno a rispettare i contenuti dello Statuto.

Le domande di prima adesione devono essere presentate alla Sezione del Comune di residenza o di domicilio oppure presso la sede del Movimento - Via Monte Pasubio, 40 - Aosta.

Leggi tutto

Newsletter

CONTATTI

Movimento Politico Stella Alpina

  • Via Monte Pasubio, 40 11100 Aosta
  • Tel: 0165 32200
  • Fax: 0165 32200
  • Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Sei qui: Home News Pierluigi Marquis (SA), 'Una Valle d'Aosta 'europea' per salvarci dalla recessione'

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo