News

Sei qui: Homepage News

Assessore Borrello su MalAosta e edilizia residenziale pubblica: Riteniamo che il diritto alla casa deve essere associato al rispetto del bene pubblico e ad una condotta rispettosa della legge e dell’incolumità pubblica

Con riferimento alle notizie diffuse relativamente alla richiesta di revocare l’assegnazione di alloggi ERP a chi si macchia di gravi reati, l’Assessore alle Opere pubbliche, Territorio e Edilizia residenziale pubblica Stefano Borrello, intende informare l’opinione pubblica che l’articolo 42 della legge regionale n. 3/2013 prevede già espressamente la decadenza dell’assegnazione per coloro che:
d) abbiano adibito l'alloggio ad attività penalmente rilevanti;
e) tengano comportamenti socialmente pericolosi per l'incolumità pubblica.
La competenza per la dichiarazione di decadenza è dell’Ente Gestore dell’assegnazione e la stessa deve essere rispettosa delle procedure previste dalle leggi e delle competenze dei vari organi coinvolti.
L’Assessore Borrello ricorda inoltre che come Amministrazione regionale, in ottemperanza a quando votato dal Consiglio Regionale con una mozione nel merito di una sottoscrizione di un protocollo con il Tribunale di Aosta, per l’applicazione dei sopracitati riferimenti, ha già dato mandato all’ARER di verificarne l’attuazione.
Come già dichiarato in Consiglio Regionale - conclude l’Assessore Borrello - riteniamo giusto ed opportuno un maggiore controllo sull’utilizzo e sul mantenimento degli alloggi di Edilizia Residenziale Pubblica, perché il diritto alla casa deve essere associato al rispetto del bene pubblico e da una condotta rispettosa della legge e dell’incolumità pubblica.”

ADOLFO GARBI:

Saluteremo per l'ultima volta il nostro amico Adolfo domani, alle ore 10, presso la Cattedrale di Aosta.

Adolfo Garbi è stato un uomo di Movimento di altri tempi, attivo da sempre prima nella Democrazia Cristiana e poi in Stella, fin dalla sua nascita 20 anni fa, è sempre stato un uomo presente in tutti gli organismi interni di Stella Alpina, anche oggi era un "proboviro" del Movimento.

Per noi, oltre ad averci rappresentato come Consigliere Comunale del Comune di Aosta, ha da sempre messo a disposizione le sue competenze e la sua dedizione, con pazienza e entusiasmo.

Ci mancherà la tua voglia di partecipare, spiegare e consigliare...
Ti sia lieve la Terra, Adolfo.

Per Stella Alpina, il Segretario Politico, Carlo Marzi

La squadra di governo è compatta

«Dopo mesi di ricatti, macchinazioni e assenze strategiche, oggi si è consumato il tradimento politico di Claudio Restano nei confronti della maggioranza. Ne prendiamo atto senza stupore e quasi con sollievo, viste la necessità di fare chiarezza e uscire dal clima torbido di instabilità creato ad arte dal duo Restano-La Torre negli ultimi mesi.» È il commento dei gruppi consiliari Alliance Valdôtaine, Union Valdôtaine, Stella Alpina e Misto (Fosson e Rini), che confermano la fiducia nei confronti del Presidente Fosson.
«La squadra è compatta - aggiungono - e al Presidente è stato affidato il compito di verificare le condizioni per proseguire nel lavoro iniziato a dicembre 2018. La gente vuole risposte e i tempi richiedono stabilità e responsabilità. Se queste condizioni non saranno garantite, la strada sarà quella delle elezioni anticipate.»

Autonomisti, proseguire su progetto "Ora affrontare uniti le Comunali 2020"

"Domenica abbiamo preso atto di un risultato che può essere interpretato solo come un incentivo a proseguire con tenacia e consapevolezza il lungo percorso intrapreso con 'Autonomie per l'Europa'. Il documento federativo della settimana scorsa assume, a maggior ragione, un significato fondante: proseguire insieme partendo dalle comunità locali per affrontare uniti le elezioni comunali del 2020". Lo scrivono, in una nota, i segretari dei movimenti autonomisti di maggioranza (Union valdotaine, Stella alpina, Epav, Union valdotaoine progressiste e Alpe).
"I movimenti autonomisti federati devono prendere atto - proseguono - che il risultato di domenica li obbliga, da subito e con umiltà, a condividere con il territorio la necessità che la voce dei valdostani torni ad essere una voce sola, autonomista". Inoltre, "per quanto riguarda il progetto amministrativo regionale siamo sicuri che il percorso iniziato con Autonomie per l'Europa servirà da stimolo per affrontare le grandi sfide che attendono la comunità valdostana, con sempre maggiore coesione ed efficacia".

Documento Federativo condiviso_Movimenti Autonomisti Valdostani

Noi siamo legati da un comune sentire, un sentire di appartenenza alla comunità valdostana.

Il nostro territorio esprime, da sempre, comunità locali legate da lingue, storie comuni e territori condivisi, che hanno visto il Comune essere, come scriveva Chanoux, “le premier organisme social qui lie l’homme à l’homme et qui lui fait sentir sa nature d’être social”; è quindi sulle nostre autonomie locali che deve essere modellata la struttura della nostra Regione, traguardando all’Europa. Ecco perché è nato il progetto “Autonomie per l’Europa” ed ecco perché le forze autonomiste valdostane devono guardare al territorio per federarsi, perché federarsi significa unirsi e non chiudersi, con l’obiettivo di ascoltare le esigenze delle nostre comunità.

Nei 6 mesi intercorsi dal 16 novembre 2018 abbiamo superato le divergenze e le divisioni, costruito ponti laddove c’erano muri e abbiamo aperto dialoghi oltre le visioni personali che ci hanno portato a vivere, come primo passo, insieme le elezioni Europee. Riteniamo quindi che nei prossimi mesi, in vista delle elezioni comunali, sia necessario proseguire nel percorso intrapreso, prevedendo un confronto con il territorio finalizzato sia a realizzare collaborazioni nei singoli comuni che a concretizzare il percorso federativo già avviato.

È quindi questa l’occasione per formalizzare la creazione di un tavolo permanente, nell’ottica di una progressiva federazione dei movimenti autonomisti valdostani, che possa condurre ad un congresso unitario, entro l’anno, che sia da stimolo all’attività politica dei movimenti e degli eletti autonomisti così da porre sempre più il confronto coi cittadini valdostani al centro della loro azione.

Erik Lavevaz (Union Valdôtaine)
Giuliano Morelli (Union Valdôtaine Progressiste)
Carlo Marzi (Stella Alpina)
Roberto Cuneaz (ALPE)
Marco Curighetti (EPAV)

COMMUNIQUE’ DE PRESSE

Dans les dernières semaines des signaux inquiétants sont arrivés pour le futur de notre Autonomie spéciale.

Un débat est ouvert sur la possibilité de étatisation des Sapeurs Pompiers, évidemment tout en comprenant les requêtes légitimes exprimées à travers le referendum qui a été propose à la caserne d’Aoste, les Autonomistes expriment avec encore plus force la volonté de donner un nouvel élan au Statut et à toute lutte faite en Vallée d’Aoste pour le plein épanouissement de notre Autonomie Spéciale, en rappelant aussi que les compétences acquises au cours des décennies sont le fruit de revendications faites pour renforcer le projet de autogouvernement de notre Région, tout parcours différent serait contraire aux principes fédéralistes qui sont à la base de la pensée de l'histoire autonomiste Valdôtaine.

Les spécialités et les spécificités de notre Vallée d’Aoste doivent être soignées jour après jour, sans jamais émousser les angles, mais plutôt en aiguisant les différences qui nous caractérisent. Les Forces Autonomistes du Gouvernement Régional donnent mandat à leurs élus de œuvrer pour que les principes et les valeurs institutionnels de la Vallée d’Aoste Autonome soient préservés et relancés, en voulant regarder plus loin et sans tomber dans les provocations du moment, mais tout en tenant dans la juste considération les nécessités de qui, en ce moment, est en train de poser des requêtes légitimes.

UV – UVP – ALPE – STELLA ALPINA - EPAV

Europee, Marco Gheller si presenta: “Impensabile una Valle senza Europa”

Il candidato della lista "Autonomie per l'Europa" apre la campagna elettorale. I movimenti autonomisti che lo sostengono - Uv, Uvp, Alpe, Stella Alpina ed Epav - intanto, spingono per una "federazione" post-elettorale.

Parte da lontano Marco Gheller, l’esponente Alpe candidato alle Elezioni Europee del prossimo 26 maggio per la riunita “area autonomista” racchiusa dal simbolo “Autonomie per l’Europa” che raggruppa Uv, Uvp, Alpe, Stella Alpina ed Epav.

Leggi tutto Europee, Marco Gheller si presenta: “Impensabile una Valle senza Europa”

AUTONOMIE per L'EUROPA

 

Illustrata la prima variazione di bilancio 2019-2021 e le disposizioni collegate

In apertura della seduta pomeridiana il Consiglio Valle ha iniziato la trattazione dei disegni di legge che contengono il primo provvedimento di variazione al bilancio di previsione finanziario della Regione per il triennio 2019-2021 e le sue disposizioni collegate.
La variazione di bilancio prevede una manovra complessiva di 32,9 milioni di euro sul 2019, di cui 22,9 milioni di maggiori entrate e 10 di riduzioni di spese; 13,5 milioni sul 2020 e 23,5 milioni sul 2021.
Come illustrato dal relatore del provvedimento, il Presidente della seconda Commissione, per quanto riguarda le entrate, gli incrementi derivanti dall'accordo del 16 novembre 2018 con il Ministero dell'economia sono di 10 milioni nel 2019 e 2020 e di 20 milioni annui dal 2021 al 2025. Il disegno di legge dispone, inoltre, un incremento delle entrate extratributarie pari complessivamente a 12,9 milioni per il 2019 e a 3,5 milioni annui a decorrere dal 2020.

Leggi tutto Illustrata la prima variazione di bilancio 2019-2021 e le disposizioni collegate

La politica delle fake news

«Nel giorno della presentazione del candidato leghista alle europee, una parte dell'opposizione, non contenta di diffondere le fake news solo sul web, con una leggerezza disarmante, soprattutto da parte di chi si erge a principe del foro, pone pregiudiziali in Consiglio regionale al solo fine di bloccare i lavori dell’Assemblea.» Così i gruppi consiliari Alliance Valdôtaine, Union Valdôtaine, Stella Alpina e Misto commentano la richiesta di rinvio della discussione dei disegni di legge in materia di bilancio regionale.
«L’obiettivo - aggiungono i Consiglieri di maggioranza - era di impedire la discussione della variazione di bilancio che destina oltre 32,9 milioni di euro di interventi a favore dei cittadini e imprese valdostane e degli enti locali oltre a prevedere la generalizzata riduzione della tassazione IRAP.»
Infatti, per impedire la corretta trattazione dell'ordine del giorno, i Consiglieri della Lega hanno sollevato una questione pregiudiziale riferendosi ad una sentenza del TAR della Calabria, rivelatasi poi, in fase di approfondimento, impugnata ed annullata.
«Fa specie ed è anche grave che un gruppo consiliare che è peraltro popolato da avvocati faccia riferimento a sentenze annullate, pur di gettare discredito, con qualsiasi mezzo, sull’istituzione e sulle persone - evidenziano i Consiglieri -. Non si tratta però della prima volta in cui alcuni Consiglieri della Lega annunciano in pompa magna notizie che si rivelano poi delle fake news: è sufficiente ricordare come la vicenda della legionellosi sia stata smentita dalla stessa USL o come i bandi dell'agricoltura siano stati aperti in momenti ben diversi dalle date da loro citate in Consiglio regionale. Per non parlare di Casinò, tema sul quale dimostrano di ignorare le più elementari nozioni matematiche e bilancistiche.»
«Tale modo di interpretare la politica con le fake news non ci appartiene - concludono -, ma allo stesso tempo da loro non ci stupisce.»

STELLA ALPINA

Movimento politico, autonomista e federalista, la "Stella Alpina" ha per finalità la tutela e il rafforzamento dell’Autonomia speciale valdostana, nel contesto di uno Stato Italiano unitario e federale, nella prospettiva di una vera Europa dei popoli.

AGENDA

SETTEMBRE

 

Adesioni alla Stella Alpina

L'adesione alla "Stella Alpina" avviene con una sottoscrizione di impegno a rispettare i contenuti dello Statuto.

Le domande di prima adesione devono essere presentate alla Sezione del Comune di residenza o di domicilio oppure presso la sede del Movimento - Via Monte Pasubio, 40 - Aosta.

Leggi tutto

Newsletter

CONTATTI

Movimento Politico Stella Alpina

  • Via Monte Pasubio, 40 11100 Aosta
  • Tel: 0165 32200
  • Fax: 0165 32200
  • Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Sei qui: Home News

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo