News

Sei qui: Homepage News

Referendum

La Sezione della Valdigne del Movimento Stella Alpina prende atto con soddisfazione che dal 20 maggio 2014 il Comune di Courmayeur ha pubblicato sul proprio sito istituzionale alcuni chiarimenti in merito al Referendum del 1° giugno 2014.
Le 10 domande pubblicate sono una prima risposta, seppur parziale, alla necessità di fornire chiarimenti e sostegno alla popolazione, così come da noi richiesto con forza durante l’incontro pubblico promosso il 29 aprile 2014.
La Sezione della Valdigne del Movimento Stella Alpina invita l’Amministrazione comunale a proseguire sulla strada della chiarezza e del coinvolgimento dei cittadini, organizzando Lei stessa un incontro-dibattito pubblico, affinché gli sforzi organizzativi ed economici profusi per l’appuntamento elettorale del 1° giugno 2014 non vadano sprecati e sollecita la popolazione ad informarsi sull’argomento al fine di poter scegliere secondo logica se e come votare.
La Sezione della Valdigne

Gruppo Giovani Stella Alpina

Il 15 ottobre 2013 è stato nominato il nuovo coordinamento del gruppo giovani Stella Alpina.
Alla guida è stato nominato Golia Moreno coordinato da due vice-coordinatori e cinque consiglieri.
Alla base del progetto, c’è il desiderio di formare un gruppo coeso di giovani, che con idee, motivazioni e nuovi progetti contribuiscano allo sviluppo di questo ambizioso concetto di progresso giovanile. Per noi giovani, questo gruppo è fonte di crescita personale, culturale e politica. Inoltre questo gruppo giovani offre la possibilità di entrare nel mondo della politica e di dare spazio a idee nuove e innovative portando il nostro contributo alla classe dirigenziale.
In questi sette mesi di lavoro insieme, abbiamo anche creato un profilo facebook sul quale ognuno può rimanere aggiornato sulle attività e nuove proposte. Chiunque abbia attuali notizie e/o argomenti da proporre può avvalersi di questo strumento.
Facendo dono della collaborazione dei nostri assessori abbiamo avuto modo di aggiornarci noi stessi sulla situazione politica valdostana e confrontarci con loro per rimanere sempre in linea continua su ciò che il futuro ci può proporre.
L’argomento più stimolante per proseguire nella nostra attività riguarda il progetto PIANO GIOVANI del quale abbiamo già comunicato le principali caratteristiche sul profilo facebook e che invitiamo a visitare specialmente per la fascia compresa tra i 15/25 anni.
Siamo consapevoli che la situazione attuale non è gratificante per chi vuole vivere la politica in modo attivo o come spettatore. Ma confidiamo che in futuro si possa risolvere questa condizione di stallo in modo tale che ogni singola persona ritrovi fiducia nella politica.
Ribadiamo la nostra completa disponibilità per tutti coloro che vogliano interessarsi a questo progetto e Vi informiamo che la nostra sede è a disposizione di chiunque in Via Monte Pasubio 40 oppure sul profilo Facebook Gruppo Giovani Stella Alpina.
Potete contattarci al 340.3969435 o a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. per qualsiasi info.
Ringraziandovi tutti vi attendiamo numerosi!!

Moreno Golia (coordinatore )
Ennio Arnaudo e Francesco Sartor (vice-coordinatori)
Roberto Airaudi (componente direttivo)

ELECTIONS EUROPEENNES LETTRE OUVERTE AUX VALDOTAINS DE LA PART DE L'UNION VALDOTAINE

Le 25 mai 2014, à l’occasion du renouvellement du Parlement européen, pour la première fois, depuis 1979, les électrices et les électeurs valdôtains ne trouveront pas, sur la fiche électorale, un symbole représentant les forces autonomistes de notre Région.
Une absence grave, qui ne se serait pas produite si, dans le passé récent, le Parlement italien avait reconnu, à la Vallée d’Aoste, la possibilité d’avoir un collège électoral uninominal sur base régionale. Sans cette faculté, si l’on veut participer aux élections européennes, il faut se présenter dans des circonscriptions beaucoup plus amples qui rassemblent plusieurs régions. La Vallée d’Aoste est comprise dans la circonscription Nord-Ouest avec la Ligurie, le Piémont et la Lombardie. Dans ce regroupement on avait la possibilité de présenter des candidats dans des listes autonomes, associées à celles d’autres partis politiques plus grands, selon un mécanisme qui s’appelle « apparentement ».
C’est avec le système de l’apparentement que nous avions présenté, dans les rendez vous précédents, des candidats sous les symboles autonomistes. Malheureusement cela n’avait pas suffi, puisque la dimension du consensus qu’on arrivait à recueillir nous approchait beaucoup de l’élection d’un candidat, mais ne nous la permettait pas. Il aurait fallu une coalition plus ample pour recueillir davantage de voix électorales.
Voilà pourquoi, l’Union Valdôtaine et la Stella Alpina avaient lancé, à l’occasion du Congrès unioniste de novembre 2013, la proposition d’une candidature unique et partagée avec les autres forces politiques.
Pour la première fois, en Vallée d’Aoste on explicitait formellement une disponibilité, sans précédent, à s’accorder pour soutenir une candidature partagée, avec la presque certitude de pouvoir élire un représentant de la Vallée d’Aoste au Parlement européen.
A plusieurs reprises, l’Union Valdôtaine et la Stella Alpina ont reproposé cette solution, tout en précisant qu’elles ne posaient et ne poseraient aucune condition, ni sur la candidature ni sur le programme.
Le sens de cette disponibilité découlait du fait que nous sommes tous conscients que l’Europe est désormais de plus en plus présente dans nos vies, qu’elle règle et conditionne davantage les politiques des États et des Régions, que les ressources financières venant de l’UE sont assez importantes et que les enjeux politiques sont plus souvent déterminant en Europe que dans les États membres.
Malgré tout cela, il n’y a eu aucune possibilité de proposer une solution unitaire que les Valdôtaines et les Valdôtains auraient appréciée davantage. Maintenant il n’y aucune candidature unique et partagée. Les différentes forces politiques, chacune pour leur compte, présentent un certain nombre de candidats insérés dans les listes des partis stato-nationaux.
Encore une fois, donc, la Vallée d’Aoste est partagée dans les choix et dans les parcours. Encore une fois, on rate l’occasion d’avoir un élu en Europe et ce pour satisfaire les désirs de revanche des ceux qui ont voulu radicaliser la politique valdôtaine dans une période où mieux aurait valu de chercher des ententes plutôt que d’alimenter les divisions.

Elezioni Europee - Lettera aperta ai valdostani da parte della Stella Alpina

Domenica 25 maggio si vota per il rinnovo del Parlamento Europeo. Per la prima volta dal 1979, data in cui si è votato per il 1° Parlamento Europeo, le forze autonomiste che guidano la Regione saranno assenti da questa consultazione elettorale. Eppure l’Europa ed il suo Parlamento hanno via via sempre più assunto una importanza fondamentale per il nostro Paese e per la nostra Regione. Perché dunque accade tutto ciò? Il motivo è la miopia partitica di tutte le altre forze politiche che hanno boicottato la proposta di Stella Alpina e Union Valdôtaine finalizzata a presentare ai Valdostani una candidatura unica e autorevole, da ricercarsi insieme, per poter avere qualche possibilità di eleggere un rappresentante della Valle d’Aosta nel Parlamento Europeo.
È bene ricordare infatti che le Elezioni Europee sono organizzate per circoscrizioni: la Valle d’Aosta è inserita nella circoscrizione nord-ovest insieme al Piemonte, alla Liguria e alla Lombardia. I Valdostani, pertanto, solamente facendo convergere i loro voti su un’unica candidatura possono avere la possibilità di ottenere un loro eletto al parlamento europeo. Tutto questo non sarà possibile per la scelta, che noi riteniamo sbagliata, delle altre forze politiche locali di presentare ben 5 candidati in diverse liste nazionali.

Ve li elenchiamo:
- Luca Barbieri
- Marco Belardi
- Andrea Padovani
- Manuel Voulaz
- Zeudi Zoso

Abbiamo perso l’occasione di portare la Valle d’Aosta a Bruxelles dove, sempre più, si assumono le decisioni che ricadono anche su noi tutti. Ancora una volta è prevalsa la politica della divisione e dei piccoli calcoli elettoralistici di ogni forza politica, anziché, come avevamo proposto, i bisogni dei Valdostani. Ancora una volta, nei fatti Stella Alpina ha dato dimostrazione di avere a cuore i problemi della Valle d’Aosta.

Commento alle risposte di Alpe e PD

Pubblichiamo le risposte pervenuteci da ALPE e PD alla richiesta di incontro di Union Valdôtaine e Stella Alpina.

Come si potrà osservare alla risposta negativa di ALPE si contrappone la ricerca del dialogo da parte del PD.

Esprimiamo il nostro apprezzamento per la decisione, intrapresa dal PD, convinti che solo con il dialogo si possa trovare una soluzione alla crisi politica della nostra Regione.

Risposta PD

.

Risposta Alpe

.

Alpe

.

Richiesta incontro forze politiche

.

Richiesta incontro

.

STELLA ALPINA

Movimento politico, autonomista e federalista, la "Stella Alpina" ha per finalità la tutela e il rafforzamento dell’Autonomia speciale valdostana, nel contesto di uno Stato Italiano unitario e federale, nella prospettiva di una vera Europa dei popoli.

AGENDA

GENNAIO 

mercoledi' 10
ore 9.00 - consiglio regionale

giovedi' 11
ore 9.00 - consiglio regionale

Adesioni alla Stella Alpina

L'adesione alla "Stella Alpina" avviene con una sottoscrizione di impegno a rispettare i contenuti dello Statuto.

Le domande di prima adesione devono essere presentate alla Sezione del Comune di residenza o di domicilio oppure presso la sede del Movimento - Via Monte Pasubio, 40 - Aosta.

Leggi tutto

Newsletter

CONTATTI

Movimento Politico Stella Alpina

  • Via Monte Pasubio, 40 11100 Aosta
  • Tel: 0165 32200
  • Fax: 0165 32200
  • Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Il deputato On. Rudi Marguerettaz riceve presso la sede della Stella Alpina su appuntamento

Sei qui: Home News

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo