News

Sei qui: Homepage News

Qualità dell’aria, riduzione emissioni “CAS” e disincentivazione della mobilità privata in evidenza all’“Osservatorio”

Sono stati tre, sostanzialmente, i punti sui quali si è sviluppata la riunione di oggi dell’“Osservatorio della qualità dell’aria in ambito urbano”, l’organismo creato in seno all’Amministrazione comunale per riunire attorno a uno stesso tavolo gli “attori” delle tematiche ambientali.

Alla riunione tenutasi stamattina, hanno partecipato - oltre all’assessore comunale all’Ambiente, Delio Donzel – l’assessore regionale al Territorio e ambiente Luca Bianchi, il direttore generale dell’ARPA della Valle d’Aosta, Giovanni Agnesod, e Claudia Tarricone della Sezione Aria, oltre ai rappresentanti dell’USL, della “Cogne Acciai Speciali” e ad esponenti delle categorie produttive, nonché di diversi sindacati, enti e associazioni.

Il primo aspetto è stato rappresentato dalla presentazione dei dati relativi alla qualità dell’aria ad Aosta, raccolti ed elaborati, appunto, dall’Agenzia Regionale per la Protezione dell’Ambiente, attraverso una rete di stazioni di monitoraggio. Rispetto all’ultima seduta dell’Osservatorio, tenutasi nello scorso gennaio, quello illustrato è stato un insieme di informazioni maggiormente completo, poiché provvisto dei dati relativi alla presenza di metalli nelle polveri fini negli ultimi tre mesi del 2013(all’epoca ancora in corso di validazione), oltre ai dati della qualità dell’aria relativi ai primi mesi dell’anno in corso.

Leggi tutto Qualità dell’aria, riduzione emissioni “CAS” e disincentivazione della mobilità privata in...

Sette priorità per ridare slancio al sistema imprenditoriale e occupazionale valdostano

ADAVA, AGCI Valle d’Aosta, Confindustria Valle d’Aosta, Confcommercio Valle d’Aosta, CNA Valle d’Aosta, Confartigianato Valle d’Aosta, Associazione degli Artigiani della Valle d’Aosta, Coldiretti Valle d’Aosta, Fédération des Coopératives Valdôtaines, Legacoop Valle d’Aosta, Consulta delle Professioni della Valle d’Aosta e R.ETE Imprese Italia della Valle d’Aosta hanno individuato

Sette priorità per ridare slancio al sistema imprenditoriale e occupazionale valdostano

Il documento sarà illustrato alla Giunta regionale in un prossimo incontro

Sono sette le priorità che le associazioni valdostane rappresentative delle Attività produttive valdostane, insieme alla Consulta delle professioni, porranno all’attenzione della nuova Giunta regionale nel corso di un prossimo incontro, richiesto con l’obiettivo ridare slancio al sistema imprenditoriale valdostano che ha visto sommare alla congiuntura negativa anche una paralisi politica.

Leggi tutto Sette priorità per ridare slancio al sistema imprenditoriale e occupazionale valdostano

Il Consiglio elegge i nuovi Assessori regionali

La Presidenza della Regione comunica che, nel corso dei lavori del Consiglio regionale straordinario convocato oggi, martedì 10 giugno 2014, sono stati nominati i nuovi Assessori regionali.

La Giunta regionale della Regione autonoma Valle d’Aosta è quindi ora così composta:

  • AUGUSTO ROLLANDIN -  Presidente della Regione 
  • MAURO BACCEGA - Assessore opere pubbliche, difesa del suolo e edilizia residenziale pubblica 
  • LUCA BIANCHI -  Assessore al territorio e ambiente 
  • ANTONIO FOSSON -  Assessore alla sanità, salute e politiche sociali 
  • AURELIO MARGUERETTAZ - Assessore al turismo, sport, commercio e trasporti e Vice Presidente 
  • PIERLUIGI MARQUIS -  Assessore alle attività produttive, energia e politiche del lavoro
  • EGO PERRON - Assessore al bilancio, finanze e patrimonio
  • EMILY RINI - Assessore all'istruzione e cultura -
  • RENZO TESTOLIN - Assessore all'agricoltura e risorse naturali

Charvensod è il primo Comune valdostano e il terzo in Italia a conquistare la certificazione UNI EN ISO 50001

Dopo aver ottenuto le certificazioni Sistema Qualità ISO 9001 e Sistema Ambientale 14001, il comune, primo in Valle d’Aosta e tra i cinque comuni attualmente certificati su tutto il territorio nazionale italiano, conquista la certificazione UNI EN ISO 50001:2011 Sistema Energia. L’Amministrazione raggiunge così l’obiettivo ambizioso delle “zero emissioni” e del “100% di rispetto dell’ambiente” promosso nell’ambito del patrimonio immobiliare e dell’organizzazione comunale.

“Da anni, in collaborazione con la Comunità Mont Emilius e grazie all’elevata sensibilità messa in campo dai cittadini – scrive l‘Amministrazione Comunale in una nota - i livelli di raccolta differenziata dei rifiuti urbani sono in costante aumento. Allo stesso modo, gli impianti termici di scuole ed edifici pubblici sono sottoposti ad assidui controlli. Ad oggi, tutti gli edifici comunali sono in possesso di Attestato di Prestazione Energetica, mentre presso le Scuole Primarie di località Plan Félinaz è stata sostituita la caldaia del riscaldamento, per consumare meno e rendere più confortevole la permanenza dei bambini e degli insegnanti nelle classi”. 

L’elemento fondamentale del Sistema qualità 9001 consiste nella tensione al miglioramento dei rapporti con il cittadino, nella riorganizzazione interna, nella ricerca della riduzione dei tempi di completamento dei vari procedimenti amministrativi. La certificazione del Sistema qualità, la pubblicazione della Carta dei Servizi, l’esecuzione di precisi monitoraggi di “performance” operativa e strategica, l’attivazione di specifici canali di ascolto della cittadinanza (raccolta reclami e segnalazioni, indagini di customer satisfaction) e degli utenti dei singoli servizi comunali sono un punto di partenza dell’impegno a migliorare costantemente le prestazioni della macchina comunale. 

“Avviato il progetto nel 2002, per dare concretezza alla parola “qualità” abbiamo cercato di considerare il Comune come un’impresa che eroga servizi di grande rilevanza e che, pertanto, non può sottrarsi al giudizio di tutti gli utenti e all’impegno di tutti, amministratori e dipendenti, a perseguire la loro prima soddisfazione – spiega il Sindaco Ennio Subet – con questo spirito si è predisposta una nostra “Carta dei Servizi” che sancisce il “patto di collaborazione” tra Amministrazione Comunale e cittadini, in anticipo di diversi anni rispetto ai recenti obblighi di pubblicazione sul sito web istituzionale previsti dal D.lgs 33/2013″.

Nell’ambito di un più ampio progetto di politiche a favore della sostenibilità, dal 2010 l’Amministrazione comunale di Charvensod ha promosso un intenso percorso di autoanalisi organizzativa e procedurale, finalizzato a mantenere attivo un Sistema Ambientale 14001. Questo percorso, verificato annualmente da un ente terzo che certifica la conformità dell’operato del Comune ad uno schema di regole internazionalmente riconosciuto, è stato intrapreso grazie ad un finanziamento da parte di Regione autonoma Valle d’Aosta, che ha coperto oltre il 90% dei relativi costi.

“La certificazione ambientale 14001 rappresenta un valido strumento volontario di autocontrollo e responsabilizzazione adottabile da tutte quelle organizzazioni, sia private sia pubbliche, che intendono perseguire un sensibile miglioramento delle proprie prestazioni ambientali. Dobbiamo essere lungimiranti – continua Subet – per consegnare ai nostri figli un territorio ed un paese vivibile, salvaguardato nelle sue caratteristiche naturali, fruibile dal punto dei servizi, con un’organizzazione efficiente ed improntata all’erogazione di servizi di qualità, sicuri e rispettosi dell’ambiente e della natura che lo circondano”.

Proprio in quest’ottica la Giunta comunale ha realizzato il nuovo plesso scolastico di scuola primaria del Capoluogo, la cui progettazione preliminare è stata approvata il 16 maggio scorso e i cui lavori saranno appaltati entro fine anno. L’edificio è stato progettato in funzione dei più moderni criteri di costruzione ed impianti interni più efficienti dal punto di vista energetico, coerentemente all’obiettivo di zero emissioni che l’Amministrazione vuole raggiungere. La scuola consumerà poche risorse naturali ed energetiche per riscaldamento ed illuminazione, e soddisferà da sé il proprio fabbisogno energetico.
Il Comune di Charvensod, oltre a realizzare e certificare il Sistema Ambientale 14001, ha raggiunto la certificazione UNI EN ISO 50001:2011 Sistema Energia.

Leggi tutto Charvensod è il primo Comune valdostano e il terzo in Italia a conquistare la certificazione UNI...

Dare un Governo alla Valle d'Aosta

Il Coordinamento regionale della Stella Alpina riunitasi ad Aosta il 9 giugno 2014 dopo aver ascoltato la relazione del Presidente e della Commissione Politica inerente la crisi regionale:

Preso atto del risultato degli incontri con le forze politiche ALPE e PD che non hanno consentito un allargamento dell’attuale maggioranza regionale incentrata su Union Valdôtaine e Stella Alpina

Considerato urgente e non più rinviabile la necessità di dare un governo alla Valle d’Aosta per affrontare i problemi economici, sociali e istituzionali della nostra Regione

Valutato positivamente il confronto avviato con ALPE e PD, che ha consentito di accertare uniformità di vedute analoghe su diversi argomenti interessanti la nostra comunità

Ritenuto di dover continuare tale confronto, nel rispetto dei ruoli, per trovare soluzioni condivise in un momento molto difficile per la Valle d’Aosta

Approva l’accordo con l’UV per la formazione di un nuovo esecutivo guidato dal Presidente Rollandin, nel quale la Stella Alpina esprimerà il Presidente del Consiglio Regionale nella persona di Marco Vierin, l’assessore alle Opere Pubbliche nella persona di Mauro Baccega e l’assessore alle attività produttive nella persona di Pierluigi Marquis.

Dà mandato al proprio gruppo consiliare di porre in rilievo nelle linee programmatiche del nuovo governo quei temi che nell’ultimo anno hanno interessato fortemente l’opinione pubblica come il lavoro, le società partecipate, le riforme istituzionali, la gestione dei rifiuti, le grandi opere, la sburocratizzazione dell’apparato pubblico.

Mancato raggiungimento quorum

La Sezione della Valdigne del Movimento Stella Alpina prende atto con rammarico del mancato raggiungimento del quorum nel referendum consultivo del 1 giugno 2014 per cambiare il nome del Comune di Courmayeur in Courmayeur-Mont-Blanc, per il quale si sono recati a votare solo 921 cittadini.

Il fallimento di questo appuntamento elettorale è anche il risultato del mancato accoglimento da parte di troppi protagonisti della località dei numerosi appelli che la Stella Alpina ha fatto per promuovere l’informazione e il coinvolgimento della popolazione, organizzando fin dal 29 aprile il primo incontro pubblico sul tema, incontro cui non ha partecipato neppure la maggioranza consiliare dell’Amministrazione comunale.

Forse una maggiore collaborazione tra le forze politiche e sociali presenti sul territorio comunale avrebbe potuto portare ad un diverso risultato, che comunque oggi va rispettato.

In tale ottica, la Sezione della Valdigne della Stella Alpina si mette nuovamente a disposizione dell’Amministrazione comunale per discutere e promuovere una più ampia strategia di rilancio turistico di Courmayeur che permetta comunque di sfruttare ed ottenere quei benefici che si erano immaginati attraverso il cambiamento della denominazione del Comune. A tale scopo si chiede la disponibilità dell’Amministrazione comunale e degli attori politici, professionali e sociali ad organizzare un nuovo incontro pubblico al fine di avviare un confronto con tutte le realtà turistiche del paese da cui potranno arrivare suggerimenti e proposte per sviluppare nuove politiche turistiche.

 La Sezione Valdigne

Elezioni Europee

.

Referendum

La Sezione della Valdigne del Movimento Stella Alpina prende atto con soddisfazione che dal 20 maggio 2014 il Comune di Courmayeur ha pubblicato sul proprio sito istituzionale alcuni chiarimenti in merito al Referendum del 1° giugno 2014.
Le 10 domande pubblicate sono una prima risposta, seppur parziale, alla necessità di fornire chiarimenti e sostegno alla popolazione, così come da noi richiesto con forza durante l’incontro pubblico promosso il 29 aprile 2014.
La Sezione della Valdigne del Movimento Stella Alpina invita l’Amministrazione comunale a proseguire sulla strada della chiarezza e del coinvolgimento dei cittadini, organizzando Lei stessa un incontro-dibattito pubblico, affinché gli sforzi organizzativi ed economici profusi per l’appuntamento elettorale del 1° giugno 2014 non vadano sprecati e sollecita la popolazione ad informarsi sull’argomento al fine di poter scegliere secondo logica se e come votare.
La Sezione della Valdigne

Gruppo Giovani Stella Alpina

Il 15 ottobre 2013 è stato nominato il nuovo coordinamento del gruppo giovani Stella Alpina.
Alla guida è stato nominato Golia Moreno coordinato da due vice-coordinatori e cinque consiglieri.
Alla base del progetto, c’è il desiderio di formare un gruppo coeso di giovani, che con idee, motivazioni e nuovi progetti contribuiscano allo sviluppo di questo ambizioso concetto di progresso giovanile. Per noi giovani, questo gruppo è fonte di crescita personale, culturale e politica. Inoltre questo gruppo giovani offre la possibilità di entrare nel mondo della politica e di dare spazio a idee nuove e innovative portando il nostro contributo alla classe dirigenziale.
In questi sette mesi di lavoro insieme, abbiamo anche creato un profilo facebook sul quale ognuno può rimanere aggiornato sulle attività e nuove proposte. Chiunque abbia attuali notizie e/o argomenti da proporre può avvalersi di questo strumento.
Facendo dono della collaborazione dei nostri assessori abbiamo avuto modo di aggiornarci noi stessi sulla situazione politica valdostana e confrontarci con loro per rimanere sempre in linea continua su ciò che il futuro ci può proporre.
L’argomento più stimolante per proseguire nella nostra attività riguarda il progetto PIANO GIOVANI del quale abbiamo già comunicato le principali caratteristiche sul profilo facebook e che invitiamo a visitare specialmente per la fascia compresa tra i 15/25 anni.
Siamo consapevoli che la situazione attuale non è gratificante per chi vuole vivere la politica in modo attivo o come spettatore. Ma confidiamo che in futuro si possa risolvere questa condizione di stallo in modo tale che ogni singola persona ritrovi fiducia nella politica.
Ribadiamo la nostra completa disponibilità per tutti coloro che vogliano interessarsi a questo progetto e Vi informiamo che la nostra sede è a disposizione di chiunque in Via Monte Pasubio 40 oppure sul profilo Facebook Gruppo Giovani Stella Alpina.
Potete contattarci al 340.3969435 o a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. per qualsiasi info.
Ringraziandovi tutti vi attendiamo numerosi!!

Moreno Golia (coordinatore )
Ennio Arnaudo e Francesco Sartor (vice-coordinatori)
Roberto Airaudi (componente direttivo)

STELLA ALPINA

Movimento politico, autonomista e federalista, la "Stella Alpina" ha per finalità la tutela e il rafforzamento dell’Autonomia speciale valdostana, nel contesto di uno Stato Italiano unitario e federale, nella prospettiva di una vera Europa dei popoli.

AGENDA

LUGLIO

Mercoledì 25
ore 9.00 - Consiglio regionale

Giovedì 26
ore 9.00 - Consiglio regionale

Adesioni alla Stella Alpina

L'adesione alla "Stella Alpina" avviene con una sottoscrizione di impegno a rispettare i contenuti dello Statuto.

Le domande di prima adesione devono essere presentate alla Sezione del Comune di residenza o di domicilio oppure presso la sede del Movimento - Via Monte Pasubio, 40 - Aosta.

Leggi tutto

Newsletter

CONTATTI

Movimento Politico Stella Alpina

  • Via Monte Pasubio, 40 11100 Aosta
  • Tel: 0165 32200
  • Fax: 0165 32200
  • Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Sei qui: Home News

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo