News

Sei qui: Homepage News

L’attività consigliare di Aosta

A cinque mesi dal mio ingresso in seno al consiglio comunale di Aosta come Capogruppo, avrei piacere, ed allo stesso modo mi sembra doveroso, relazionare su quella che è stata l’attività del nostro gruppo in questo periodo. Prima di tutto vorrei però rubare qualche riga a questo articolo per ringraziare tutto il gruppo consiliare di Stella Alpina per il supporto ed il sostegno ricevuto fin dall’inizio di questo mio primo incarico. Durante questi mesi molteplici sono stati gli argomenti importanti che si sono dovuti affrontare. Ad esempio nel mese di settembre, nostro malgrado, si è dovuta deliberare come richiesto dallo Stato l’introduzione della Tares. Questo tributo che ricordo comprende al suo interno oltre alla parte relativa alla raccolta dei rifiuti anche quella dei servizi comunali (illuminazione pubblica, interventi al manto stradale, ecc.) sta arrivando ai cittadini proprio in questi giorni e purtroppo risulterà essere un grosso problema per le finanze delle famiglie e ancor di più per quelle delle attività commerciali. Consentitemi di dire che l’abolizione delle rate dell’IMU tanto reclamizzata in questo periodo dai media, risulta essere soltanto uno specchietto per le allodole ed aveva il solo fine di tenere bassa l’attenzione dei contribuenti sull’introduzione della Tares, ben più onerosa per tutti i cittadini.
Di fatto con questo intervento (che ricordo essere stato introdotto dal governo Monti) il comune di Aosta si trova ad essere, volente o nolente, un semplice riscossore per conto dello Stato.

Leggi tutto L’attività consigliare di Aosta

Approvato il Primo Bilancio di previsione della legislatura

Dopo un lungo e impegnativo percorso, il Consiglio regionale ha approvato il Bilancio di previsione della Regione Autonoma della Valle d’Aosta per il triennio 2014 / 2016 e la Legge Finanziaria per il 2014.
Durante la discussione consigliare il confronto è stato duro e aspro con i gruppi di minoranza.
I motivi guida dell’opposizione sono stati: no tagli alla cultura, no tagli ai contributi, no tagli all’agricoltura, guai a toccare la sanità, ma bisogna rafforzare il sostegno alle aziende, no tagli allo sport, non tagliare fondi al turismo, guai a toccare i servizi sociali, bisogna mantenere i contributi a fondo perso, ecc. Se vogliamo, in linea di principio e quando le risorse erano quelle del 2012 (1.531 milioni di euro) tutto vero, ma in qualche modo era necessario ottimizzare i costi e allora abbiamo lavorato senza proporre tagli lineari, ma interventi di ottimizzazione che non andranno ad intaccare la qualità dei servizi. Nella consapevolezza di non voler fare il muro contro muro, abbiamo accolto alcune proposte della minoranza che abbiamo ritenuto migliorative per i valdostani. In effetti dei 32 emendamenti presentati dall’opposizione ne abbiamo condivisi 7.

Leggi tutto Approvato il Primo Bilancio di previsione della legislatura

Uno strano Paese

Nei giorni scorsi, quando mi accingevo a scrivere questo editoriale, le principali notizie che apparivano sulle pagine di tutti i giornali e che venivano trasmesse dai telegiornali erano essenzialmente due.
La prima era una notizia dolorosa e si riferiva alla scomparsa di quel grande leader nero che aveva sconfitto l’apartheid in Sudafrica: Nelson Mandela.
La seconda notizia era la bocciatura della legge elettorale da parte della Corte Costituzionale.
Due notizie completamente diverse tra di loro.

Leggi tutto Uno strano Paese

Camera dei Deputati - Approvato emendamento alla legge di stabilità

La Commissione Bilancio della Camera dei Deputati ha approvato, la notte scorsa, un emendamento alla legge di stabilità, presentato dall’On. Marguerettaz, che restituisce equità nel riparto dei concorsi finanziari tra le Regioni a Statuto speciale. Il sistema abrogato e finora in vigore è infatti assai penalizzante nei confronti della Valle d’Aosta che si trova, come più volte denunciato dal Governo regionale e dai Parlamentari valdostani, a dover sostenere oltre il 9% del contributo complessivo assegnato alle Regioni a Statuto speciale. Con l’emendamento approvato, se confermato dall’aula, il contributo della Valle d’Aosta, fino al raggiungimento di un eventuale diverso accordo con le Regioni e le Province autonome, scenderà a circa il 2%.
Il Governo ha inoltre presentato in Commissione un proprio emendamento che ha recepito l’istanza dei Parlamentari valdostani tendente ad eliminare il dispositivo del decreto legge 126/2013 per il quale la Regione dovrebbe provvedere al pagamento diretto a Trenitalia del corrispettivo dovuto per i servizi ferroviari. Il decreto citato sarà domani all’esame della Commissione Finanze del Senato.
L’On. Marguerettaz e il Sen. Lanièce esprimono soddisfazione per questi risultati, che riequilibrano, almeno parzialmente, i dispositivi della legge di stabilità nei confronti della Valle d’Aosta. I Parlamentari valdostani avevano denunciato, in sede di dichiarazione di voto per la fiducia al Governo Letta, tutte le loro perplessità sulla legge di stabilità così com’era stata licenziata dal Senato, ricordando al Presidente del Consiglio gli impegni assunti per modificarne il contenuto in sede di discussione alla Camera.

APPROVATA LA CONVENZIONE CON ANAS PER LA GALLERIA DI BARD

La Giunta Regionale, su proposta dell’assessore alle Opere pubbliche, difesa del suolo ed edilizia residenziale pubblica Marco Vierin, ha approvato una importante convenzione tra la Regione Autonoma Valle d'Aosta e l’ANAS per la definizione dei rapporti inerenti alla progettazione della “variante in galleria in corrispondenza del Forte e dell’abitato di Bard, lungo la SS 26 della Valle d’Aosta”.
La convenzione, fondamentale per risolvere le criticità legate alla viabilità lungo la SS 26, all’altezza del Borgo di Bard, disciplina i rapporti tra Regione Autonoma Valle d'Aosta e ANAS per la definizione delle rispettive competenze e impegni; in particolare l’ANAS redigerà la progettazione preliminare e definitiva dell’opera, tenendo in debita considerazione anche le esigenze di collegamento stradale verso il borgo e la fortezza di Bard, mentre la Regione Autonoma Valle d'Aosta assicura ad ANAS il finanziamento della somma massima di euro 200.000, quale contributo per le attività di progettazione preliminare e definitiva.
L’assessore Marco Vierin afferma “sono soddisfatto per la stipulazione di questa convenzione che conferma la proficua collaborazione che si è stabilita con l’ANAS e che vuole dare una soluzione alle criticità legate al traffico, in una zona strategica dal punto di vista turistico; la realizzazione della galleria che bypasserà il borgo di Bard dovrà prevedere, contemporaneamente, un accesso viario e pedonale che permetta un percorso alternativo alla strada romana, chiusa per ripetuti crolli di massi, in modo da collegare i comuni di Bard e Donnas al fine di dare una risposta alle esigenze dei residenti e degli operatori economici dei due comuni interessati.
L’Amministrazione regionale conferma, con questa importante convenzione, il proprio sostegno agli enti locali attraverso interventi mirati che risolvano i problemi di coloro che vivono, quotidianamente, le difficoltà legate al nostro territorio.

La “normalità” come linea guida

Confermata anche in questa legislatura la filosofia dell’assessorato
La legislatura dell’Assessorato alle Opere pubbliche, difesa del suolo e edilizia residenziale pubblica è iniziata, da subito, nel segno della continuità con la filosofia di gestione che l’ha caratterizzata nel quinquennio precedente, durante il quale la parola “normalità” ha contraddistinto ogni scelta decisionale.
Il ritorno alla “normalità” è consistito nell’abbandono delle grandi opere, portando chiaramente a termine quelle già avviate nelle legislature precedenti, a favore della predisposizione di progetti più sobri, finalizzati alla realizzazione di interventi mirati ed essenziali nonché nello snellimento delle procedure al fine di contribuire a rispondere, concretamente, ai problemi dei cittadini e del territorio valdostano.
La notevole riduzione delle disponibilità finanziarie destinate al nostro settore, che ha toccato punte del 65 – 70 %, non può che condizionare le scelte dell’Assessorato che è chiamato, in questa nuova legislatura, quindi a far fronte alle criticità del momento al fine di tutelare, gestire e salvaguardare il territorio della nostra Regione che presenta una delicata particolarità geomorfologica, attraverso una migliore razionalizzazione delle risorse economiche.
Ad alcune problematiche, che persistono da tempo, sono già state date risposte concrete con l’avvio della nuova legislatura.
Ad esempio il 24 settembre 2013 è stata infatti sottoscritta l’intesa tra la Regione Autonoma Valle d’Aosta e il Comune di Lillianes, relativa allo sviluppo del progetto relativo all’allargamento del ponte inerente alla S.R.44, posto sul torrente Giassit, fondamentale per il collegamento viario con il Comune di Lillianes e con quelli di Fontainemore, Issime, Gaby, Gressoney-Saint-Jean e Gressoney-La-Trinité. Oggi il ponte presenta infatti una sezione trasversale della carreggiata di circa 5,50 metri insufficiente a consentire il regolare traffico veicolare, specialmente quello pesante. Il progetto preliminare prevede quindi l’allargamento del ponte con una struttura ad arco; a opera ultimata il traffico diretto verso monte percorrerà la corsia sulla nuova struttura mentre quello diretto verso il fondo valle utilizzerà la corsia esistente ove verrà anche realizzato un marciapiede, dotato di impianto di illuminazione. Il costo stimato dei lavori è di euro 748.000,00. Il 30 settembre sono inoltre iniziati i lavori di riqualificazione della S.R. n. 20 nel tratto compreso tra il torrente “Gressan” e la frazione Fornaise nel comune di Jovençan. L’intervento consiste principalmente nella riqualificazione ed adeguamento della sede viaria per migliorare la sicurezza sia del traffico veicolare che dei pedoni, anche attraverso la realizzazione di un solo marciapiede, posto sul lato sud della strada regionale. Verranno inoltre razionalizzati i sottoservizi e realizzato un funzionale impianto di illuminazione a basso consumo, implementato con videocamere di sorveglianza nei punti strategici. L’obiettivo consiste nel miglioramento della sicurezza stradale, consentendo anche la valorizzazione urbana di un tratto di strada regionale sempre più trafficata, che collega Aosta con i comuni della media valle e che sarà ulteriormente raggiunto con l’allargamento e la rettifica di alcune curve nel tratto tra Ferrière e Jovençan e con il bypass del centro di Pollein.

Marco Vierin

Rilanciare l’economia e sostenere l’occupazione

Gli indicatori socio-economici inducono ad un cauto ottimismo in relazione alla fine del periodo di recessione che si protrae dal 2009. In particolare nell’eurozona i segnali di ripresa appaiono più marcati rispetto alla realtà italiana che stenta ad agganciarsi al trend positivo a causa dell’instabilità politica, della solo annunciata riduzione del debito pubblico e dell’elevato costo del lavoro che frena la competitività delle nostre aziende nel mercato globale.
Le previsioni per l’ultimo trimestre dell’anno, basate su stime degli ordinativi delle imprese e sulla propensione alla spesa dei cittadini, ci dicono che dopo otto trimestri consecutivi il PIL dovrebbe volgere in positivo rispetto al rilevamento precedente.
Dell’andamento economico globale non potrà che trarne beneficio la valle d’Aosta, che seppure sia stata investita dalla grave recessione in misura inferiore ad altre aree del paese presenta difficoltà ad intraprendere la via della ripresa a causa della fragilità strutturale del nostro tessuto economico.
L’incarico conferitomi di Assessore alle attività produttive energia e lavoro, in una fase così delicata sotto il profilo economico-sociale, mi dà una grande responsabilità di cui ho piena consapevolezza. Il mio compito è quello di coordinare le proposte e iniziative tese alla creazione delle condizioni per agevolare il trend di crescita aumentando la competitività del nostro territorio, obiettivo ormai non rinviabile anche in considerazione degli effetti sull’economia che ha avuto la globalizzazione con le sue dinamiche e le sue imprevedibili perturbazioni.

Leggi tutto Rilanciare l’economia e sostenere l’occupazione

Da moderati a equilibrati

2 settembre – 2 ottobre, è ormai passato 1 mese da quando ho deciso di svolgere a tempo pieno l’attività di Assessore a Bilancio, Casa e Patrimonio del Comune di Aosta. Non è ancora tempo di bilanci e la mia attuale volontà è quella di gestire ognuna delle 3 deleghe di cui sono responsabile in maniera molto pragmatica perché il momento storico che vivono e vivranno tutti gli uomini e le donne di Stella Alpina chiamati ad amministrare la cosa pubblica, col sostegno del Movimento e dei nostri elettori, richiede un approccio serio e quotidiano nel gestire un contesto che è cambiato. Bilancio, Casa, Patrimonio… cosa accomuna questi 3 ambiti in un momento come quello attuale?
È mia intenzione concentrare il mio impegno nella ricerca di un equilibrio tra quelle che sono le aspettative cui tutti noi ci siamo abituati e i mezzi reali a nostra disposizione per rispondere ad alcune esigenze di noi tutti.
Per essere coerente con quanto appena dichiarato proviamo a fare un esempio concreto: Emergenza Abitativa.
È corretto continuare a definire col termine “Emergenza” un problema quotidiano che letteralmente si affronta tutti i giorni? Un’emergenza è per sua natura imprevedibile, possiamo quindi continuare a definirla tale se possiamo prevedere che, per effetto della situazione attuale, chi si trovava in difficoltà per motivi oggettivi quali disabilità, anzianità, malattia sta vedendo aumentare i propri problemi e coloro i quali facevano parte del cosiddetto ceto medio hanno visto assottigliarsi i propri risparmi o addirittura hanno perso il lavoro?

Leggi tutto Da moderati a equilibrati

L’intervento dell’On. Marguerettaz sulla legge contro l’omofobia

Signor Presidente, vorrei tornare là dove è partito questo dibattito. Questa discussione è iniziata con la cronaca di un caso truce: quello di un ragazzo, Matthew Shepard, torturato e ucciso perché omosessuale. Un racconto che, in tutti noi, ha suscitato un senso di orrore, di sgomento e di raccapriccio.
Vorrei, però, ricordare anche altri casi, non per aggiungere orrore ad orrore, ma perché utili a sviluppare il nostro pensiero.
Vorrei ricordare, ad esempio, Andrea Severi a cui alcuni ragazzi hanno dato fuoco per “divertirsi”, come hanno confessato, e perché era un barbone, o quell’altro giovane picchiato perché, appartenendo alla stessa categoria, dormiva su una panchina.
Vorrei ricordare quella ragazza di 19 anni alla quale alcuni balordi hanno tagliato i lobi delle orecchie perché era una prostituta, o quel ragazzo down deriso, preso a sberle e a calci, i cui aguzzini hanno postato su Internet il filmato nella categoria «video divertenti».

Leggi tutto L’intervento dell’On. Marguerettaz sulla legge contro l’omofobia

Via libera alla raccolta dell'umido

L'ordine del giorno approvato all'unanimità il 29 ottobre nel Consiglio Comunale di Aosta, rappresenta un punto di svolta significativo nelle politiche di gestione dei rifiuti in VdA. 
Il Comune di Aosta con tale scelta intende essere punto di riferimento per la raccolta differenziata della Frazione organica dei rifiuti in Vale. La scelta di portare fuori Valle i Rifiuti organici è dovuta al fatto che attualmente non esistono nella nostra Regione appositi impianti di conferimento. Ora si tratta di fare una approfondita analisi dello studio oltre ad un’attenta valutazione economica anche con riferimento agli eventuali maggiori costi a carico delle famiglie, che dovranno essere sostenibili.

Leggi tutto Via libera alla raccolta dell'umido

STELLA ALPINA

Movimento politico, autonomista e federalista, la "Stella Alpina" ha per finalità la tutela e il rafforzamento dell’Autonomia speciale valdostana, nel contesto di uno Stato Italiano unitario e federale, nella prospettiva di una vera Europa dei popoli.

AGENDA

NOVEMBRE

mercoledi' 22
ore 9.00 - consiglio regionale
ore 9.00 - consiglio comunale

giovedi' 23
ore 9.00 - consiglio regionale
ore 9.00 - consiglio comunale

Adesioni alla Stella Alpina

L'adesione alla "Stella Alpina" avviene con una sottoscrizione di impegno a rispettare i contenuti dello Statuto.

Le domande di prima adesione devono essere presentate alla Sezione del Comune di residenza o di domicilio oppure presso la sede del Movimento - Via Monte Pasubio, 40 - Aosta.

Leggi tutto

Newsletter

CONTATTI

Movimento Politico Stella Alpina

  • Via Monte Pasubio, 40 11100 Aosta
  • Tel: 0165 32200
  • Fax: 0165 32200
  • Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Il deputato On. Rudi Marguerettaz riceve presso la sede della Stella Alpina su appuntamento

Sei qui: Home News

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo